Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L' invisibile linea d'argento

Di

Editore: Mondadori, Crossover

3.5
(26)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 224 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8804594381 | Isbn-13: 9788804594383 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Fiction & Literature , Sports, Outdoors & Adventure , Teens

Ti piace L' invisibile linea d'argento?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Eugenio è in volo verso il Messico, lontano dall'Italia, dagli amici, dalla famiglia. Lontano dall'abisso senza ritorno in cui si è lanciato Manfredi, gettandosi da un ponte in una notte di mezza luna, nella sua ennesima, assurda sfida alla vita.
Il Messico di Eugenio ha il profumo della natura selvaggia, di cibi speziati, di lavoro duro e di cavalcate verso l'orizzonte, di libertà. Ha i volti di Victor, l'indecifrabile padrone dell'allevamento di cavalli, di Pilar e del suo antico amore per un rivoluzionario italiano, di Luz con la sua criniera fiera e lucente, di Rocío, la ragazza ribelle pronta a sfidarlo, a stupirlo, a innamorarsi.
Eugenio è in volo verso l'Italia, chiamato a fare i conti con il proprio passato, a scoprire quale segreto si nasconde dietro il suicidio di Manfredi, a inseguire l'invisibile linea d'argento della sua vita.
Ordina per
  • 4

    Imparare la vita imperfetta

    In una sera come tante, Manfredi, diciassette anni, si butta da un ponte e per un ragazzo sempre alla ricerca di nuovi brividi e per il quale, così come spiegava all’amico Eugenio, la vita dopo vent’anni non aveva più senso, si tratta, forse, di una fine annunciata.
    Comincia così il nuovo r ...continua

    In una sera come tante, Manfredi, diciassette anni, si butta da un ponte e per un ragazzo sempre alla ricerca di nuovi brividi e per il quale, così come spiegava all’amico Eugenio, la vita dopo vent’anni non aveva più senso, si tratta, forse, di una fine annunciata.
    Comincia così il nuovo romanzo di Paola Zannoner, con la morte di Manfredi e con Eugenio che, dopo quella tragedia, parte per il Messico, ospite nell’hacienda di Victor, uno dei vecchi amici di università dei suoi genitori e allevatore di cavalli. Partito controvoglia, per decisione dei suoi, Eugenio arriva in Messico stordito dalla perdita dell’amico e più straniero a sé stesso che alle persone che lo ospitano. Tuttavia, sarà proprio nello spazio silenzioso e spoglio dell’hacienda che Eugenio troverà la condizione e gli stimoli necessari a fare chiarezza su quella morte e su un’amicizia nella quale da tempo non si sentiva più a suo agio.
    Paola Zannoner, scrittrice per adolescenti tra le più valide, affronta con questo romanzo temi profondi e importanti e lo fa portando Eugenio a confrontarsi con le figure chiave della storia: Pilar, l’anziana madre di Victor, testimone di una vita lunga e vissuta pienamente, fedele alle proprie scelte; Rocìo, ragazzina indomita e nipote di Victor, con cui Eugenio scopre il lato solare dell’amicizia; Victor stesso, che proprio nell’hacienda da cui voleva fuggire ha trovato infine il suo posto; e poi Luz, la cavalla con cui Eugenio imparerà a cavalcare e tramite la quale, per la sintonia che si crea tra il sentire dell’uomo e dell’animale, il ragazzo scioglierà le tensioni e i nodi di quell’ansia che gli impediva un contatto primigenio con il mondo.
    Non sono semplici le domande per le quali Eugenio cerca una risposta, ma, al di là delle molte riflessioni, emerge nel romanzo il confronto Pilar/Manfredi: da una parte la vita con il peso degli anni, la convivenza con il bilancio delle proprie scelte, fondamento del proprio futuro e dall’altra un bruciare rapido, la convinzione che la pienezza della vita stia tutta nel brivido di qualche ora e che la coscienza vada tenuta al riparo dal dolore e dai suoi affanni.
    La scrittura della Zannoner dà vita a una serie di personaggi che escono dalla pagina per offrire un ritratto vivo dei ragazzi di oggi, con le loro fragilità e insicurezze, l’incertezza del domani nel confronto continuo con le generazioni passate.

    ha scritto il 

  • 4

    Un coraggioso approccio a quell'inquietudine tipica dell'età giovanile, pericoloso ostacolo nel percorso di crescita, serpeggiante sentimento d'insoddisfazione che maschera d'illusorietà il conseguimento di una vita piena. L'ho trovato un romanzo coraggioso che aiuterebbe, oltre ai giovani cui è ...continua

    Un coraggioso approccio a quell'inquietudine tipica dell'età giovanile, pericoloso ostacolo nel percorso di crescita, serpeggiante sentimento d'insoddisfazione che maschera d'illusorietà il conseguimento di una vita piena. L'ho trovato un romanzo coraggioso che aiuterebbe, oltre ai giovani cui è diretto, tanti genitori. Grazie alla mia bambina che me ne ha fatto dono!

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Libro

    Questo è uno dei "veri" libri che incontro dopo un po' di tempo dall'ultimo che ho letto. é fantastico, intrigante, i fatti del presente si alternano con emozionanti playback......
    L'autrice è stata bravissima nell'inserire un discorso dentro l'altro, ad aprire parentesi, monologhi, rifless ...continua

    Questo è uno dei "veri" libri che incontro dopo un po' di tempo dall'ultimo che ho letto. é fantastico, intrigante, i fatti del presente si alternano con emozionanti playback......
    L'autrice è stata bravissima nell'inserire un discorso dentro l'altro, ad aprire parentesi, monologhi, riflessioni, descrizioni poetiche, playback e piccoli spazi dedicati alla storia del Messico.
    I personaggi sono ben presentati e tratteggiati, da Rocìo el diablo a Manfredi, il ragazzo sempre alla ricerca di qualcosa, ma cosa? Questo romanzo su sfondo messicano, ben scritto e fluido, aprirà le porte del vostro cuore e vi darà l'illusione di essere a cavallo, col vento in faccia, nelle sperute colline del Mexico, per ampliare i vostri orizzonti.

    ha scritto il