L' anello di re Salomone

Di

Editore: Superpocket

4.2
(3654)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 288 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Chi tradizionale , Inglese , Tedesco

Isbn-10: 8846201620 | Isbn-13: 9788846201621 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: L. Schwarz

Disponibile anche come: Paperback , Copertina morbida e spillati , Copertina rigida , Copertina rinforzata scuole e biblioteche

Genere: Educazione & Insegnamento , Animali , Scienza & Natura

Ti piace L' anello di re Salomone?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    L'uomo che parlava con gli uccelli

    Questo libro racconta l'esperienza di uno scienziato, etologo, che studia il comportamento degli animali, soprattutto dei volatili e dei mammiferi... Una scrittura scorrevole e piacevole, a tratti iro ...continua

    Questo libro racconta l'esperienza di uno scienziato, etologo, che studia il comportamento degli animali, soprattutto dei volatili e dei mammiferi... Una scrittura scorrevole e piacevole, a tratti ironica. Memorabile quando narra dei corvi che gli beccano la testa... Lo consiglio agli amanti degli animali e per tutti coloro che desiderano gettarsi nelle braccia della natura...

    ha scritto il 

  • 5

    Pesci, oche, scimmie, gatti, cani...

    Sono cresciuta in una grande casa in cima ad una collina. La casa è divisa in due, sopra c'è la mia famiglia e sotto i nonni paterni; un grande giardino circonda la costruzione e da ogni finestra si v ...continua

    Sono cresciuta in una grande casa in cima ad una collina. La casa è divisa in due, sopra c'è la mia famiglia e sotto i nonni paterni; un grande giardino circonda la costruzione e da ogni finestra si vede la campagna estesa tutt'attorno.
    Fin da piccola per me, le stagioni, prima che dal cambio di temperatura o di abiti negli armadi erano scandite dai colori degli alberi, dai tipi di frutta, dagli odori che potevo sentire mettendo il naso fuori dalla porta: era autunno quando dalla soglia della cantina arrivava inconfondibile l'odore del mosto, era primavera quando uscendo sul balcone della mia camera potevo vedere il romantico rosa dei fiori sugli alberi di pesco. Era senza dubbio estate quando i nonni salivano dalla campagna portando pesanti secchi ricolmi di ciliegie grandi e rosse.
    In tutto questo spazio, ovviamente non sono mai mancati gli animali. Ho sempre avuto intorno cani, gatti, uccellini, senza contare tutti quelli selvatici che trovavo dalle nostre parti un rifugio o un po' di cibo.
    Crescere in questo modo, quasi sempre all'aria aperta ed in mezzo alla natura, ha lasciato in me un'impronta profonda, un amore per il mondo naturale e soprattutto animale di cui nemmeno io fino a qualche anno fa ero pienamente consapevole, essendo per qualcosa di imprescindibile, una condizione - per l'appunto - naturale.
    Non poteva capitare momento più giusto della vita per scoprire Konrad Lorenz (1903-1989).

    Lorenz fu uno zoologo ed etologo austriaco, considerato il fondatore della moderna etologia scientifica. Nel 1973 fu insignito del premio Nobel per la medicina e la fisiologia (assieme ai colleghi Nikolaas Tinbergen e Karl von Frisch), ma soprattutto fu - ed è tutt'ora - una figura fondamentale per la sua straordinaria opera di divulgazione scientifica: Lorenz è infatti autore di numerosi volumi tutti dedicati al suo amato mondo animale, nei quali racconta in modo semplice e coinvolgente quanto negli anni ha scoperto studiando e soprattutto osservando.
    La cosa più bella del mondo di Lorenz è proprio che pur essendo un grande scienziato egli non perse mai quello spirito infantile che per primo lo aveva condotto verso quella che sarebbe diventata, oltre ad una passione sconfinata, anche la sua professione. Lorenz racconta di come sin da piccolo si portasse a casa ogni tipo di animali e animaletti, e di come i genitori lo lasciassero fare, sicuri di assecondare una curiosità tipica di una grande intelligenza. Il puro piacere di stare in mezzo agli animali è il filo conduttore della vita personale e studiosa di quest'uomo tanto particolare e brillante, che con buona pace dei suoi conviventi umani lasciava scorrazzare in giardino e per casa cani, gatti, scimmie, tassi, criceti e roditori vari, oche e ogni altro tipo di volatili, tanto per citarne alcuni.

