Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L' imperatrice Orchidea

Di

Editore: Corbaccio

3.9
(157)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 465 | Formato: Altri

Isbn-10: 8879725548 | Isbn-13: 9788879725545 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Corradini Caspani L.

Genere: Fiction & Literature , History

Ti piace L' imperatrice Orchidea?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Sono gli ultimi giorni dell'Impero cinese. Il commercio di oppio con l'Europasta corrodendo il potere della dinastia Ch'ing. Orchidea, una diciassettennedi famiglia aristocratica ma povera, si ritrova improvvisamente alla ribaltaquando viene scelta come concubina dell'Imperatore. L'ingresso nella CittàProibita la porterà in un mondo regolato da rigidi rituali in cui, dietro unafacciata immacolata, si celano tradimenti e omicidi. Le centinaia di concubinesono disposte a qualunque cosa pur di dare un figlio all'Imperatore ediventare così imperatrici. Decisa a non cadere vittima di gelosie e inganni,Orchidea riesce a sedurre l'Imperatore e ad accrescere il suo potere. La Cina,però, si sta sgretolando e lei sarà l'ultima imperatrice.
Ordina per
  • 4

    Seguimi sul blog --> http://lafedelibrovora.blogspot.it/2014/09/recensione-l…

    Il romanzo perfetto per immergersi nella Cina di fine '800, la Cina al massimo del suo splendore e appena prima della rovinosa caduta causata dall'arrivo degli invasori occidentali.< ...continua

    Seguimi sul blog --> http://lafedelibrovora.blogspot.it/2014/09/recensione-limperatrice-orchidea-di.html

    Il romanzo perfetto per immergersi nella Cina di fine '800, la Cina al massimo del suo splendore e appena prima della rovinosa caduta causata dall'arrivo degli invasori occidentali.
    Orchidea è una bella ragazza di origine manciù e decide di candidarsi per diventare una delle sette mogli ufficiali dell'imperatore. Tuttavia non immagina che la vita all'interno della Città Proibita, anche se dorata e immersa nel lusso, è anche ricca di insidie.
    Leggere delle regole, assurde per noi occidentali, che vigevano all'interno del palazzo e estremamente affascinante, proietta l'immaginazione in un mondo fantastico ed è quasi impossibile convincersi che sia esistito davvero.
    Anchee Min interpreta a modo suo il carattere di questa famosa imperatrice cinese, basandosi sulle testimonianze e gli scritti dell'epoca, e ci ripropone l'immagine di una donna assetata d'affetto, pronta a rischiare tutto per proteggere il figlio, intelligente e capace di conquistarsi la fedeltà incondizionata dei suoi servitori.
    Una donna forte in un paese e un'epoca profondamnete maschilista, capace di piegare le leggi a suo favore e governare con saggezza e orgoglio un Stato ormai alla deriva. Un romanzo bello, interessante e anche istruttivo che sono felice di aver letto.

    ha scritto il 

  • 3

    Orchidea è la figlia di un funzionario statale di un piccolo centro della provincia cinese, la sua è una famiglia modesta tanto che alla morte del padre, per rispettare la tradizione di inumare le salme nella terra natale,la ragazza, i due fratelli e la madre con la bara del defunto si trasferisc ...continua

    Orchidea è la figlia di un funzionario statale di un piccolo centro della provincia cinese, la sua è una famiglia modesta tanto che alla morte del padre, per rispettare la tradizione di inumare le salme nella terra natale,la ragazza, i due fratelli e la madre con la bara del defunto si trasferiscono a Pechino , imbarcandosi in un viaggio che li ridurrà sul lastrico: trovano rifugio nella casa di uno zio e Orchidea lavora in un laboratorio che produce scarpe, gestito da una ex dama di corte. Ascoltando i racconti di Grande Sorella Fan, Orchidea impara i segreti della corte e quando con un editto si avvisa la popolazione che l' imperatore intende sposarsi e ricerca una ragazza manciù con determinate caratteristiche, la protagonista riesce ad entrare nella rosa delle candidate. Diventerà non l' imperatrice ma la prima concubina, l'unica in grado di dare all' imperatore un figlio garantendo il futuro della dinastia. Il suo sarà un ruolo di grande prestigio anche se la condannerà all' isolamento nella Città Proibita lontano dalla famiglia e anche dall' amore di un uomo, visto che l' imperatore vive gli incontri con le concubine come un dovere ma senza alcun trasporto sentimentale. Orchidea è una giovane determinata, astuta, in grado di leggere nei cuori delle persone qualità, questa, fondamentale per sopravvivere in un ambiente fatto di tradimenti, gelosie, crudeltà. Il racconto si basa su una storia vera, è la descrizione di un mondo, quello dell' impero cinese, che è arrivato al tramonto dopo la guerra dell' oppio contro gli inglesi, ma ancora è ancorato all' etichetta, che crede nella superstizione e accetta il potere assoluto di sovrani deboli, inetti.

