L'abate nero

Di

Editore: Gruppo Editoriale Newton - Secolo XIX

3.4
(203)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 223 | Formato: Tascabile economico

Isbn-10: 8854101087 | Isbn-13: 9788854101081 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Paperback , eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli

Ti piace L'abate nero?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Racconta un'antica leggenda che, più di settecento anni or sono, Hubert di Redruth, abate di Chelfordbury, fu assassinato per ordine del conte di Chelford. Si dice che da quel momento il suo fantasma abbia cominciato a sconvolgere le tranquille esistenze degli abitanti del piccolo villaggio del Sussex con urla e lamenti disumani. Nessuno l'ha però mai visto. Ma improvvisamente, un giorno, il fantasma fa la sua comparsa nel tenebroso castello di Fossaway dove, fra l'altro, pare che quattrocento anni prima fosse stato nascosto un ingente tesoro, di cui si è smarrita ormai ogni traccia. La coincidenza non può non destare sospetti, tanto più che alle due leggende si aggiunge un misterioso delitto.
Ordina per
  • 4

    Una sorpresa

    Una sorpresa perchè quando ho iniziato non mi aspettavo che mi sarebbe piaciuto oltre le 3 stelle (nel caso non fosse stato una bruttura).
    Non è che io sia una grandissima esperta di gialli, però fin ...continua

    Una sorpresa perchè quando ho iniziato non mi aspettavo che mi sarebbe piaciuto oltre le 3 stelle (nel caso non fosse stato una bruttura).
    Non è che io sia una grandissima esperta di gialli, però fin da subito ho avuto la sensazione che questo fosse un giallo un po' diverso dal solito (assassinio-detective-indagini).
    Comunque la lettura è stata davvero piacevole: scorre e tiene viva la curiosità del lettore. Devo dire che per essere un libro degli anni 20 è invecchiato davvero bene!
    Tra i vari personaggi subito Dick si è conquistata la mia simpatia e verso la fine ho rivalutato qualcuno come Leslie e Gilder..Gilder, insomma, giusto perchè ha mostrato anche un lato diverso.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    0

    ll'inizio ho trovato un po' di caos riguardo i personaggi, non ricordavo i nomi e le parentele...però è bastata qualche altra pagina per chiarirmi bene tutto ed infatti poi il llibro l'ho apprezzato.
    ...continua

    ll'inizio ho trovato un po' di caos riguardo i personaggi, non ricordavo i nomi e le parentele...però è bastata qualche altra pagina per chiarirmi bene tutto ed infatti poi il llibro l'ho apprezzato.
    Tra i vari personaggi i miei preferiti sono stati, da subito, Dick e Leslie.

    Tifavo enormemente per loro perché potessero mettersi insieme e alla fine sono stata accontentata però ne hanno dovute passare tante prima.

    Se proprio devo trovare un difetto a questo libro devo dire che sono rimasta un po' perplessa per come si è conclusa la faccenda dell'abate nero ma in generale è un libro che non mi ha mai annoiata e quindi lo promuovo.

    ha scritto il 

  • 4

    Giallo particolarmente datato ... da prendere con calma e non dimenticando l'epoca in cui è stato scritto
    la storia è in ogni caso carina .... non ti tiene li col fiato sospeso ma si lascia leggere .. ...continua

    Giallo particolarmente datato ... da prendere con calma e non dimenticando l'epoca in cui è stato scritto
    la storia è in ogni caso carina .... non ti tiene li col fiato sospeso ma si lascia leggere ..... io direi una compagnia per quei giorni in cui non ci vuole impegnare troppo e si vuole leggere qualcosa di "facile"

    ha scritto il 

  • 3

    Giallo classico

    Bello, ma non è proprio quel tipo di romanzo che ti tiene incollato alla pagina (o al display del Kindle come nel mio caso). Ho fatto confusione con i (non troppi) personaggi all'inizio. Quando la sit ...continua

    Bello, ma non è proprio quel tipo di romanzo che ti tiene incollato alla pagina (o al display del Kindle come nel mio caso). Ho fatto confusione con i (non troppi) personaggi all'inizio. Quando la situazione s'è chiarita ho cominciato ad apprezzarlo, ma non decolla fino a quasi la metà. Tutto sommato non male, un classico nel suo genere, credo che si debba passare da Edgar Wallace se si vuole conoscere il giallo. Sembra di vedere un film in bianco e nero con James Stewart: affascinante anche se oggigiorno siamo abituati ad altri ritmi e altre atmosfere. Lettura piacevole in ogni caso. Prezzo eccezionale: 0,49 euro, solo in digitale. Attenzione: nella versione Kindle è ripetuto due volte il capitolo 29 e manca il 30! Per leggerlo me lo sono scaricato (e pagato) una seconda volta, ma da iBookstore (su iPad o iPhone). Lì invece tutto ok. Consigliato, davvero l'ideale per una giornata di pioggia e un bel tè caldo.

    ha scritto il 

  • 4

    E' sicuramente un giallo molto datato, Wallace è morto nel '32, ma se si riesce a superare questo e pure le ingenuità contenute nel testo, la lettura è molto godibile. Wallace è maestro nel creare la ...continua

    E' sicuramente un giallo molto datato, Wallace è morto nel '32, ma se si riesce a superare questo e pure le ingenuità contenute nel testo, la lettura è molto godibile. Wallace è maestro nel creare la suspence.

    ha scritto il 

  • 3

    Giallo datato ma scorrevole e piacevole.

    Un libro comprato praticamente in una sosta durante un viaggio. Non conoscevo Edgar Wallace e cercavo una lettura leggera: invece il libro si è rivelato piacevolmente scorrevole e intrigante, anche se ...continua

    Un libro comprato praticamente in una sosta durante un viaggio. Non conoscevo Edgar Wallace e cercavo una lettura leggera: invece il libro si è rivelato piacevolmente scorrevole e intrigante, anche se non mi ha colpito particolarmente.

    ha scritto il 

  • 4

    Bel giallo

    A tratti inquietante e a tratti molto divertente, in particolare il personagio della signora Mary mi ha molto divertito. E' un bel giallo da leggere con una buona tazza di tè durante una giornata di p ...continua

    A tratti inquietante e a tratti molto divertente, in particolare il personagio della signora Mary mi ha molto divertito. E' un bel giallo da leggere con una buona tazza di tè durante una giornata di pioggia, a rabbrividire.
    A differenza di altri non l'ho trovato macchinoso il finale, anzi, credo che ci si potesse giocare anche di più, alla fine quello che sembrava un giallo assurdo si risolve con un elemento così comune nelle nostre vite: la follia.

    ha scritto il