    L'anello di re Salomone è una delle preziose pubblicazioni di cui Lorenz ci ha fatto dono. Il volume conta circa trecento pagine suddivise in varie parti a seconda della specie animale o dell'argomento trattato. Ciò che mi è piaciuto da matti è che ho imparato tantissime cose divertendomi un sacco, ed è esattamente questo che dovrebbe avvenire nel processo di insegnamento-apprendimento. La scrittura di Lorenz è chiara, coinvolgente, capace di divertire il lettore. Le informazioni di carattere prettamente scientifico arrivano senza neanche rendersene conto, perché strettamente legate agli innumerevoli aneddoti della vita di Lorenz assieme ai suoi tanti amici animali.
    Mi sono emozionata leggendo la storia di un pesce, sono rimasta incantata dinnanzi alle intricate vicende del mondo dei volatili come le taccole, i corvi o i pappagalli; ho riso per gli atteggiamenti delle oche, e soprattutto ho amato la sezione dedicata ai cani, l'animale con cui davvero posso dire di aver condiviso - e con cui condivido ancora - tutta la mia vita: nella parte dedicata a loro ho potuto riconoscere tantissime cose già osservate personalmente, approfondirne la storia e la mia conoscenza dei loro linguaggi e comportamenti.

    Questo sì che è un libro che andrebbe fatto leggere nelle scuole, non solo perché nonostante l'uomo tenda a dimenticarsene siamo pur sempre anche noi parte del mondo animale, ma soprattutto perché il rispetto per la natura e gli animali è qualcosa che andrebbe insegnato e trasmesso in maniera ben più profonda di quanto non venga fatto al giorno d'oggi.
    L'anello di re Salomone è un libro che consiglio spassionatamente a chiunque nutra amore o curiosità per gli animali, a chiunque convive con un essere vivente diverso dall'uomo, ma anche a chi ha voglia di imparare qualcosa di nuovo divertendosi o di leggere un libro che non sia né un romanzo né un racconto.
    Io, dal canto mio, cercherò di procurarmi gli altri libri di questo autore che tanto mi ha appassionata.

    ha scritto il 

  • 5

    一個人需要對於生命有多強大的愛與熱情,才能像所羅王勞倫茲那樣生活著。從勞倫茲身上我看到了天人合一的高度實踐。

    ha scritto il 

  • 4

    Si dice che Re Salomone avesse un anello magico che gli permetteva di comprendere ed essere compreso dagli animali. Lorenz ha elevato l'incantesimo a scienza, facendo di quell'anello il cuore della ne ...continua

    Si dice che Re Salomone avesse un anello magico che gli permetteva di comprendere ed essere compreso dagli animali. Lorenz ha elevato l'incantesimo a scienza, facendo di quell'anello il cuore della neonata etologia.

    ha scritto il 

  • 3

    In periodi bui come quelli che stiamo vivendo, leggere di taccole innamorate che continuano, anche da vecchie, a coccolarsi, di cani fedeli e scimmiette dispettose, di pesci combattenti che danzano pr ...continua

    In periodi bui come quelli che stiamo vivendo, leggere di taccole innamorate che continuano, anche da vecchie, a coccolarsi, di cani fedeli e scimmiette dispettose, di pesci combattenti che danzano prima dell'accoppiamento (a proposito, cercate il video su youtube: è una meraviglia!), di lupi con un codice cavalleresco che impedisce loro di attaccare se l'avversario chiede pietà ("porgi l'altra guancia"), riesce, un poco, ad equilibrare la parte buona di questo mondo con quella cattiva (e non è un caso che la migliore sia rappresentata proprio dagli animali!).
    Forse il libro è un tantino datato e ripetitivo, ma ha il grande potere di trasmettere buonumore a chi lo legge.

