Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Tascabile economico

Isbn-10: 889573310X | Isbn-13: 9788895733104 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Curatore: Alessio Valsecchi

Ti piace L'altalena?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    Una nuova antologia per Edizioni XII, curata da Alessio Valsecchi.
    Amo le altalene. Forse perché, sin da piccola, adoravo salire fino al “cielo” per poi ridiscendere vertiginosamente in una spinta che ti riportava ancora più su (nel blu dipinto di blu) mi verrebbe da cantare citando Modugno, ...continua

    Una nuova antologia per Edizioni XII, curata da Alessio Valsecchi.
    Amo le altalene. Forse perché, sin da piccola, adoravo salire fino al “cielo” per poi ridiscendere vertiginosamente in una spinta che ti riportava ancora più su (nel blu dipinto di blu) mi verrebbe da cantare citando Modugno, eppure ne ho avuto il terrore quando mio figlio, piccolo allora, si mise dinanzi a un’altalena di ferro, la stessa che descrive Alessio Valsecchi nella prefazione del libro: “Le mie altalene sono quelle di trent’anni fa… Corpo massiccio e in ferro. Catene arrugginite… “: dietro il cugino la spingeva vuota e mio figlio la becca in pieno naso, mai visto tanto sangue e il suo nasino fracassato.
    Ma al di là dei miei ricordi, chi non ama/odia l’altalena compagna di giochi da sempre e per sempre?
    Gli autori de “L’altalena” narrano “l’orrore” in una serie di racconti brevi, brevissimi ma soprattutto d’effetto. La raccolta è composta dai migliori racconti, tra le centinaia, che si sono sfidati nei vari concorsi proposti da XII Online.
    Ammetto che non tutti i racconti presenti né “L’Altalena” riescono a tenere il ritmo, ma ce ne sono alcuni notevoli, scritti con maestria e non per la capacità del narrare che è propria dell’autore, ma ben sì per la capacità di creare un racconto Horror, un racconto che non si perde nei meandri delle descrizioni o in un accumulo di parole “scabrose, schifose o orripilanti”, ma nella capacità di scrivere “ppaff” e fare sussultare il lettore perché ne sente il tonfo. Cosa non facile a mio avviso.
    Tra i tanti ne voglio citare uno perché nonostante ho letto il libro diversi mesi fa, mi è rimasto fisso nella memoria: “Salsa es Vida” di Giuseppe Pastore; “Voleva ballare ancora. La morte l’aveva sbattuto dall’altra parte del fossato, tra gli emarginati, gli Zombie… (…) Un cross body lead, poi una croce…”
    Buono il lavoro del curatore che è riuscito ad amalgamare bene i diversi stili, facendo si che “L’Altalena” non sia una semplice raccolta, ma un viaggio da intraprendere con curiosità e un minimo di suspanse che accompagna il lettore per tutto il tragitto.
    Molto bella e bene curata la copertina, forse nel dentro qual cosina io avrei tagliato, ma rimane pur sempre un libro da leggere.

    ha scritto il 

  • 0

    L'altalena del titolo è quasi una dichiarazione programmatica; saranno infatti l’orrore della realtà e la normalità dell’orrore a tener banco per queste centocinquanta pagine.
    I temi sono i più disparati, dall’altalena vera e propria che funge da apripista ai racconti più o meno incentrati s ...continua

    L'altalena del titolo è quasi una dichiarazione programmatica; saranno infatti l’orrore della realtà e la normalità dell’orrore a tener banco per queste centocinquanta pagine.
    I temi sono i più disparati, dall’altalena vera e propria che funge da apripista ai racconti più o meno incentrati sui libri, all’eterno conflitto fra “Forze del Bene” e “Forze del Male”. Sbagliereste però a pensare che in fin dei conti siano sempre le stesse cose: in questo libro tutto è diverso da ciò che sembra, anche gli zombie.
    Per questa eterogeneità non dubito che ognuno possa trovare il racconto dei suoi sogn… pardon, incubi.
    Di più su Liblog
    http://liblog.blogdo.net/2008/09/17/laltalena-a-cura-di-valsecchi/

    ha scritto il 

  • 3

    Quasi quattro stelle, peccato aNobii non abbia vie di mezzo.
    Belli, inquietanti, ben scritti. Gli appassionati del genere "horror" troveranno pane per i loro denti; per i non appassionati è comunque una buona lettura.

    ha scritto il