L' albergo della magnolia

di | Editore: E/O
Voto medio di 57
| 14 contributi totali di cui 5 recensioni , 9 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Nell'epoca buia delle leggi razziali del fascismo, la tormentosa passione diun giovane professore ebreo per la bella e indecifrabile Sonia. In veritàSonia rappresenta l'inconsapevole simbolo dell'opposto, l'immagine dorata diuna famiglia ricca ...Continua
Ha scritto il 02/04/17
Una storia straziante, con un finale di speranza che però...non basta. Non basta a farci perdonare Dino per quello che (non) ha fatto, non basta a farci vedere la luce in tutta quella cattiveria, in tutta quella aridità.
Mi sono chiesta quante st
...Continua
Ha scritto il 06/02/12
Un altro struggente episodio del dramma degli ebrei italiani durante il fascismo costretti a rinunciare alla loro identità, lavoro, ai beni materiali e, come in questo romanzo, alla paternità. Da leggere, anche per non dimenticare !
  • 2 mi piace
Ha scritto il 29/12/09
Dalla felicità all’infelicità non c’è che un passo,
dall’infelicità alla felicità un lungo tragitto.



Essere stati tanto legati a delle persone,
avere quasi vissuto con loro
e non ave saputo vedere
non aver inteso… ...Continua
  • 2 mi piace
Ha scritto il 09/12/08
L'albergo della magnolia ( 2001 )
Edizioni E/O, prima edizione 2001. In copertina :
Adriana Pincherle, Silvia in Bianco, olio su tela, collezione privata.
Ha scritto il 09/09/08
Un romanzetto con pretese...?!!

Ha scritto il Aug 01, 2010, 22:08
"Razza". Tu capisci cosa intendo? Non eravamo piu' una religione, eravamo direttamente connotati per fantomatiche caratteristiche fisiche. E da dove veniva fuori questa "razza ebraica", se poi potevi tranquillamente incontrare nel mondo un ebreo dane ...Continua
Pag. 139
Ha scritto il Aug 01, 2010, 21:51
Ma l'odio e' una passione che corre terribilmente veloce perche', al contrario dell'amore, non deve perdere tempo a cercare di essere corrisposta.
Pag. 198
Ha scritto il Aug 01, 2010, 21:50
"Senti" mi spiego', "per un intellettuale non avere un impiego fisso che lo condiziona e' un vantaggio. Anzi, e' la sua condizione naturale. Pensaci bene, tutti i personaggi dei grani romanzi del '700 e dell'800 come lavoro non fanno un bel niente. A ...Continua
Pag. 153
  • 1 commento
Ha scritto il Aug 01, 2010, 21:44
"Perche' non leggi piu' un libro'" m'incalzava Sonia, maio provavo rancore per il libri. Il mondo ne era pieno, se li avessero impilati, la torre avrebbe raggiunto il cielo, ma nessun libro era riuscito a impedire quello che ci stava capitando. A che ...Continua
Pag. 152
Ha scritto il Aug 01, 2010, 21:42
Il mio, guarda, non e' un giudizio negativo, assolutamente no, era quello il modo di vivere delle donne della borghesia in quegli anni. Appuntamenti con le amiche, con la sarta, la modista, la pettinatrice.
Pag. 151

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi