Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L'Italia dei secoli bui

Il Medioevo sino al Mille

Di ,

Editore: Club degli Editori su licenza Rizzoli

3.9
(211)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 524 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: A000043134 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Altri , Tascabile economico , Cofanetto , eBook

Genere: Fiction & Literature , History

Ti piace L'Italia dei secoli bui?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Dalle invasioni degli Unni al fatidico anno Mille: secoli oscuri, di ferro e di sangue, di lutti e di invasioni, di vuoto politico dopo il collasso e il crollo dell'Impero romano d'Occidente. Teodosio, Stilicone, Attila, Giustiniano, Bizantini, Franchi e Longobardi, Carlomagno, il Sacro Romano Impero, la marea montante dell'Islam, l'avvento degli Ottoni...
Ordina per
  • 4

    Montanelli ci regala un modo diverso di conoscere la nostra storia, di sicuro molto più aneddotica rispetto alla tradizione scolastica ma proprio per questo molto più leggera da leggere e comprendere.
    Purtroppo però questa modalità non sempre riesce a dare un quadro di insieme completo.
    ...continua

    Montanelli ci regala un modo diverso di conoscere la nostra storia, di sicuro molto più aneddotica rispetto alla tradizione scolastica ma proprio per questo molto più leggera da leggere e comprendere.
    Purtroppo però questa modalità non sempre riesce a dare un quadro di insieme completo.
    Piacevole da leggere, ottimo come approfondimento, in particolare per chi, come me, non ha mai amato lo studio della storia ma è sempre stato incuriosito dagli eventi specifici.

    ha scritto il 

  • 5

    La Storia (con la S maiuscola) raccontata con il linguaggio e la schiettezza adatti al pubblico e non solo all'elite accademica. Cosa siamo noi italiani è il frutto di quello che siamo stati. Da leggere tutta la collana.

    ha scritto il 

  • 4

    Riletto dopo anni

    La storia d'Italia di Montanelli l'ho letta parecchi anni fa ed è stata il mio punto di partenza per appassionarmi alla storia e leggere poi molti saggi più specifici di singoli periodi. Per un caso fortuito ho ripreso in mano questo volume (il primo, dalla caduta di Roma fino al mille) e devo di ...continua

    La storia d'Italia di Montanelli l'ho letta parecchi anni fa ed è stata il mio punto di partenza per appassionarmi alla storia e leggere poi molti saggi più specifici di singoli periodi. Per un caso fortuito ho ripreso in mano questo volume (il primo, dalla caduta di Roma fino al mille) e devo dire che l'ho trovato ancora molto godibile. Ovviamente 600 anni di storia patria in sole 400 pagine costringe a tagli e semplificazioni ma da una ampia ed esaustiva panoramica del periodo.
    Starà al lettore poi integrare con altri saggi gli argomenti che preferisce, consigliatissimo a tutti coloro che iniziano o semplicemente vogliono un "volo d'aquila" su un periodo che conoscono molto poco.

    ha scritto il 

  • 3

    Con grande fatica sono riuscita a finire questo libro. Con grande fatica perché, nonostante sia interessante, la gran quantità di dati ed eventi ostacola la lettura.
    Montanelli ha cercato di condensare quasi sei secoli in un libro di poco meno 400 pagine, quindi in molti punti la storia ris ...continua

    Con grande fatica sono riuscita a finire questo libro. Con grande fatica perché, nonostante sia interessante, la gran quantità di dati ed eventi ostacola la lettura.
    Montanelli ha cercato di condensare quasi sei secoli in un libro di poco meno 400 pagine, quindi in molti punti la storia risulta confusa e poco approfondita.
    Tuttavia ci sono anche molti passaggi interessati, ad esempio sul potere crescente della Chiesa, e ancora la parte sull’Islam, veramente ben fatta, anche se molto sintetica.
    La cosa che mi più mi stupisce di Montanelli è la sua capacità, con una sola frase, di descrivere perfettamente un’era, un popolo, una società - e indirettamente anche il presente.
    Poche parole, ma ben studiate, che colpiscono nel segno, tanto che spesso ho pensato: “Cacchio, Ha perfettamente ragione!”
    Se siete interessati alla storia d’Italia, potete cominciare da qualsiasi volume; io ho fatto voto di procedere con ordine, quindi la mia prossima tappa sono i Comuni.

