Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L'Europa orientale dal 1945 al 1970

Di

Editore: Il Mulino (Universale Paperbacks)

3.9
(15)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 184 | Formato: Tascabile economico

Isbn-10: 8815096884 | Isbn-13: 9788815096883 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: G. Balestrino

Genere: History , Social Science

Ti piace L'Europa orientale dal 1945 al 1970?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Senza considerare i tre paesi baltici inglobati direttamente nell'URSS, furono otto gli stati dell'Europa orientale che alla fine della Seconda guerra mondiale caddero nella sfera d'influenza sovietica: Germania orientale, Polonia, Ungheria, Bulgaria, Romania, Cecoslovacchia, Juogoslavia e Albania. Si verificarono crisi e rotture, come nel caso di Jugoslavia e Albania che, pur restando paesi comunisti, si allontanarono da Mosca. Per quasi mezzo secolo gli equilibri restarono identici a quelli che le grandi potenze avevano stabilito durante la guerra. Il volume indaga la storia dell'Europa orientale dall'epoca d'instaurazione dei regimi nel dopoguerra, attraverso la fase di maggiore omologazione stalinista, fino alla fine degli anni Sessanta.
Ordina per
  • 5

    Al di là dei luoghi comuni

    La struttura sociale, economica e politica del blocco sovietico rappresenta a più di vent'anni dal suo epilogo una degli argomenti più intriganti nella storia del XX secolo. Fowkes fa un'attenta ...continua

    La struttura sociale, economica e politica del blocco sovietico rappresenta a più di vent'anni dal suo epilogo una degli argomenti più intriganti nella storia del XX secolo. Fowkes fa un'attenta analisi di questa parentesi storica affidandosi ai dati, alle statistiche ed alcune disamine obiettive non cadendo mai nel banale e nei luoghi comuni. Il blocco del socialismo reale è rappresentato come un entità grigia e chiusa, ma ogni paese ha una sua vitalità, a una propria visione delle alleanze e dell'applicazione del socialismo. Alla fine l'autore non dà il suo punto di vista, ma lascia alla storia il giudizio su questi venticinque anni. Una nota, peccato che in Italia a fronte di molti volumi pubblicati in inglese da Fowkes sull'argomento, sia stato tradotto unicamente questo libro. Rimane il rammarico

    ha scritto il