    ha scritto il 

  • 5

    "La chiave della comprensione dell'uomo passa attraverso la conoscenza degli animali"

    "È raro che io rida di un animale, e quando ciò accade mi accorgo poi, ripensandoci meglio, che in realtà ridevo di me, dell'uomo, di cui l'animale mi aveva presentato una caricatura più o meno spieta ...continua

    "È raro che io rida di un animale, e quando ciò accade mi accorgo poi, ripensandoci meglio, che in realtà ridevo di me, dell'uomo, di cui l'animale mi aveva presentato una caricatura più o meno spietata."

    L’anello di Re Salomone è un saggio del 1949 in cui Konrad Lorenz, fondatore dell'etologia che ha dedicato la vita allo studio del comportamento degli animali, descrive una parte dei suoi esperimenti con varie specie quali i pesci, le taccole (un tipo di uccello), le oche, i cani e i gatti.

    Il libro, ancora oggi consultato da studenti di etologia e psicologia, si concentra soprattutto sull’imprinting, ossia il fenomeno che permette ai nuovi nati di riconoscere come madre il primo essere che vedono. Ma tratta anche le abitudini sociali degli animali: il loro comportamento "in famiglia", in amore e come comunicano tra di loro, attraverso gesti e espressioni che si possono interpretare e comprendere. La descrizione delle scene della vita dell'oca Martina, che individua in Lorenz stesso la sua mamma, sono ridicole ma anche tenerissime.

    Molte le cose curiose. Le volpi non sono affatto astute come si pensa, le tortore, comunemente ritenute buone, possono essere in realtà più feroci dei lupi. Le unioni tra le taccole, uccelli simili ai corvi, durano molto a lungo. E anche dopo molti anni, il maschio continua ad imboccare la femmina “con gli stessi toni sommessi, tremuli di contenuta eccitazione, quegli accenti amorosi che le aveva rivolto nella primavera del loro amore” e lei a starsene ferma minuti interi a “pettinare le meravigliose, lunghe, morbidissime penne dello sposo che le offre voluttuosamente il collo con gli occhi semichiusi e le piume sul capo più arruffate che mai”.

    L’anello di Re Salomone è scritto in modo molto semplice e senza dubbio interessante. Nonostante alcuni dei concetti siano stati rivisti nel tempo, il libro rimane ancora attuale, perché Lorenz, attraverso l'analisi degli animali, analizza anche parte dei nostri comportamenti.

    "Una sola creatura possiede armi che non sono cresciute sul suo corpo, che non rientrano nella struttura funzionale dei suoi comportamenti innati, e il cui uso non è regolato da una corrispondente forza di inibizione: questa creatura è l'uomo."

    ha scritto il 

  • 4

    buon libro

    Buon libro, scorrevole e divertente. Lorenz attraverso suoi episodi, racconta e spiega, il comportamento animale, partendo dai pesci per arrivare fino alla scimmia. consiglio la lettura a chi è intere ...continua

    Buon libro, scorrevole e divertente. Lorenz attraverso suoi episodi, racconta e spiega, il comportamento animale, partendo dai pesci per arrivare fino alla scimmia. consiglio la lettura a chi è interessato di etologia, e a chi è interessato ad approfondire l'imprinting

    ha scritto il 

  • 5

    Scienza e letteratura fuse insieme

    Opera splendida, che racchiude le osservazioni e la curiosità di un uomo dallo spiccato senso scientifico e quelle di un uomo romantico, profondamente innamorato della natura e degli animali. Diverten ...continua

    Opera splendida, che racchiude le osservazioni e la curiosità di un uomo dallo spiccato senso scientifico e quelle di un uomo romantico, profondamente innamorato della natura e degli animali. Divertente ed istruttivo.

    ha scritto il 

Ordina per