    ha scritto il 

  • 4

    Primo titolo della serie

    periodo complicato, confuso, oscuro. Si va dagli ultimi secoli di vita dell'Impero Romano, alle guerre gotiche e all'invasione dei Longobardi, dei Franchi e deli imperatori tedeschi. La scrittura è sempre brillante e straordinariamente piacevole, l'analisi storica sempre arguta. Alcuni secoli (da ...continua

    periodo complicato, confuso, oscuro. Si va dagli ultimi secoli di vita dell'Impero Romano, alle guerre gotiche e all'invasione dei Longobardi, dei Franchi e deli imperatori tedeschi. La scrittura è sempre brillante e straordinariamente piacevole, l'analisi storica sempre arguta. Alcuni secoli (da Carlo Magno al 1000) particolarmente difficili da seguire, non per colpa dell'autore ma per "colpa" della storia stessa.
    Da appassionato di storia, alcuni fatti (marginali) raccontati non corrispondono alla realtà e sono ripresi da leggende pittoresche: non siamo tuttavia di fronte a una saggio di storia, ma a un racconto che cerca di coinvolgere il lettore nel conoscere e entrare in fatti storici che, di per sè, sarebbero molto noiosi. La bravura di Montanelli sta qui, oltre che nell'ottima lettura politica o sociale dei vari avvenimenti storici (semplicistica, dicono gli accademici; veritiera e realista, secondo me) e nella consueta, imbarazzate capacità di saper ritrarre, in poche righe e con parole perfette, i caratteri dei vari protagonisti raccontati e più in generale della nostra povera, grande Italia.

    La madre di tutti i libri divulgativi di storia italiani. Unica colpa: aver aperto la strada a troppi figliastri indegni, che occupano immeritatamente scaffali interi delle librerie odierne. Per il resto, splendido.

    ha scritto il 

  • 4

    Provo sempre un gran piacere nel leggere i libri di storia scritti da Montanelli. Può darsi, come afferma magari a ragione, che non siano curatissimi, dettagliati e ci siano delle imprecisioni ma, e questo credo sia l'importante, ti fa amare la storia, il racconto di fatti che sono avvenuti con l ...continua

    Provo sempre un gran piacere nel leggere i libri di storia scritti da Montanelli. Può darsi, come afferma magari a ragione, che non siano curatissimi, dettagliati e ci siano delle imprecisioni ma, e questo credo sia l'importante, ti fa amare la storia, il racconto di fatti che sono avvenuti con la complicità di uomini che lui riesce a farti toccare nella loro umanità. Bello, bello , bello.

    ha scritto il 

  • 3

    Buon saggio divulgativo, con qualche Montanellata abbastanza divertente. In alcune parti la volontà di essere "facilmente digeribile" risulta un po' affettata. È stato tolto spazio ad alcuni approfondimenti per concederlo ad alcuni dettagli decisamente minori, ma è un mio parere di lettore.

    ha scritto il 

  • 4

    Si tratta per certo di un'opera letteraria diretta alle masse, poichè le storiche vicende sono narrate in modo diretto ma soprattutto telegrafico, da farlo quasi sembrare il sunto di una serie di romanzi a puntate. Lo stile, nonostante sia chiaro e immediatamente intellegibile, è quello forbito d ...continua

    Si tratta per certo di un'opera letteraria diretta alle masse, poichè le storiche vicende sono narrate in modo diretto ma soprattutto telegrafico, da farlo quasi sembrare il sunto di una serie di romanzi a puntate. Lo stile, nonostante sia chiaro e immediatamente intellegibile, è quello forbito di montanelli, con vocaboli provenienti dagli anni della sua formazione, avvenuta in quegli ambienti in cui la tecnologia più evoluta era la macchina da scrivere.

    ha scritto il