Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L' esoterismo di Dante

Di

Editore: Atanòr

3.9
(140)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 80 | Formato: Altri

Isbn-10: 8871691008 | Isbn-13: 9788871691008 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Non-fiction , Religion & Spirituality

Ti piace L' esoterismo di Dante?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 0

    Questo libro, come tutti quelli di Guénon, indaga la questione dell'unità dottrinale delle tradizioni e delle vie iniziatiche. Una bussola affidabile, oggi che il termine esoterismo è sicuramente abusato e spesso confuso con mistero, magia e simili

    ha scritto il 

  • 4

    Misteri e interpretazioni di Dante

    Dante fu un esoterico? E se sì, di quale tipo? Molti si interrogano su questo "dark side" dell'autore della Commedia. Se non tra i primi, Geunon è tra i più citati per gli esempi, le interconnessioni e le ipotesi.

    ha scritto il 

  • 4

    Breve ma con alcuni spunti brillanti!

    Divorato in poche ore! All'inizio ero un po' spaesato: era da parecchio che non leggevo più nulla di Guénon e rituffarmi nella sua erudita cultura piena di riferimenti all'esoterismo ed alle religioni orientali mi ha un po' spiazzato.
    O meglio .. non me lo aspettavo in un libro dedicato a D ...continua

    Divorato in poche ore! All'inizio ero un po' spaesato: era da parecchio che non leggevo più nulla di Guénon e rituffarmi nella sua erudita cultura piena di riferimenti all'esoterismo ed alle religioni orientali mi ha un po' spiazzato.
    O meglio .. non me lo aspettavo in un libro dedicato a Dante!
    Nel testo si riprende un filone molto in voga a fine ottocento: quello che vedeva in Dante (e nel Dolce Stil Novo in genere) dei riferimenti esoterici. Principali sostenitori di queste teorie furono Gabriele Rossetti (padre del pittore preraffaellita Dante Gabriel), l'Aroux, il Pascoli ed il Valli. Il Guénon si inserisce nella scia di questi ma marca ancor di più l'aspetto iniziatico, ipotizzando non solo che Dante fosse un templare (cosa che comunque ritengo non dimostrabile) ma che "echi" sua della dottrina nascosta nelle sue opere siano riscontrabili nel rituale massonico di rito scozzese ed in quello rosacrociano.
    Al di là di questa parte troppo "misterica" per i miei gusti, ho trovato molto più sfiziosa quella degli ultimi capitoli (in cui il Guénon si dedica a ciò che preferisco .. l'analisi comparata di simboli universali)
    Particolarmente brillanti le considerazioni sul simbolismo ciclico e numerologico della divina commedia (con affascinanti richiami ai 13000 anni del ciclo precessionale, a metà del quale il Sommo poeta ambienterebbe la sua Commedia) Prendiamo un decimo di questo valore ed abbiamo l'anno 1300 (ed appunto all'equinozio di questo anno - quindi alla metà dell'anno - Dante immagina gli eventi). E proprio "nel mezzo del cammin" della sua vita che il Poeta immagina che la narrazione inizi .. un po' come se l'approssimarsi della Pasqua non avesse un valore puramente cronologico ma anche simbolico, come "passaggio" ad un nuovo ciclo cosmico, ad un nuovo rapporto con il divino. E d'altronde l'uscita dalla selva oscura per salire al monte del Purgatorio richiama proprio il simbolismo della settimana pasquale: dalla festa delle Palme (evocazione di Rinascita, vedi il ramo d'oro che permette a Enea di penetrare nel regno degli Inferi) fino alla salita al Calvario ed alla successiva ascensione in Cielo!

    ha scritto il 

  • 2

    Il monseur Guenon di Battiatiana (si può dire così?) memoria ci spiega talmente tante cose su Durante in arte Dante e il significato esoterico ed essoterico della sua Commedia che alla fine a me vien voglia di chiamare Giacobbo per farci una bella puntata di Voyager. Stando attenti che a "Mistero ...continua

    Il monseur Guenon di Battiatiana (si può dire così?) memoria ci spiega talmente tante cose su Durante in arte Dante e il significato esoterico ed essoterico della sua Commedia che alla fine a me vien voglia di chiamare Giacobbo per farci una bella puntata di Voyager. Stando attenti che a "Mistero" non ci rubino l'idea.

    ha scritto il 

  • 4

    Oh noi ch'abbiamo li 'ntelletti sani

    Ahahaha!! Che bello. A partire da quando l'ho ordinato e ho litigato con la sciura della libreria, ah, ma cosa sta dicendo: non esiste un libro del genere ( non mi ricordavo bene il titolo, come faccio sempre) e allora cercavo di spiegare le tesi occulte con cui Dante spiega la struttura mentale. ...continua

    Ahahaha!! Che bello. A partire da quando l'ho ordinato e ho litigato con la sciura della libreria, ah, ma cosa sta dicendo: non esiste un libro del genere ( non mi ricordavo bene il titolo, come faccio sempre) e allora cercavo di spiegare le tesi occulte con cui Dante spiega la struttura mentale.... Forse si chiama Dante e i Rosa Croce? DANTE E I ROSA CROCE MA DICO MA QUA STIAMO IMPAZZENDOOOO.... Eh, un pò, sciura stiamo impazzendo... E poi lei sempre più sibilante mi ha spiegato che non esiste niente di più cattolico della Divina Commedia!! Niente di più cattolico....
    Bè anche cattolica, certo, in modo gnostico....Era piuttosto alterata mi spiaceva vederla cosi... Poi ho detto la cosa più terribile: sa, è uno dei libri buddisti più consigliati.
    Prima di vederla stramazzare al suolo mi è venuto in mente il titolo. Mentre lo leggevo mi sono accorta che lo avevo letto mentre lo stavo ordinando.. E ho ricominciato a studiare il Paradiso, là dove lo avevo lasciato ( VII canto)

    Di quel che udire e che parlar vi piace
    noi udiremo e parleremo a voi,
    mentre che il vento, come fa, ci tace.

    ha scritto il 

  • 0

    I libri del Guenon sono una vera scocciatura, pedanti, noiosi e spocchiosi. Non sono compiuti in sé, si lamenta sempre che per dire tutto quello che occorrerebbe dire ci vorrebbe un'altro ponderoso libro.

    ha scritto il 

  • 5

    guenon fornisce gli strumenti per poter comprendere la reale intenzione che è alla base della divina commedia: non un testo politico, ma il più grande affresco simbolico dell'avventura umana.

    ha scritto il