Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L'Incal

Di ,

Editore: Edizioni BD

4.2
(209)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 309 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo , Francese , Catalano

Isbn-10: 8861231780 | Isbn-13: 9788861231788 | Data di pubblicazione: 

Genere: Comics & Graphic Novels , Philosophy , Science Fiction & Fantasy

Ti piace L'Incal?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    • Va bene: l'hanno ricolorato col computer e il formato non è ideale per il fumetto francese, e...
    • D'accordo: Jodorowsky non è Kubrick né Alan Moore, e quando unisce fantascienza, misticismo e filosofia rischia di dare al tutto una tinta new age, però...
    ...Però, se non è una pietra miliare ...continua

    • Va bene: l'hanno ricolorato col computer e il formato non è ideale per il fumetto francese, e... • D'accordo: Jodorowsky non è Kubrick né Alan Moore, e quando unisce fantascienza, misticismo e filosofia rischia di dare al tutto una tinta new age, però... ...Però, se non è una pietra miliare L'Incal, davvero non so cosa lo sia!

    ha scritto il 

  • 2

    Lo avevo letto a rate anni fa, su un mensile ... sembrava meglio
    Leggendola a pezzi c'era sempre qualcosa di elusivo che mi intrigava, messi insieme tutti i pezzi e riletto è stato deludente. Sceneggiatura miserella alla fine, con un po' di richiami agli archetipi, alla filosofia orientale ed all ...continua

    Lo avevo letto a rate anni fa, su un mensile ... sembrava meglio Leggendola a pezzi c'era sempre qualcosa di elusivo che mi intrigava, messi insieme tutti i pezzi e riletto è stato deludente. Sceneggiatura miserella alla fine, con un po' di richiami agli archetipi, alla filosofia orientale ed alla mistica variamente sparpagliati in un mondo futuro da fantascienza. Ho trovato piatta anche la grafica ... tutto un po' freddo e senz'anima.

    ha scritto il 

  • 3

    Un fumetto disegnato veramente bene (d'altronde moebius è moebius) e con una storia abbastanza coinvolgente.
    Quello che non mi ha convinto è il personaggio dell'antieroe che stride(volutamente credo) con la serietà dei personaggi e della storia che lo circondano.
    Forse troppa ironia? dal mio punt ...continua

    Un fumetto disegnato veramente bene (d'altronde moebius è moebius) e con una storia abbastanza coinvolgente. Quello che non mi ha convinto è il personaggio dell'antieroe che stride(volutamente credo) con la serietà dei personaggi e della storia che lo circondano. Forse troppa ironia? dal mio punto di vista si...ma è solo un parere.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    Fantascienza di gran classe, che mescola il drammatico e l'ironico-satirico senza timore, creando un insieme di portata epica.
    Ispirato dalla carta dei tarocchi nota come "il folle", il nostro protagonista John DiFool si ritrova in possesso dell'Incal di Luce. Cambiato dall'Incal, assieme al gabb ...continua

    Fantascienza di gran classe, che mescola il drammatico e l'ironico-satirico senza timore, creando un insieme di portata epica. Ispirato dalla carta dei tarocchi nota come "il folle", il nostro protagonista John DiFool si ritrova in possesso dell'Incal di Luce. Cambiato dall'Incal, assieme al gabbiano di cemento Deepo, John vivrà mille avventure e si ritroverà, suo malgrado, ad esseree fulcro del destino dell'umanità e dell'universo. Jodorowsky attinge, come tutti i grandi, a fonti classiche filosofiche e mitologiche, anziché ad opere altrui. Ne risulta una narrazione altamente simbolica e allegorica, in cui ogni aspetto della natura umana è rispecchiato: la sensualità materna di Animah, la vitalità di Tanatah, la forza del Meta-Barone, l'istinto animale di Kill, la spinta evolutiva di Deepo, la forza della purezza ermafrodita del giovane Solune e la stupidità e corporeità tutta umana di John. Negli antagonisti e negli assistenti dei nostri eroi si rispecchiano mille altre sfaccettature, e sia pure nella loro veste di simboli, anche i cattivi da operetta assurgono a una loro grandezza nell'incarnare il fascino perverso del male e il fatto incontestabile che la Tenebra sia parte dell'uomo quanto la luce. L'inutilità del voler vedere l'una prevalere sull'altra, e l'anelito costante dell'uomo a riconciliarle in un'unità, sono qui idealmente rappresentate e poste come esempio di fronte agli occhi del lettore. L'evoluzione di John, il simbolismo del suo esser bestia e sciocco, ed esser quindi, come l'autore-sciamano e narratore, destinato a esser goccia che non si riunisce mai al mare, eternamente intrappolato nel suo ruolo fondamentale ditestimone eterno, ci tocca e investe tutti da vicino.

    ha scritto il 

  • 0

    Pessima edizione: formato più piccolo, stampa scadente, tratto spanato e colori sguaiati e poco precisi, un piccolo scempio.
    Essendo l'Incal un vero capolavoro che merita di essere goduto al meglio, un mondo intero in cui immergersi in apnea, consiglio caldamente l'edizione Del Grifo in 6 fascico ...continua

    Pessima edizione: formato più piccolo, stampa scadente, tratto spanato e colori sguaiati e poco precisi, un piccolo scempio. Essendo l'Incal un vero capolavoro che merita di essere goduto al meglio, un mondo intero in cui immergersi in apnea, consiglio caldamente l'edizione Del Grifo in 6 fascicoli -purtroppo ben più costosi e comunque non perfetti- almeno finché non esce un'integrale curata come si deve...

    ha scritto il