Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Rechercher Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L'alchimiste

By

3.9
(19062)

Language:Français | Number of pages: 252 | Format: Others | En langues différentes: (langues différentes) English , Spanish , Chi traditional , Chi simplified , Italian , Swedish , German , Portuguese , Korean , Dutch , Norwegian , Finnish , Danish , Catalan , Japanese , Slovenian , Polish , Greek , Galego , Basque , Turkish , Croatian , Czech , Hungarian

Isbn-10: 291018837X | Isbn-13: 9782910188375 | Publish date: 

Aussi disponible comme: Paperback , Hardcover , Mass Market Paperback

Category: Fiction & Literature , Philosophy , Religion & Spirituality

Aimez-vous L'alchimiste ?
Devenez membre de aNobii, voyez si vos amis l'ont lu et découvrez des livres du mème genre!

Inscrivez-vous gratuitement
Description du livre
Sorting by
  • 4

    My first Coelho; it should have been my last.

    I read it when it'd just come out in English and I really enjoyed it. I must admit, though, that I was a teenager then, about to go to university and enter "life". I think the only reason I liked the ...continuer

    I read it when it'd just come out in English and I really enjoyed it. I must admit, though, that I was a teenager then, about to go to university and enter "life". I think the only reason I liked the story is because of when I read it. I made the mistake, years later to read other books by the same author and they're all the same. An abundance of sentimentalism, easily gripping phrases, clichés, these are the ingredients of Coelho's recipe for success. Good for him.
    As for me, I'm done wasting my time (which I'm sure Mr Coelho would agree with me that it is precious) reading any more of his books.

    dit le 

  • 2

    L'alchimista

    Piuttosto sopravvalutato a mio avviso. E' una storia leggera, forse troppo, intrisa di riferimenti ai sogni e frasi a effetto qua e là; inoltre ho trovato eccessivo il ricorso alla "magia" e ad eventi ...continuer

    Piuttosto sopravvalutato a mio avviso. E' una storia leggera, forse troppo, intrisa di riferimenti ai sogni e frasi a effetto qua e là; inoltre ho trovato eccessivo il ricorso alla "magia" e ad eventi sovrannaturali.
    Non è il primo libro che leggo di Coelho e ogni volta l'impressione è stata pressochè la stessa, semplicemente non fa per me.

    dit le 

  • 5

    [...] la tua Leggenda Personale. [...] è quello che hai sempre desiderato fare. Tutti, all'inizio della gioventù, sanno qual è la propria Leggenda Personale. In quel periodo della vita tutto è chiaro, ...continuer

    [...] la tua Leggenda Personale. [...] è quello che hai sempre desiderato fare. Tutti, all'inizio della gioventù, sanno qual è la propria Leggenda Personale. In quel periodo della vita tutto è chiaro, tutto è possibile, e gli uomini non hanno paura di sognare e di desiderare tutto quello che vorrebbero veder fare nella vita. Ma poi, a mano a mano che il tempo passa, una misteriosa forza comincia a tentare di dimostrare come sia impossibile realizzare la Leggenda Personale. [...] Sono le forze che sembrano negative, ma che in realtà ti insegnano a realizzare la tua Leggenda Personale. Preparano il tuo spirito e la tua volontà. Perché esiste una grande verità su questo pianeta: chiunque tu sia o qualunque cosa tu faccia, quando desideri una cosa con volontà, è perché questo desiderio è nato nell'anima dell'Universo. Quella cosa rappresenta la tua missione sulla terra. [...]
    l'Anima del Mondo è alimentata dalla felicità degli uomini. O dall'infelicità, dall'invidia, dalla gelosia. Realizzare la propria Leggenda Personale è il solo dovere degli uomini. Tutto è una sola cosa. E quando desideri qualcosa, tutto l'Universo cospira affinché tu realizzi il tuo desiderio.

    dit le 

  • 1

    Mi viene in mente solo un aggettivo quando ripenso a questo libro: agghiacciante.
    Probabilmente non sono obiettiva perchè odio Coelho, non lo tollero.
    Ma non trovo davvero altre parole per definire qu ...continuer

    Mi viene in mente solo un aggettivo quando ripenso a questo libro: agghiacciante.
    Probabilmente non sono obiettiva perchè odio Coelho, non lo tollero.
    Ma non trovo davvero altre parole per definire quest'accozzaglia senza senso di vaneggiamenti e banalità.

    dit le 

  • 5

    Credo che, a volte, non siamo noi a scegliere di leggere un libro, ma sia lui a scegliere noi. A decidere che quello è il momento giusto per farsi leggere, comprendere. E per aprirci gli occhi. ...continuer

    Credo che, a volte, non siamo noi a scegliere di leggere un libro, ma sia lui a scegliere noi. A decidere che quello è il momento giusto per farsi leggere, comprendere. E per aprirci gli occhi.

    dit le 

  • 1

    Che vergogna

    Un ridicolo vaneggio post-romantico inzuppato di banalità assortite sulla vita, la morte e l'amore, tutto intriso da una spiritualità eccessiva e noiosa, dove ogni cosa che esiste è il simbolo di qual ...continuer

    Un ridicolo vaneggio post-romantico inzuppato di banalità assortite sulla vita, la morte e l'amore, tutto intriso da una spiritualità eccessiva e noiosa, dove ogni cosa che esiste è il simbolo di qualcosa di più grande. Ho voluto dare un'opportunità a Coelho, ma c'è poco da sperare quando sulla quarta di copertina leggi la frase di presentazione del libro "Ascolta il tuo cuore, esso conosce tutte le cose." Ma per carità... Viva viva i grandi best-seller della nostra epoca. Allucinante.

    dit le 

  • 5

    Un libro meraviglioso, ma da non leggere su due piedi. E' molto più di un romanzo, è molto più di un testo filosofico, o di una favola. E' una lezione di vita, come non se ne trovano spesso, di conseg ...continuer

    Un libro meraviglioso, ma da non leggere su due piedi. E' molto più di un romanzo, è molto più di un testo filosofico, o di una favola. E' una lezione di vita, come non se ne trovano spesso, di conseguenza va letto in un dato momento della propria vita, quando si è "alla ricerca" di un certo quid, altrimenti diventa una lettura sterile e che perde molto del suo senso. Diventa quandi difficile esprimere giudizi sulla trama, sui personaggi, sulla struttura o lo stile, perché tutto ciò è secondario e funzionale alla forza del messaggio che il testo porta. A mio parere, non si tratta nemmeno di un testo letterario in senso proprio, è più che altro una parabola religiosa. Sicuramente è un libro scritto in maniera ottima, con proprietà di linguaggio e ben strutturato, tuttavia a che cerca un buon romanzo consiglierei, per quanto detto prima, decisamente altro.

    dit le 

Sorting by
Sorting by