Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L' esclusa

Di

Editore: Garzanti Libri

3.8
(1358)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 196 | Formato: Altri

Isbn-10: 8811585058 | Isbn-13: 9788811585053 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Tascabile economico , eBook , Copertina rigida

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Social Science

Ti piace L' esclusa?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
A questo romanzo di impianto naturalistico, Pirandello lavorò in tempi diversie ne trasse anche una commedia: L'uomo, la bestia e la virtù. Si narra la storia di Marta, che viene cacciata di casa dal marito dietro il sospetto di untradimento che si riduce invece a qualche lettera appassionata e filosoficheggiante che le indirizza un intellettuale del luogo, Gregorio Alvignani, deputato al Parlamento. Creduta colpevole da tutti e persino dal padre, Marta,dopo aver cercato di guadagnarsi la vita in paese, accetta un posto di maestraa Palermo. Sarà qui che tornerà ad affacciarsi l'ombra del marito e che lei,giovane e bella, diventerà facilmente vittima dell'Alvignani. Ma la sua scelta la porterà al distacco da tutti coloro che l'avevano esclusa.
Ordina per
  • 0

    L'esclusa

    Altro romanzo notevole che lessi tanto tempo fa di Pirandello dove denunciava la difficoltà di essere donna. Venire esclusa, sentirsi colpevole quando non si è', e sperare nel perdono per cose mai fatte! Un gran bel libro.

    ha scritto il 

  • 4

    Mi aspettavo peggio!

    Si esatto,ero già pronta ad annoiarmi dopo 'uno,nessuno e centomila' ma la verità è che alla fine non è stato così brutto,anzi...mi è piaciuta come è stata delineata la figura della donna che nonostante tutto riprende in mano la sua vita e si dà da fare soprattutto per la sua famiglia. E' un roma ...continua

    Si esatto,ero già pronta ad annoiarmi dopo 'uno,nessuno e centomila' ma la verità è che alla fine non è stato così brutto,anzi...mi è piaciuta come è stata delineata la figura della donna che nonostante tutto riprende in mano la sua vita e si dà da fare soprattutto per la sua famiglia. E' un romanzo che sotto alcuni punti di vista è anche moderno in particolar modo per quanto riguarda i pregiudizi della gente che influenzano la vita delle persone e la condizionano. Unica pecca il finale che sinceramente è stato di difficile interpretazione per un po' di tempo.

    ha scritto il 

  • 5

    Pirandello non delude mai, non c'è niente da fare. Questo libro è stupendo, per niente noioso e con una figura femminile fantastica! Unica delusione, purtroppo, il finale, che mi ha lasciata un po' così... Per tutto il resto lo consiglio a tutti!!!

    ha scritto il 

  • 4

    Una stupenda figura femminile, che attraverso l'orgoglio e la coscienza di sè lotta contro una profonda ingiustizia. Un libro che definirei "femminista" pur in un contesto che oggi appare incomprensibile, nonostante la società odierna rimanga profondamente e radicatamente maschilista.

    ha scritto il 

  • 3

    3 e mezzo

    La storia di una donna che viene creduta colpevole di tradimento del marito, e per questo calunniata, esclusa dal paese e gettata nella miseria insieme alla sua famiglia. Ho apprezzato molto il personaggio di Marta, che prova in tutti i modi ad alzare la testa e a reagire, ma nel complesso il lib ...continua

    La storia di una donna che viene creduta colpevole di tradimento del marito, e per questo calunniata, esclusa dal paese e gettata nella miseria insieme alla sua famiglia. Ho apprezzato molto il personaggio di Marta, che prova in tutti i modi ad alzare la testa e a reagire, ma nel complesso il libro non mi ha coinvolta particolarmente, forse perché quel tipo di mentalità è oggi, fortunatamente, lontana.

    ha scritto il 

  • 3

    orazio sol contro beozia tutta

    deduco da quest'opera che in un paesino di provincia un evento può segnarti per tutta la vita. o che basta una sola maldicenza per ritrovarsi tutti contro. o che contro l'ignoranza le armi non sono mai abbastanza, che forse la misera condizione del singolo è seconda soltanto a quella della collet ...continua

    deduco da quest'opera che in un paesino di provincia un evento può segnarti per tutta la vita. o che basta una sola maldicenza per ritrovarsi tutti contro. o che contro l'ignoranza le armi non sono mai abbastanza, che forse la misera condizione del singolo è seconda soltanto a quella della collettività. Marta è l'unica che esce trasformata da questa esperienza, per il resto non c'è niente da fare.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    primo romanzo di Pirandello,personaggio-chiave è chiaramente lei, Marta, l'emarginata, l'innocente-colpevole, l'involontaria protagonista. Su di lei si concentrano le aspettative, le delusioni, le gioie, i rancori,Marta fugge corre lontano dal suo destino e'costretta a fuggire e rifarsi una vita. ...continua

    primo romanzo di Pirandello,personaggio-chiave è chiaramente lei, Marta, l'emarginata, l'innocente-colpevole, l'involontaria protagonista. Su di lei si concentrano le aspettative, le delusioni, le gioie, i rancori,Marta fugge corre lontano dal suo destino e'costretta a fuggire e rifarsi una vita...bel personaggio!

    ha scritto il 

  • 4

    La protagonista è una donna, Marta. Si parla della sua ingiusta esclusione dalla famiglia del marito, dal paese e dal lavoro per una lettera ricevuta da un corteggiatore (e trovata dal marito) che lei aveva sempre respinto.
    Marta è coraggiosa, non si rassegna, cambia paese e cerca un nuovo lavoro ...continua

    La protagonista è una donna, Marta. Si parla della sua ingiusta esclusione dalla famiglia del marito, dal paese e dal lavoro per una lettera ricevuta da un corteggiatore (e trovata dal marito) che lei aveva sempre respinto. Marta è coraggiosa, non si rassegna, cambia paese e cerca un nuovo lavoro, ma viene comunque stroncata dalle avversità della vita come se fosse imprigionata in una rete fitta di trappole. Rocco, il marito di Marta, viene costretto dalla propria famiglia e da quella società di cui egli è parte integrante, ad agire contro la propria volontà, contro i propri sentimenti ed i propri principi, e quindi a ripudiare la moglie e rinnegare la madre. …I due personaggi alla fine si ritroveranno faccia a faccia senza una via d'uscita, angosciati e sconfitti. Questo libro mi ha lasciato un’infinita tristezza…certe cose sembrano non cambiare mai, ognuno ha la sua maschera e recita una parte, se si decide di essere spontanei si rimane schiacciati.

    ha scritto il 

  • 3

    Scritto bene e con una magistrale introspezione psicologica. Tuttavia la mentalità e la condizione della donna raccontata nel libro non è più attuale e non così tanto universale da colpirmi. Mi ha lasciato abbastanza indifferente. Non il miglior Pirandello.

    ha scritto il 

Ordina per