Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L' economia delle esperienze

Oltre il servizio

Di ,

Editore: Etas

4.1
(20)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 282 | Formato: Altri

Isbn-10: 8845309894 | Isbn-13: 9788845309892 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Monkhouse A. Scott

Genere: Business & Economics

Ti piace L' economia delle esperienze?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
In questo libro Pine e Gilmore sostengono che nella Nuova Economia la semplice produzione di beni e servizi non è più sufficiente: sono invece le "esperienze" offerte al cliente a costituire il fondamento della creazione di valore. L'esperienza cui si riferiscono gli autori è un qualsiasi evento memorabile che impegni sul piano personale il consumatore nell'atto stesso del consumo. L'esperienza associata alla soddisfazione di un bisogno non è in sè una novità assoluta: l'approccio nuovo e rivoluzionario di quest'opera sta nell'averla considerata nella sua dimensione economica e identificata con un prezzo; si scoprirà così che sono proprio le esperienze a realizzare la personalizzazione del prodotto e quindi a farne aumentare la desiderabilità.
Ordina per
  • 4

    Questi Americani!!!

    Un libro sorprendente, che sprigiona idee e ingenuità al tempo stesso, riflessioni originali e visioni del mondo bizzarre (le abissali differenze culturali fra la vecchia Europa e gli USA). L'immagine di copertina, una foto di una maschera carnevalesca con lo sfondo di piazza San Marco, riprende ...continua

    Un libro sorprendente, che sprigiona idee e ingenuità al tempo stesso, riflessioni originali e visioni del mondo bizzarre (le abissali differenze culturali fra la vecchia Europa e gli USA). L'immagine di copertina, una foto di una maschera carnevalesca con lo sfondo di piazza San Marco, riprende l'episodio che esemplifica il titolo del libro (L'economia delle esperienze); uno statunitense che pare uscito da "the innocents abroad" di Mark Twain paga 15 euro per un caffe a un bar di piazza San Marco. Ed è felice. E' felice perché seppure la commodity, cioè la materia prima, sia il caffè che si trova ovunque in Italia a prezzi 14 volte inferiori, il servizio sia il medesimo di qualsiasi bar, l'esperienza di goderselo in quella piazza pittoresca è unica, ed è quella che fornisce di ricordi, contenuti e significati la fruizione di quel caffè. Una intuizione geniale, se la applicate a tutta la filiera di produzione-distribuzione per come finora era stata concepita. Questo concetto di esperienza rimette in gioco le teorie come quelle di Rifkin sulla fine del lavoro; con la solita concretezza USA gli autori ci dicono che l'attuale e il futuro sarà sempre di più sul know-how e la creatività nell'inscenare la giusta esperienza attorno al semplice prodotto (guerrilla marketing?). Ma l'altra cosa entusiasmante, di là dalle interessanti intuizioni, è la parte narrativa del libro, il finale messianico in cui si arriva a stabilire il passo successivo all'esperienza: la trasformazione del cliente. E dico messianico non a caso, perché sebbene l'idea della trasformazione abbia un senso logico (dalle criticità espresse dal cliente a una soluzione esperienziale che trasformi i parametri e le aspettative), gli autori la esprimono citando passi dei Vangeli. Mistic Marketing!!!

    ha scritto il 

  • 0

    Benvenuti nell'Economia delle Esperienze

    P.2 Dopo più di un'ora arrivò il conto e il nostro amico scoprì che quell'esperienza gli era costata più di 15 dollari alla tazza. Quando gli abbiamo chiesto se quel caffé valesse tanto, ci ha risposto [in italiano]: "Assolutamente!"

    ha scritto il