Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L'abbazia di Northanger

Di

Editore: Newton & Compton

3.8
(3927)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 184 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Tedesco , Francese , Spagnolo , Chi semplificata , Catalano , Greco , Svedese , Portoghese , Olandese , Polacco , Danese , Ungherese , Giapponese , Ceco , Russo , Farsi , Coreano

Isbn-10: 887983603X | Isbn-13: 9788879836036 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Elena Grillo

Disponibile anche come: Paperback , Tascabile economico , Copertina rigida , eBook , Copertina morbida e spillati

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Romance

Ti piace L'abbazia di Northanger?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Una storia d'amore sboccia nella cittadina termale inglese di Bath tra ungiovane e benestante pastore anglicano e la protagonista del romanzo, Catherine Morland. Creduta una ricca ereditiera, Catherine viene invitata dal padredel fidanzato nella residenza di famiglia, l'ex-abbazia di Northanger. Qui laprotagonista vive, in uno scambio tra fantasia e realtà, banali eventi quotidiani alterandoli alla luce di immaginarie atmosfere di terrore, tanto da mettere a repentaglio il rapporto sentimentale appena nato. Celebrazione dei ritid'iniziazione sociale della borghesia inglese di provincia, quest'opera dellaAustin rappresenta una sottile parodia del romanzo sentimentale e soprattuttodel romanzo gotico.
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Quelli che mi lasciano proprio senza fiato sono i libri che quando li hai finiti di leggere e tutto quel che segue....

    "Devo confessare che il suo affetto non era nato da niente più che che la gratitudine, o, in altre parole, la convinzione della predilezione di lei per lui era stata unica causa per fargliela considerare seriamente. Si tratta di una circostanza nuova nei romanzi , riconosco, e terribilmente offen ...continua

    "Devo confessare che il suo affetto non era nato da niente più che che la gratitudine, o, in altre parole, la convinzione della predilezione di lei per lui era stata unica causa per fargliela considerare seriamente. Si tratta di una circostanza nuova nei romanzi , riconosco, e terribilmente offensiva della dignità di una eroina; ma se è altrettanto nuova nella vita comune, il credito di una fervida immaginazione sarà almeno tutto mio."

    L'happy ending della Jane Austen giovanile è poco romantico e più sarcastico e io la amo in ogni salsa. C'è la parodia del romanzo gotico lacrimastrappa e la sua solita ironia che fanno ridacchiare beatamente per tutto il libro. Parafrasando il giovane Holden avrei voglia che la Austen fosse mia amica per la pelle per poterla chiamare al telefono tutte le volte che mi gira: sono certissima che ci faremmo un sacco di risate.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    Oh dear, I loved this book for so many reasons!

    I'm aware that Northanger Abbey is supposed to be a parody to Radcliffe's gothic novels and that Janeites don't generally consider it one of Jane's greatest work, but as a reader I'm entitled to say that this book was brilliant.
    Northan ...continua

    Oh dear, I loved this book for so many reasons!

    I'm aware that Northanger Abbey is supposed to be a parody to Radcliffe's gothic novels and that Janeites don't generally consider it one of Jane's greatest work, but as a reader I'm entitled to say that this book was brilliant.
    Northanger Abbey is so filled with irony and wit, that I found myself smiling throughout the majority of it.

    The characters were all amazingly portrayed in their own way: I grew fond of Catherine Morland from the very first pages -her fervid imagination and illusory expectations, her romantic and idealistic view of life, her making fool of herself and her incapability of flirting with handsome Mr. Tilney properly... one of us, really.
    Mrs. Isabella Thorpe was just as silly -but literarily funny- as some actual people I've met, and a true fangirl at heart. John, Isabella's brother, was boredom at its finest (second, maybe, to Mr. Collins) and don't get me started on how good humoured, smart and fascinating Mr. Tilney is!

    The book has also struck me for the contemporary taste of a couple of scenes; the first one involved Catherine and the Mysteries of Udolpho's ending: she begged her best friend Isabella not to tell her a single word about the book she was still reading and this is proof enough of how annoying spoilers have always been since humans' memory.
    The second one was about Mr. Thorpe's obsession with his vehicle. A most men's classic.

    Besides I really appreciated Jane Austen's narrative presence and her comments on writing. And the fact that I easily managed to read one of her book in English (when I thought I wouldn't make it till the end) -well, that counts as yet another reason why I enjoyed Northanger Abbey so much.

