Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L'allenatore

Di

Editore: Mondadori

3.2
(988)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 149 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Svedese , Francese , Spagnolo , Tedesco , Portoghese , Olandese

Isbn-10: 8804524235 | Isbn-13: 9788804524236 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: T. Dobner

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida , eBook

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Sports, Outdoors & Adventure

Ti piace L'allenatore?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Dopo quindici anni Neely Crenshaw torna nella sua cittadina, uguale a migliaiadi altre nella profonda America. Come tanti anche lui è stato richiamato dallanotizia che Eddie Rake, il mitico allenatore della squadra di football delliceo, sta per morire. Ma chi era, veramente, Eddie Rake? Per decenniquell'uomo aveva guidato la squadra degli Spartans attraverso una serie ditrionfi, riempiendo a ogni partita uno stadio di duemila posti. E avevaconquistato tutto ciò sottoponendo i suoi ragazzi a metodi degni del piùaccanito sergente dei marines. Ma soltanto al funerale Neely Crenshaw scopriràle verità che prima non aveva saputo vedere, e la lunga, coercitiva forza chequell'allenatore aveva esercitato su tutti.
Ordina per
  • 4

    Rilettura di un allenatore di football americano che, in punto di morte, viene psicanalizzato in tutti i suoi aspetti dai suoi ex giocatori.
    Si scoprono, così, luci e ombre di un uomo visto come una leggenda dai più, ma con passioni e difetti tipici dell'essere umano.
    Meno semidio - come lo vede ...continua

    Rilettura di un allenatore di football americano che, in punto di morte, viene psicanalizzato in tutti i suoi aspetti dai suoi ex giocatori. Si scoprono, così, luci e ombre di un uomo visto come una leggenda dai più, ma con passioni e difetti tipici dell'essere umano. Meno semidio - come lo vede la città in cui ha allenato con grande sfarzo - e più uomo. Alla fine, si giunge alla redenzione di colui che è un po' la voce narrante, l'all-American Neely, che più di tutti aveva patito le angherie del coach ma che, dopo attenta analisi, si ritrova a perdonarlo per gli errori commessi. E a perdonare se stesso per gli errori che, a sua volta, ha commesso in passato. Consiglio di leggerlo dopo una scorsa veloce alla pagina di Wikipedia inerente il football americano. Certi termini, se non si è addentro al gioco, altrimenti, possono risultare un po' oscuri. Detto ciò, penso sia un'ottima lettura, sviluppata nel giro di tre giorni, in cui si toccano anni e anni di vita vissuta. Un buono spunto anche per una riflessione personale sulla propria vita.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Ogni tanto John Grisham lascia da parte il legal thriller che l’ha reso famoso per fare lo scrittore impegnato, ad esempio denunciando le storture del sistema giuridico statunitense o per tentare una letteratura intimista, come ne L’allenatore, uscito una decina d’anni fa...


    (continua qua: ...continua

    Ogni tanto John Grisham lascia da parte il legal thriller che l’ha reso famoso per fare lo scrittore impegnato, ad esempio denunciando le storture del sistema giuridico statunitense o per tentare una letteratura intimista, come ne L’allenatore, uscito una decina d’anni fa...

    (continua qua: http://cheremone.wordpress.com/2014/09/30/pre-nfl/ )

    ha scritto il 

  • 2

    deludente, la cronaca della famosa partita di football per quelli che come me non conoscono quei termini americani specifici del gioco è stata una palla....la storia non c'è, è la rimpatriata di ex giocatori riunitisi in occasione del funerale del loro allenatore-tiranno

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    L'allenatore

    Coach Eddie Rake è l'uomo che per decenni ha reso grandi gli Spartans, la squadra di football liceale di un'anonima città di provincia degli Stati Uniti. La notizia della sua ormai prossima dipartita porta Neely Creenshaw, ex grande promessa del football mai mantenuta, a tornare dopo tanti anni i ...continua

    Coach Eddie Rake è l'uomo che per decenni ha reso grandi gli Spartans, la squadra di football liceale di un'anonima città di provincia degli Stati Uniti. La notizia della sua ormai prossima dipartita porta Neely Creenshaw, ex grande promessa del football mai mantenuta, a tornare dopo tanti anni in città, per dare l'estremo saluto al coach. Attraverso i racconti di un gruppo di ex compagni viene ricostruita la storia di un uomo duro e burbero, che però ha segnato in modo indelebile le vite di ognuno di loro. Il racconto è permeato della nostalgia dei tanti protagonisti, che rivivono e rimpiangono gli anni in cui giocavano per Eddie Rake, ed erano considerati gli Eroi di un'intera città. Tornano a galla storie rimaste nascoste per tanti anni, emergono lati di Eddie Rake che tante persone, non erano stati in grado di vedere.

    Il libro è scorrevole e cattura anche i non amanti del football.

    ha scritto il 

  • 4

    Un Grisham insolito.

