Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L' ultimo bambino nei boschi

Come riavvicinare i nostri figli alla natura

Di

Editore: Rizzoli

4.0
(12)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 274 | Formato: Altri

Isbn-10: 8817010006 | Isbn-13: 9788817010009 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: S. Beltrame , A. Zucchetti

Genere: Non-fiction , Science & Nature , Sports, Outdoors & Adventure

Ti piace L' ultimo bambino nei boschi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
I bambini passano sempre più tempo chiusi in casa o in classe e sempre menoall'aria aperta. Sta crescendo una generazione per la quale la natura non èpiù l'"ambiente naturale", ma qualcosa di esotico ed estraneo, spesso vissutocome pericoloso. In questo libro si definisce il "disturbo da deficit dinatura" ma anche i metodi per aiutare genitori e figli a stabilire un contattodiretto con la natura, formidabile strumento per sconfiggere altri disturbi emalattie dell'infanzia e dell'adolescenza, dall'obesità al deficit diattenzione alla depressione, e favorire il pensiero critico, la capacità dirisolvere i problemi e la creatività.
Ordina per
  • 2

    Ho fatto davvero fatica a finirlo, tra l'altro ha un prezzo eccessivo per un'edizione scarsamente curata. Bello l'argomento, ma di certo le cose che dice forse sono applicabili in America, qui in Italia i suoi concetti sono scontati.

    ha scritto il 

  • 3

    Vuole dimostrare una tesi ma porta pochi dati scientifici e le altre fonti sono raccolte in modo poco ortodosso. La tesi mi piace, ma non è mentendo (o non dicendo tutta la verità o, come spesso in questo libro, fornendo solo i dati utili alla tesi) che si vincono le cause - quantomeno non a lung ...continua

    Vuole dimostrare una tesi ma porta pochi dati scientifici e le altre fonti sono raccolte in modo poco ortodosso. La tesi mi piace, ma non è mentendo (o non dicendo tutta la verità o, come spesso in questo libro, fornendo solo i dati utili alla tesi) che si vincono le cause - quantomeno non a lungo termine -

    ha scritto il