    On the down side though, I have to admit I was expecting a heart-breaking, passionate declaration of love by Mr. Tilney. Well, that never happened :(

    ha scritto il 

  • 4

    Nella mia profonda ignoranza (non ho mai letto nulla della Austen...) dico che questo romanzo m'è piaciuto. Mi ha sorpreso il tono ironico che usa e la caricatura delle vicende e dei personaggi, è divertente e sicuramente qualche risata ve la farà fare. Mi aspettavo giusto un po' più di scene ded ...continua

    Nella mia profonda ignoranza (non ho mai letto nulla della Austen...) dico che questo romanzo m'è piaciuto. Mi ha sorpreso il tono ironico che usa e la caricatura delle vicende e dei personaggi, è divertente e sicuramente qualche risata ve la farà fare. Mi aspettavo giusto un po' più di scene dedicate al romanzo gotico, ma per il resto soddisfattissima.
    Credo sia ora che io legga anche altro di suo!

    ha scritto il 

  • 3

    questo breve romanzo dalle sfumature leggermente noir, è attraversato pagina dopo pagina dall'amabile ironia, intelligente ed arguta, della sua Autrice, che ci fa sorridere quando calca la mano sull'ingenuità di Catherine, che riceverà qualche "dritta" dal razionale, comprensivo e saggio Henry; o ...continua

    questo breve romanzo dalle sfumature leggermente noir, è attraversato pagina dopo pagina dall'amabile ironia, intelligente ed arguta, della sua Autrice, che ci fa sorridere quando calca la mano sull'ingenuità di Catherine, che riceverà qualche "dritta" dal razionale, comprensivo e saggio Henry; o quando ci rivela la civetteria e la superficialità di Isabella nel correre dietro ai soldi prima ancora che ai ragazzi...

    E' un classico molto carino, soprattutto per chi ama l'autrice in questione e ne apprezza l'arguzia e il suo dar spazio al tema sentimentale senza scadere mai nel patetico!

    http://chicchidipensieri.blogspot.it/2013/09/breve-recensione-labbazia-di-northanger.html

    ha scritto il 

  • 4

    Non avevo mai letto nulla della Austen, e mi è parecchio piaciuta. Non credo che si possano leggere i suoi romanzi tutti di seguito perchè forse potrebbe apparire ripetitiva. Parla del suo mondo con acuta ironia e consapevolezza, risultando a tratti ancora molto attuale. Lo so che sto scoprendo l ...continua

    Non avevo mai letto nulla della Austen, e mi è parecchio piaciuta. Non credo che si possano leggere i suoi romanzi tutti di seguito perchè forse potrebbe apparire ripetitiva. Parla del suo mondo con acuta ironia e consapevolezza, risultando a tratti ancora molto attuale. Lo so che sto scoprendo l'acqua calda, ma avendola ritrovata solo adesso posso solo dire che diventerà una lettura periodica (come Conand Doyle, la Nèmirovsky ed altri)

    ha scritto il 

  • 3

    El libro me gustó solamente por la forma en la que escribe Austen, pero la protagonista se me hizo de los más desesperante y la historia no logro atraparme.

    ha scritto il 

  • 4

    Come racconta l'autrice nell'ultima frase ''Lascio stabilire a chi di dovere se quest'opera tende a raccomandare la tirannia dei padri o a ricompensare la disobbedienza dei figli''.
    Rispetto ad altri suoi romanzi ho trovato che questo abbia voluto trattare temi molto più moderni, tipo appu ...continua

    Come racconta l'autrice nell'ultima frase ''Lascio stabilire a chi di dovere se quest'opera tende a raccomandare la tirannia dei padri o a ricompensare la disobbedienza dei figli''.
    Rispetto ad altri suoi romanzi ho trovato che questo abbia voluto trattare temi molto più moderni, tipo appunto la disobbedienza ma anche la passione della nostra eroina per storie dell'orrore.
    Anche a livello di narrazione ho trovato alcune differenze, infatti la Austen interveniva nel racconto per spiegare o semplicemente per commentare delle vicende.

    ha scritto il 

  • 4

    Protagonista un' "eroina", ingenua come poche, tanto appassionata ai romanzi gotici da distorcere la realtà e immaginare misteri e delitti mai avvenuti nell'abbazia di Northanger di cui è ospite.
    A tratti, la Austen sembra quasi farsi beffa di lei.
    Romanzo scorrevole, ironico.
    Q ...continua

    Protagonista un' "eroina", ingenua come poche, tanto appassionata ai romanzi gotici da distorcere la realtà e immaginare misteri e delitti mai avvenuti nell'abbazia di Northanger di cui è ospite.
    A tratti, la Austen sembra quasi farsi beffa di lei.
    Romanzo scorrevole, ironico.
    Questo ho amato di questo romanzo, l'inganno e il disinganno, il non saper distinguere fantasia e realtà. Questo ho amato più delle vicende sentimentali.

    Ah, e ho amato una definizione del romanzo, che corona un mezzo capitoletto dedicato alla difesa di questo genere "minore":

    "E che cosa leggete signorina...?" "Oh, soltanto un romanzo!" risponde la signora; mentre depone il libro con ostentata indifferenza o improvvisa vergogna. "È solo Cecilia o Camilla o Belinda"; soltanto, in breve, un'opera nella quale si dispiegano i maggiori poteri della mente, nella quale la più profonda conoscenza della natura umana, la più felice descrizione delle sue varietà, il più vivo effondersi di spirito e umorismo vengono espressi nel linguaggio migliore.

    ha scritto il 

Ordina per