    ha scritto il 

  • 4

    l'orchidea con l'anima di ferro

    bio romanzata dell'imperatrice Cixi,
    scritta in prima persona, va dall'adolescenza fino alla morte dell'imperatore e alla presa del potere da parte di lei, dopo aver fatto decapitare l'unico rivale che ambiva a reggere il regno in attesa del raggiungimento della maggiore età del figlio dell ...continua

    bio romanzata dell'imperatrice Cixi,
    scritta in prima persona, va dall'adolescenza fino alla morte dell'imperatore e alla presa del potere da parte di lei, dopo aver fatto decapitare l'unico rivale che ambiva a reggere il regno in attesa del raggiungimento della maggiore età del figlio dell'imperatore
    intrigantissimo dal punto di vista delle descrizioni storiche e delle spiegazioni sulle dinamiche di corte, più che da quello della storia in sè, che è molto simile a quella di altre concubine che son riuscite a prendere il potere, tipo la Madame Wu della dinastia Tang
    equilibrato dal punto di vista dell'immagine dell'imperatrice, che ne esce abbastanza bene, nonostante tutte le cronache dell'epoca la dipingessero come un'arpia, del resto in epoca confuciana una donna che pensa e persegue un fine deve per forza essere uno "spirito volpe"

    ha scritto il 

  • 3

    Questo libro ha parecchi pregi. Innanzitutto io adoro le storie in cui il protagonista narra in prima persona, proprio come questo.
    Devo dire che la prima parte è piuttosto noiosa e l'autrice poteva evitare di descrivere per filo e per segno la vita della protagonista. Un riassunto breve de ...continua

    Questo libro ha parecchi pregi. Innanzitutto io adoro le storie in cui il protagonista narra in prima persona, proprio come questo.
    Devo dire che la prima parte è piuttosto noiosa e l'autrice poteva evitare di descrivere per filo e per segno la vita della protagonista. Un riassunto breve dei suoi primi anni di vita sarebbe stato meno pesante da leggere. La parte più noiosa però è indubbiamente quella in cui Orchidea deve sostenere le selezioni per diventare una delle concubine. Se non fosse che ci sono delle belle descrizioni dei luoghi e del suo stato di ansia e nervosismo l'avrei saltata a piè pari sinceramente.
    Successivamente, quando attendeva la chiamate dell'imperatore stavo per abbandonare il libro perchè non ne potevo più.
    Diventa leggibile quando lei inizia la sua relazione con Xian Feng. Diventa tutto più interessante perchè innanzitutto il fatto che lei si interessi alla vita politica pur essendo una donna, per di più lei è solo una delle concubine e quindi in posizione decisamente meno rilevante rispetto all'imperatrice, è estremamente affascinante e poi il suo legame con l'imperatore è davvero intrigante.
    La storia del declino della dinastia imperiale poi viene descritta in maniera intelligente. Passo dopo passo il lettore desidera sapere come andrà a finire la lotta tra la Cina e le potenze che la minacciano e fino alla fine questo mistero non verrà risolto, il che rende il tutto più avvincente.

    I personaggi sono realizzati abbastanza bene anche se non ce n'è stato qualcuno che mi ha colpita i particolar modo, a parte Nu Haru che avrei impiccato più volte...
    Libro interessante ma troppo dispersivo. Delle parti potevano essere saltate. E poi la descrizione della monotonia della vita di corte lo rendeva ancor più noioso in alcuni passaggi

    ha scritto il 

  • 4

    Appassionante

    Preso dalla biblioteca come lettura obbligatoria per l'estate, l'ho iniziato di malavoglia. Il libro però ti appassiona fin da subito e ripercorre la vita dell'imperatrice Orchidea dalla giovinezza fino quasi alla sua morte, descrivendo il tutto in modo davvero realistico.
    Mi ha fatto appre ...continua

    Preso dalla biblioteca come lettura obbligatoria per l'estate, l'ho iniziato di malavoglia. Il libro però ti appassiona fin da subito e ripercorre la vita dell'imperatrice Orchidea dalla giovinezza fino quasi alla sua morte, descrivendo il tutto in modo davvero realistico.
    Mi ha fatto apprezzare cose della cultura cinese e fatto desiderare di visitare questo paese, con abitudini parecchio diverse dalle nostre.

    ha scritto il 

  • 4

    Mi capita spesso di passare qualche ora in libreria alla ricerca di nuovi libri e di lasciarmi totalmente guidare dall'estetica della copertina e dal titolo intrigante. Ho comprato questo libro quasi due anni fa, mi aveva affascinato la storia e la copertina rosso fuoco mi aveva attratto così l'h ...continua

