L'anno della lepre

Voto medio di 2552
| 370 contributi totali di cui 359 recensioni , 10 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
Giornalista quarantenne a Helsinki, Vatanen ha raggiunto quel momento dell'esistenza in cui di colpo ci si chiede quel "ma perché" che si è cercato sempre di reprimere, nascondendo a se stesso e agli altri che quel grigiore a cui si è arrivati a ...Continua
Ha scritto il 27/08/17
Tragedia e commedia di un cambiamento
Quando siamo scontenti della nostra vita, ogni piccolo diversivo del destino può darci la spinta per cambiarla. In questo caso il destino di un giornalista verrà cambiato da una piccola lepre, iniziano così le avventure tragicomiche di questo ...Continua
  • 6 mi piace
  • 3 commenti
Ha scritto il 23/07/17
Bruttino
Mi è stato consigliato da una amica... il libro non e' brutto pero' un libro bello è un'altra cosa.Una accozzaglia di situazioni partite da uno spunto che e' una lepre, ma poteva essere un rinoceronte, un elefante, un pinguino e che si snoda in ...Continua
Ha scritto il 16/07/17
Videorecensione
https://youtu.be/9KIslunJRhY
Ha scritto il 03/07/17
Un giornalista, durante un viaggio di ritorno per Helsinki, abbandona l'automobile guidata da un collega e fugge con una lepre in un bosco. Si allontana per non tornare mai più. Fugge dal destino, dai legami, dall'oppressione di un mondo che lo ...Continua
  • 3 mi piace
Ha scritto il 01/07/17
Tutto comincia con l'investimento di una lepre. Il giornalista Kaarlo Vatanen si reca quindi nella foresta per cercarla e curarla. Da quel momento hanno inizio le avventure del quarantenne stanco della sua vita, che decide di mollare tutto e di ...Continua

Ha scritto il Jul 08, 2016, 06:16
"Ah! Sei tu! gridò la donna inviperita. "Da quale bettola mi telefoni adesso? Torna subito a casa." "Veramente pensavo di non tornare mai più."
Pag. 24
Ha scritto il Mar 14, 2016, 09:45
Una vita così la potrebbe condurre chiunque, a condizione di saper prima rinunciare alla vita precedente.
Pag. 94
  • 1 mi piace
Ha scritto il Mar 14, 2016, 09:39
Un uomo ridotto allo stremo delle forzew ispira un certo timore, ma anche fiducia: al nord quest'uomoha dei diritti che un istinto pieno di tatto gli riconosce.
Pag. 187
Ha scritto il Mar 14, 2016, 09:38
Ma com'era possibile che esistesse gente di quella risma? Che gusto ci si prova ad essere così feroci, perchè l'uomo si degrada in modo così crudele?
Pag. 175
Ha scritto il Mar 14, 2016, 09:37
Nel cielo splendeva una pallida falce di luna, le stelle brillavano di una luce opaca nella gelida sera. Questo era il suo mondo, qui poteva vivere in pace. La lepre saltellava silenziosa sulla pista, davanti allo sciatore, come una guida. Vatanen ...Continua
Pag. 127

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Mar 22, 2016, 11:02
Collocazione: NR 891

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi