Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L' uomo della sabbia e altri racconti

Di

Editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

3.9
(412)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 174 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Tedesco , Inglese

Isbn-10: 8817124079 | Isbn-13: 9788817124072 | Data di pubblicazione:  | Edizione 4

Traduttore: E. Pocar

Disponibile anche come: Paperback , Tascabile economico , Copertina rigida

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy

Ti piace L' uomo della sabbia e altri racconti?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Capolavoro tra i più famosi della narrativa fantastica, "L'Uomo della sabbia" è la storia dell'ambiguo avvocato Coppelius, del suo alter ego, l'artigiano Giuseppe Coppola, e, al tempo stesso, racconta la passione amorosa, incontrollabile e diretta verso la follia, dello studente Nataniele e di Ol ...continua

    Capolavoro tra i più famosi della narrativa fantastica, "L'Uomo della sabbia" è la storia dell'ambiguo avvocato Coppelius, del suo alter ego, l'artigiano Giuseppe Coppola, e, al tempo stesso, racconta la passione amorosa, incontrollabile e diretta verso la follia, dello studente Nataniele e di Olimpia, fanciulla fredda e distante come una bambola meccanica. Con i disegni, febbrili, inquieti e, al solito, magistrali, di Fabian Negrin, uno dei più celebrati maestri della nuova illustrazione italiana. IN REte.

    L'uomo della sabbia ti trasporta in altri tempi dove la paura si veste di fiaba ed i suoi racconti sembrano incubi molto reali; è stato l'uomo della sabbia di Lars Kepler a spingermi a leggere questo libro, nell'ultimo libro di Kepler vi sono vari riferimenti all'uomo della sabbia di Hoffmann, un altro Edgar A. Poe con i suoi racconti da incubo, mentre un Edgar A. Poe di questi tempi potrebbe benissimo essere Lars Kepler, con i suoi racconti da incubo che io definirei, per rimanere in tema ..., "Fiabe Terribili". Naturalmente il racconto più bello resta L'uomo della sabbia, sia quello moderno che quello di altri tempi, son tutti belli, buona lettura.

    ha scritto il 

  • 3

    sarebbe interessante, per una volta, provare le gioie della condivisione senza che rinasca sempre questa brutta impressione di un furto: come se l'altro simile a te ti togliesse l'aria e il fiato, lo sguardo e l'attenzione. che cosa ridicola e meschina (una forma della tirchieria) è sentirsi cost ...continua

    sarebbe interessante, per una volta, provare le gioie della condivisione senza che rinasca sempre questa brutta impressione di un furto: come se l'altro simile a te ti togliesse l'aria e il fiato, lo sguardo e l'attenzione. che cosa ridicola e meschina (una forma della tirchieria) è sentirsi costantemente separato, minacciato anzi dalla più ovvia delle circostanze, essere la carne una cosa comune: essere l'individuo una necessità dolorosa.

    ma è possibile invidiare le folle e quelli che si struggono in massa, è mai possibile non provare disprezzo per cui colui che parlando non sa di ripetere i tuoi pensieri e si guarda attorno come fossero suoi, persino soddisfatto: i tuoi pensieri, che tu sai così stupidi e insufficienti, fioriscono invece come specie nuove sulla bocca di quell'idiota: egli ne è contento (o finge, magari prova lo stesso tuo dispetto e quindi è due volte odioso), per lui la parola consumata è ancora bella e chi lo sente si fa ingannare: dal suo volte felice deduce la felicità del verso, che invece è stento e caprino e chi meglio di te può dirlo, visto che è l'unico a ronzarti in mente?

    oh, ma tutto col tempo ti diventa stupidità e vanità, tutto si ripete, la semplice idea del cambiamento è chimerica e c'è addirittura chi gode di pensare la stessa cosa, quelli che ti trovano saggio perchè pensi come loro, vicino perchè parli come loro, quando in realtà tu non pensi affatto in quel modo eppure invece si, pensi proprio così, la somiglianza è innegabile ma tu la rifiuti. e rifiuti il loro sentimento, che è come quello dei cani: sciocco ma innocente, in fondo è innocuo, e appunto, in fondo è nulla. una parola, poche parole e sempre le stesse fanno ripartire la masticazione della solfa eterna, il discorso in cui ti avvoltoli da anni senza costrutto e anzi con danno, poche parole che sono cenere e sabbia, forma e riflesso.

    ha scritto il 

  • 4

    Racconti: - L'uomo della sabbia **** - Le avventure della notte di S. Silvestro **** - Il consigliere Krespel **** - La sfida dei cantori **** - Mastro Martino il bottaio e i suoi garzoni ****

    ha scritto il 

  • 3

    Mi aspettavo di più, sinceramente. Le atmosfere di Hoffmann sono decisamente di fine romanticismo, e non mi hanno presa così tanto (per quanto sì, l'analisi dei moti psichici etc etc sia di certo interessante). Volendo dare un voto ad ogni racconto:
    L'uomo della sabbia ****
    La notte di San Silves ...continua

