L'Azteco

Di

Editore: Rizzoli (SuperBUR)

4.2
(1054)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 1005 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese

Isbn-10: 8817454427 | Isbn-13: 9788817113151 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Bruno Oddera

Disponibile anche come: Tascabile economico , Altri , Copertina rigida , eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Storia , Viaggi

Ti piace L'Azteco?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Mixtli l'Azteco ci racconta la sua avventurosa vicenda personale e insieme, l'affascinante storia della civiltà nata in quella parte della Terra che gli aztechi chiamavano l'Unico Mondo. Assistiamo con lui ai barbari massacri e alla gloria delle Guerre dei Fiori, allo splendore delle bandiere di piume che sventolano su Tenochtìtlan, alla fiera civiltà del popolo delle Nubi, a storie perverse di sangue e di passione fino all'arrivo di Hernán Cortés. Leggenda, storia, mistero, mito sono intrecciati in questo libro che contiene dieci, cento, mille romanzi.
Ordina per
  • 5

    Crudo fino al limite dello spietato, audace e mordace. E romantico. Ma anche molto di più. Un'epopea da sorseggiare come fosse l'ultimo estratto di un "octli" ormai scomparso.

    ha scritto il 

  • 2

    Non fa per me

    Lento, troppo lento. A un certo punto spero di trovare una scena di sesso o un sacrificio per non addormentarti. E dire che viene considerato uno dei più bei libri mai scritti...

    ha scritto il 

  • 0

    Stupendo, affascinante, emozionante, indimenticabile!
    Ci sarebbe da scrivere per delle ore su questo romanzo, scrittura che lascio a chi riesce a imprimere su carta le mille emozioni che, come le onde ...continua

    Stupendo, affascinante, emozionante, indimenticabile!
    Ci sarebbe da scrivere per delle ore su questo romanzo, scrittura che lascio a chi riesce a imprimere su carta le mille emozioni che, come le onde che si infrangono sugli scogli, hanno sferzato la mia mente.

    ha scritto il 

  • 3

    Un best-seller, e poco altro

    Mi stupisce che il presente romanzo sia valutato con tanta clemenza dai lettori di anobii. Si tratta di un'opera strutturalmente poco coesa, che sembra non aver tratto alcun insegnamento dalla narrati ...continua

    Mi stupisce che il presente romanzo sia valutato con tanta clemenza dai lettori di anobii. Si tratta di un'opera strutturalmente poco coesa, che sembra non aver tratto alcun insegnamento dalla narrativa degli ultimi due secoli (ho il sospetto che Jennings lo abbia scritto senza seguire alcun progetto, lasciandosi trascinare dagli eventi che narra, come i narratori dilettanti); e che trabocca di compiacimento per scenette erotiche e cruente prive di seduzione, ove talora il gusto per lo splatter dà vita a un giochetto narrativo forzato e per niente perturbante.
    Nessuno spessore acquistano i personaggi, che non sia quello di macchiette stereotipate, secondo il peggiore uso dei best-seller americani.
    Certo, il libro si legge senza alcuno sforzo ed è interessante dal punto di vista documentario (questa sola la ragione per cui gli concedo tre stelline). Ma sono 1000 pagine: vale la pena di durare una simile fatica senza uscirne non dico spiritualmente arricchiti, ma neppure commossi?

    ha scritto il 

  • 5

    Meraviglioso

    Per gli amanti dei romanzi storici, questo Azteco è imperdibile. C'è tutto: trama, stile, storia, passione, vita. Peccato solo che i vari seguiti non siano neanche lontanamente paragonabili.

    ha scritto il 

  • 4

    IN OTIN IHUAN IN TONALTIN NICAN TZONQUICA / Qui terminano le strade e i giorni

    L'uomo color cacao sorrise a sua volta, ma ironicamente.
    "Si, alla tua età aspettano molte possibili vite. Puoi andare in qualsiasi direzione tu voglia. Puoi andare solo o in compagnia. I compagni pos ...continua

    L'uomo color cacao sorrise a sua volta, ma ironicamente.
    "Si, alla tua età aspettano molte possibili vite. Puoi andare in qualsiasi direzione tu voglia. Puoi andare solo o in compagnia. I compagni possono seguirti per un lungo o per un breve tratto. Ma, al termine della tua vita, per quanto gremite possano essere state le strade e le giornate, avrai imparato ciò che tutti debbono imparare. E sarà ormai troppo tardi per qualsiasi cosa tranne i rimpianti. Quindi impara adesso. Nessun uomo ha ancora mai vissuto più di una vita, e quella vita l'ha sempre scelta lui stesso, e l'ha vissuta quasi sempre solo."
    Si interruppe e mi fissò negli occhi.
    "Sentiamo, allora, Mixtli, in quale direzione andrai da qui, e in quale compagnia?"

    Mi voltai di nuovo e proseguii su per la collina, solo.

    ha scritto il 

  • 4

    Utile, avventuroso .. lungo lungo

    Premesso che è un tomone non adatto a chi dimentica il libro sul comodino, su quel comodino finirebbe col farci la muffa. Una storia avventurosa, avvinciente che a tratti rapisce, in altri indigna, qu ...continua

    Premesso che è un tomone non adatto a chi dimentica il libro sul comodino, su quel comodino finirebbe col farci la muffa. Una storia avventurosa, avvinciente che a tratti rapisce, in altri indigna, qualche volta è pesante.
    Ci porta in un mondo che non c'è più, ci mette in contatto con popoli eliminati dalla storia dalla violenza, dall'IGNORANZA e dall'avidità umana. UNA VERGOGNA NON CANCELLABILE! L'augurio è che il tempo crei uomini e donne migliori, che tutti i giovani in ogni angolo del mondo abbiano accesso ad una scolarizzazione libera dagli influssi di chi ancora crede che il suo sia l'unico modo, e che questo giustifichi la violenza per imporlo agli altri.
    Sono grato a questo libro che è strumento di contatto con quelle persone che vissero 1000anni, prosperarono e sparirono in una generazione; un contatto che mi arricchisce visto che nulla avevo studiato a scuola. Grazie quindi a Jennings, mi ha reso un uomo che sa qualcosa in più di ieri.

    ha scritto il 

  • 4

    Anche se ho fatto un po di fatica a finirlo,devo sinceramente dire che ne è valsa la pena.Il racconto dell'affascinante storia di questo popolo ci viene proposto attraverso le vicessitudini di un indi ...continua

    Anche se ho fatto un po di fatica a finirlo,devo sinceramente dire che ne è valsa la pena.Il racconto dell'affascinante storia di questo popolo ci viene proposto attraverso le vicessitudini di un indimenticabile protagonista,con minuzia di particolari,a volte raccapriccianti,e una ambientazione da antologia.

    ha scritto il 

Ordina per