    Si può dire non il solito Grisham, o perlomeno non il Grisham dei legal-drama o thriller. Ma c’è anche il solito Grisham, con l’ambientazione nella provincia americana con le sue abitudini e i suoi riti settimanali. E poi c’è il football. Chi non è appassionato troverà un po’ difficile addentrars ...continua

    Si può dire non il solito Grisham, o perlomeno non il Grisham dei legal-drama o thriller. Ma c’è anche il solito Grisham, con l’ambientazione nella provincia americana con le sue abitudini e i suoi riti settimanali. E poi c’è il football. Chi non è appassionato troverà un po’ difficile addentrarsi nelle pagine in cui descrive, anche minuziosamente, la partita che i vari personaggi ci/si raccontano e che è il fulcro attorno al quale gira la storia. È però soprattutto una storia sul perdono, sulle occasioni perdute, sul destino, sulle “sliding doors” della vita. E lungo le pagine di questo racconto, a tratti struggente, ambientato nella (immaginaria) cittadina di Messina, il protagonista troverà la forza di analizzare il suo passato, con l’aiuto dei suoi vecchi amici, interrogandosi sugli errori commessi e sul perché delle sue scelte. Grisham dimostra ancora una volta, a parte la conoscenza (e, chiaramente, l’amore) per il football, di non essere uno scrittore “stereotipato”, ma capace di raccontare storie di sentimenti, di passioni e di amicizie (virili) che iniziano a consolidarsi già da piccoli e si snodano poi per una vita intera nonostante lontananza e, a volte, equivoci. Un libro “breve” ed intenso sulla giovinezza ormai passata e sugli immancabili bilanci della vita su cui prima o poi ci si deve cimentare.

    ha scritto il 

  • 2

    Incompleto

    Sono rimasto un po deluso questa volta da John. Solitamente riesce a catturarmi. Questa volta invece no. Mi piace sempre come scrive.. ma il romanzo sembra una bozza, incompleto. Come se dovesse finirlo. Si parla solo e soltanto di football. Se magari c'avesse intrecciato dentro qualcos'altro.. u ...continua

    Sono rimasto un po deluso questa volta da John. Solitamente riesce a catturarmi. Questa volta invece no. Mi piace sempre come scrive.. ma il romanzo sembra una bozza, incompleto. Come se dovesse finirlo. Si parla solo e soltanto di football. Se magari c'avesse intrecciato dentro qualcos'altro.. una storia d'amore o qualco'altro .. Ma così purtroppo non posso dare più di due stelle. Mi spiace John... :-)

    ha scritto il 

  • 4

    porta fuori dal campo quello che è sempre rimasto dentro

    Il libro che mi è piaciuto per 3 motivi in particolare
    1 è uno dei pochissimi libri che sia riuscito a parlare di sport per chi ama lo sport. Coglie il senso, il modo di vivere e di pensare di uno sportivo che rimane tale dentro e fuori dal campo.Adoro le storie di sport e anche di vita, perchè p ...continua

    Il libro che mi è piaciuto per 3 motivi in particolare 1 è uno dei pochissimi libri che sia riuscito a parlare di sport per chi ama lo sport. Coglie il senso, il modo di vivere e di pensare di uno sportivo che rimane tale dentro e fuori dal campo.Adoro le storie di sport e anche di vita, perchè per me lo sport è vita! 2 ha integrato bene particolari sociali e sportivi: integrazione, fiducia,coraggio,amicizia, amore e odio. Mi riferisco alla vita di chi vive prima solo dentro il campo, sentendosi idoloro, forte, invincibile e che crede che la vita sia tutta vittoria o sconfitta; e che poi improvvisamente si ritrova a fare i conti anche con il pareggio, di chi tornare a vivere fuori dal capo di gioco, diventando solo uno dei tanti. 3 mi ha colpito il modo di descrivere lo spogliatoio.Ho ritrovato la continua lotta tra compagni che poi ti ritrovi a difendere e che invece a volte vorresti abbattere, ma che alla fine fan parte della tua stessa squadra e impari a conoscere.Il fatto che spesso quel che vivi sul campo deve rimanere lì e non può uscire, ma che cmq continua a influenzare la tua vita. Mi ha ricordato un film che io adoro e che spesso indico come il mio film preferito "Il sapore della vittoria" con Denzel Washington. Il personaggio ha la stessa grinta,tenacia,coraggio,inflessibilità,serietà e per certi versi anche la stessa durezza e crudeltà, quella che ti porta a vincere o a perdere, ma pur sempre con la certezza di esserne uscito con onore. Ma anche molti altri film di sport che a me piacciono tanto e che spesso sono riferiti a fatti realmente accaduti, a uomini davvero esistiti, il che rende tutto ancora più incredibile!

    ha scritto il 

Ordina per