Kosmetik des Bösen

By

Verleger: Diogenes Verlag AG

3.9
(1556)

Language: Deutsch | Number of Seiten: 106 | Format: Paperback | In einer anderen Sprache: (Andere Sprachen) French , Spanish , Italian

Isbn-10: 3257234759 | Isbn-13: 9783257234756 | Publish date: 

Auch verfügbar als: Hardcover

Do you like Kosmetik des Bösen ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Anmeldung kostenlos
Buchbeschreibung
Sorting by
  • 4

    disturbante in principio, da una parte mi chiedevo perché continuare a leggere, e dall'altra continuavo a farlo.
    ma non è la prima volta che la leggo, e riconosco questa sensazione di fastidio, resist ...weiter

    disturbante in principio, da una parte mi chiedevo perché continuare a leggere, e dall'altra continuavo a farlo.
    ma non è la prima volta che la leggo, e riconosco questa sensazione di fastidio, resisto e resto incollata alle pagine, decisamente ripagata.
    trattare il doppio che c'è in un uomo e suscitare una doppia reazione in chi leggere, andare o restare ad ascoltare.

    in effetti proprio l'ascolto - imposto- l'invadenza degli altri impossibile da fermare nel nostro senso dell'udito più che in ogni altro senso, sembra il fulcro di questa storia.
    Poi incontro, paura, sgomento, incredulità con lo sconosciuto.
    «ecco che cosa succede quando si mette la museruola al proprio nemico interiore per troppo tempo: quando riesce finalmente ad aprire bocca, non la chiude più.»

    ascoltiamoci di più. in tempo

    gesagt am 

  • 4

    Stregata da Amélie

    Questo libro è veramente geniale.
    Al terzo tentativo ho trovato la sintonia giusta, o forse il romanzo giusto, non so: mi ci è voluto del tempo per capirla perchè non è una scrittrice facile o quantom ...weiter

    Questo libro è veramente geniale.
    Al terzo tentativo ho trovato la sintonia giusta, o forse il romanzo giusto, non so: mi ci è voluto del tempo per capirla perchè non è una scrittrice facile o quantomeno immediata. Peró è grandiosa.

    gesagt am 

  • 4

    Dopo avere letto vari libri dell'autrice incentrati sul Giappone e sulla sua esperienza personale in terra nipponica, ho deciso di leggere un testo completamente diverso per vedere come la Nothomb rie ...weiter

    Dopo avere letto vari libri dell'autrice incentrati sul Giappone e sulla sua esperienza personale in terra nipponica, ho deciso di leggere un testo completamente diverso per vedere come la Nothomb riesca a districarsi in un "terreno" che pensavo le fosse meno congeniale. Nel complesso il testo non mi è affatto dispiaciuto, anche se a un certo punto diventa abbastanza chiaro dove voglia andare a parare...

    gesagt am 

  • 3

    Strano, assurdo, surreale, però geniale. Non amo molto quest'autrice, ma in questo caso mi sono dovuta ricredere, bella lettura, ma si deve stare giustamente al suo gioco. Lo consiglio.

    gesagt am 

  • 1

    Nello scaffale, se serve spazio, Cosmetica del nemico, può tranquillamente cedere il suo posto

    Cosmetica del nemico, è uno di quei libri che si può a fare a meno di leggere, lo si tira giù dagli scaffali della libreria perché in copertina c’è scritto “Amelie Nothomb”. Se uno ha letto “Igiene de ...weiter

    Cosmetica del nemico, è uno di quei libri che si può a fare a meno di leggere, lo si tira giù dagli scaffali della libreria perché in copertina c’è scritto “Amelie Nothomb”. Se uno ha letto “Igiene dell’assasino” concede sempre una chance a questa scrittrice, anche se a volte produce spunti interessanti (“Le catilinarie”, “Uccidere il padre”) altre volte profonde delusioni (“diario di rondine”). Sono stato fregato dalle prime pagine che catturano l’attenzione del lettore con uno spunto interessante, a poco a poco il discorso si articola e il dialogo tra i due protagonisti comincia a puzzare di fregatura. Il finale è a dir poco banale, utilizza uno dei trucchi della letteratura più abusati di sempre. Tolta la trama insulsa, rimangono i soliti artifici letterari di sempre: per un libro è decisamente poco.

    gesagt am 

  • 3

    Una Nothomb che a metà libro, secondo me, molla la presa. Perché? Avevamo tutti gli ingredienti per creare un altro gioiellino come "Diario di rondine", un passatempo brillante e crudele. E invece a m ...weiter

    Una Nothomb che a metà libro, secondo me, molla la presa. Perché? Avevamo tutti gli ingredienti per creare un altro gioiellino come "Diario di rondine", un passatempo brillante e crudele. E invece a metà lettura si sciolgono tutti i nodi, si risolve tutto un po' banalmente. Non saprei, è pur sempre un piacere leggere questa scrittrice, ma continuo a pensare che le opere migliori siano a questo punto quelli semi autobiografiche.

    gesagt am 

  • 5

    incredibile

    mi sono sempre chiesta quali possano essere state le recensioni della stampa su questo libro. oltraggioso, e quindi dannatamente seducente. non c'è niente di simile lì fuori, e non si può chiedere di ...weiter

    mi sono sempre chiesta quali possano essere state le recensioni della stampa su questo libro. oltraggioso, e quindi dannatamente seducente. non c'è niente di simile lì fuori, e non si può chiedere di meglio.

    gesagt am 

  • 5

    A bocca aperta!

    Solo un genio può scrivere un libro/dialogo di questo livello.
    Al di là della storia, della quale non voglio dire nulla, perché questo libro è tutto una sorpresa....ritengo che l'autrice abbia una cul ...weiter

    Solo un genio può scrivere un libro/dialogo di questo livello.
    Al di là della storia, della quale non voglio dire nulla, perché questo libro è tutto una sorpresa....ritengo che l'autrice abbia una cultura smisurata nonché quel seme di follia che hanno tutti i geni...
    Leggerò sicuramente altro ma questo è un libro consigliatissimo...per chi non si scandalizza e non legge tutto attraverso una rigida morale!

    gesagt am 

  • 5

    Brillante. Hasta ahora, es el libro que más me ha gustado de esta autora. Es una historia que hay que leer de una sentada, que con 47 páginas se puede hacer perfectamente, para no perder el ambiente y ...weiter

    Brillante. Hasta ahora, es el libro que más me ha gustado de esta autora. Es una historia que hay que leer de una sentada, que con 47 páginas se puede hacer perfectamente, para no perder el ambiente y suspense creado.

    gesagt am 

Sorting by