    Mi capita spesso di passare qualche ora in libreria alla ricerca di nuovi libri e di lasciarmi totalmente guidare dall'estetica della copertina e dal titolo intrigante. Ho comprato questo libro quasi due anni fa, mi aveva affascinato la storia e la copertina rosso fuoco mi aveva attratto così l'ho comprato e, tornata a casa, ho riposto il libro sul ripiano e lì c'è rimasto. Non l'ho ignorato per svogliatezza ma semplicemente non era arrivato il suo momento. E' passato del tempo e mi sono imbattuta in un documentario su CiXi, imperatrice cinese tra il 1861 e il 1908, e narrava di come questa donna senza sangue reale divenne prima concubina e poi imperatrice. Non venne mai insidiata sul trono e non divenne mai Figlia del Cielo, ma resse l'impero dietro un velo aiutando e spesso "manovrando" lo stesso Imperatore e successivamente suo figlio.
    Come impone la tradizione cinese il trono passa di figlio in figlio, ed era quindi impensabile per una donna, per lo più semplice concubina e quarta moglie dell'Imperatore, parlare all'Assemblea, ecco perchè la stessa CiXi poteva condurre il "gioco" solo dietro un paravento. La Cina in quel periodo era stremata dalla guerra dell'oppio che vedeva le grandi potenze occidentali prendere sempre più piede all'interno dell'Impero, troppo debole e troppo arretrato per poter contrastare i fucili degli invasori. L'imperatore Xian Feng ereditò quindi un Impero lacerato e lui stesso non riuscì a migliorare la situazione e si trincerò spesso nell'orgoglio. In quanto Figlio Divino non gli poteva essere negata la soluzione del problema dagli stessi avi, invece di governare si limitava a pregare gli spiriti alla ricerca di segni e di aiuti ultraterreni. CiXi ottenne i favori e l'amore del suo sposo e lo aiutò a svolgere il suo compito, iniziò così a presiedere dietro un velo le Assemblee e a leggere i resoconti delle province. Capì subito che per uscire da questa guerra serviva rinsaldare i rapporti con tutta la Cina.La storia ci racconta come CiXi fosse una donna dura e maligna, interessata solo al potere. Attraverso questo libro invece conosciamo la parte più dolce di una donna che ha amato realmente l'Imperatore ma ancora di più ha amato il suo stesso paese, che ha cercato di difendere sino all'ultimo anno del suo Impero.
    Il nostro libro inizia quando incontriamo Orchidea mentre con la madre, il fratello e la sorella portano il feretro del padre a Pechino per la degna sepoltura. La famiglia, povera e ridotta sul lastrico, chiede aiuto ai parenti che vivono ai piedi della Città Proibita, lì Orchidea lavora e trova conforto in una vecchia signora che confeziona scarpe e che un tempo era dama di compagnia della defunta Imperatrice. Orchidea, desiderosa di riscattare la sua stessa famiglia, finisce per fidanzarsi con il cugino ma cerca in tutti i modi di ribellarsi al suo destino e, conscia della sua bellezza e delle sue origini Manciù, si iscrive alle liste per diventare una delle cento concubine che entreranno nella Città Proibita. Inizia così il libro che ci fa conoscere una CiXi giovane e innamorata, fragile ma al contempo molto intelligente e scaltra. Impariamo cosa sia la vita di corte dell'epoca e quale ruolo avessero all'interno della vita quotidiana gli eunuchi, giovani uomini evirati che diventavano servi fedeli delle concubine con cui condividevano la pena della mutilazione e della solitudine.
    È un libro avvincente, dolce ma anche crudele per la complessità della vita di questa giovane ragazza. Ho letto volentieri queste pagine che mi hanno aiutata ad avere un quadro più completo di CiXi.

    http://readingattiffanys.blogspot.com/2010/12/limperatrice-orchidea.html

    ha scritto il 

  • 5

    l'imperatrice orchidea

    tratta la storia dell'ultima imperatrice cinese Cixi. nella storia attuale questa donna era stata mal vista perchè secondo la storia moderna era un'imperatrice malvagia che pensava solo a se stessa.
    nel libro l'autrice ci fa scorgere il punto di vista di Cixi, cè la fa conoscere prima coe u ...continua

    tratta la storia dell'ultima imperatrice cinese Cixi. nella storia attuale questa donna era stata mal vista perchè secondo la storia moderna era un'imperatrice malvagia che pensava solo a se stessa.
    nel libro l'autrice ci fa scorgere il punto di vista di Cixi, cè la fa conoscere prima coe una ragazzina appartenente ad una famiglia povera ma di nobili origini che pur di evitare un matrimonio sbagliato fa le selezioni per diventare una delle moglio dell'imperatore Xiang-Fen.
    ottenuto il titolo di imperatrice può finalmente dare una vita agiata a ciò che rimane della sua famiglia.
    purtroppo però la vita di palazzo è una continua guerra tra donne per ottenere le cortesie dell'imperatore ecco perchè per andare avanti ha bisogno di fidi alleti come gli eunuchi...
    di più non voglio svlare perchè se no il libro perde il suo fascino però lo consiglio vivamente a tutti coloro che vogliono vivere o immedesimarsi in questa donna dal carattere forte, o at tutti coloro che sono solo curiosi di capire come si svolgeva la vita in una corte cinese.

    ha scritto il