    Mi aspettavo di più, sinceramente. Le atmosfere di Hoffmann sono decisamente di fine romanticismo, e non mi hanno presa così tanto (per quanto sì, l'analisi dei moti psichici etc etc sia di certo interessante). Volendo dare un voto ad ogni racconto: L'uomo della sabbia **** La notte di San Silvestro *** Il consigliere Crespel **1/2 La casa deserta ***1/2 Il voto **

    ha scritto il 

  • 4

    Trovato sulla bancarella esterna di un Reminders, è una raccolta di racconti fra il surreale e l'horror, scritta nel tipico, verboso stile ottocentesco comune agli scrittori di quel periodo, da Hoffmann a Poe da Lovecraft a Hawthorne ecc.
    Una lettura gradevole, ma certe volte trovo la scrittura o ...continua

    Trovato sulla bancarella esterna di un Reminders, è una raccolta di racconti fra il surreale e l'horror, scritta nel tipico, verboso stile ottocentesco comune agli scrittori di quel periodo, da Hoffmann a Poe da Lovecraft a Hawthorne ecc. Una lettura gradevole, ma certe volte trovo la scrittura ottocentesca un po' lenta.

    ha scritto il 

  • 4

    Hoffmann è il clou del romanticismo tedesco!
    Il racconto portante è L'uomo della sabbia o Mago sabbiolino (Der Sandmann) che è la figura fiabesca che viene nominata ai bambini quando si stanno cecando di sonno: è passato il mago sabbiolino e ti ha buttato sabbia negli occhi per farti addor ...continua

    Hoffmann è il clou del romanticismo tedesco! Il racconto portante è L'uomo della sabbia o Mago sabbiolino (Der Sandmann) che è la figura fiabesca che viene nominata ai bambini quando si stanno cecando di sonno: è passato il mago sabbiolino e ti ha buttato sabbia negli occhi per farti addormentare. "È un racconto complesso che affronta innanzi tutto il tema dell'ambiguità e, tratto tipicamente romantico, indaga l'immaginario dell'automa."

    ha scritto il 

  • 5

    After reading Hoffmann's Mademoiselle de Scudéri I decided that when we went to Berlin I should try and find some more of his stories, perferably in dual language. However, I had NO luck! It seems Germans just don't make dual language books of his, at least not for sale in regular book shops (I s ...continua

    After reading Hoffmann's Mademoiselle de Scudéri I decided that when we went to Berlin I should try and find some more of his stories, perferably in dual language. However, I had NO luck! It seems Germans just don't make dual language books of his, at least not for sale in regular book shops (I should probable check amazon.de). So instead Bill made me a very lovely dual language copy of Der Sandmann.

    I really enjoyed reading this. Normally when I read dual language I get frustrated taking the time to read the other language and just want to get on with the story. But reading the German just added more, I loved the sound of it, picking out the words and sentances I knew. (I think I had about 30 percent comprenhension even after reading the English!) But still having the original did add to my enjoyment.

    I really loved the story. I loved how the man was the irrational fearful character and the woman was the voice of reason. I thought the story was spooky and suspensful. I loved the psychological drama of the childhood fear and the way the "sandmann" cast his spell on the hero. I really do want to find more works by Hoffmann as everything I've read of his I've loved, though hopefully I'll find them also in dual language!

    ha scritto il 

  • 4

    Perturbante!

    rnst Theodor Amadeus Hoffmann è stato un rappresentante (per molti minore, per me esimio) del romanticismo tedesco. I suoi racconti e romanzi non attingono tanto alle tematiche tipiche dello Sturm und Drang, quanto piuttosto al gusto del fiabesco e del leggendario. Sono indubbiamente coinvolgenti ...continua

    rnst Theodor Amadeus Hoffmann è stato un rappresentante (per molti minore, per me esimio) del romanticismo tedesco. I suoi racconti e romanzi non attingono tanto alle tematiche tipiche dello Sturm und Drang, quanto piuttosto al gusto del fiabesco e del leggendario. Sono indubbiamente coinvolgenti le atmosfere fantastiche da lui create, le dimensioni irreali e oniriche, le situazioni magiche che spesso sfociano nello spettrale e nel sinistro. Consiglio assolutamente il racconto, "L'uomo della sabbia", contenuto in "Racconti notturni"; la narrazione suscitò anche l'interesse di Freud, che sottolineò come la paura di vedersi strappati gli occhi che ossessiona il protagonista sia una tipica angoscia infantile collegabile al complesso edipico. A chi è appassionato anche di musica classica, suggerisco l'ascolto dell'opera "I racconti di Hoffmann" del grande compositore Offenbach. Alo stesso modo, è meraviglioso il racconto "Schiaccianoci e re dei topi", un' inquietantissima fiaba da cui ha tratto ispirazione Ciajkovskij è ispirato per la creazione del celebre balletto "Lo Schiaccianoci".

    ha scritto il