L'amant perillosa

Al sud de la frontera a l'oest del sol

Per

Editor: Empúries

4.0
(6254)

Language: Català | Number of Pàgines: | Format: Paperback | En altres llengües: (altres llengües) English , Chi simplified , Chi traditional , Spanish , Japanese , French , German , Italian , Russian , Dutch , Portuguese , Slovenian , Romanian , Croatian , Czech , Korean

Isbn-10: 8497872282 | Isbn-13: 9788497872287 | Data publicació: 

Translator: Albert Nolla

També disponible com: Mass Market Paperback , Others

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Romance

Do you like L'amant perillosa ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Registra't gratis
Descripció del llibre
Sorting by
  • 3

    Un libro piacevole, che non ha lasciato un gran segno. Piano e semplice, lineare ed essenziale, anche interessante a sprazzi (soprattutto nel tratteggiare alcuni aspetti del rapporto uomo-donna), ma, ...continua

    Un libro piacevole, che non ha lasciato un gran segno. Piano e semplice, lineare ed essenziale, anche interessante a sprazzi (soprattutto nel tratteggiare alcuni aspetti del rapporto uomo-donna), ma, giustappunto, una lettura che non ha scavato in profondità.

    dit a 

  • 4

    Il libro, come spesso accade in Murakami, è compatto, segue un percorso preciso ed è retto da una idea di base forte che gli conferisce netto e una ben riconoscibile identità. I personaggi sono precis ...continua

    Il libro, come spesso accade in Murakami, è compatto, segue un percorso preciso ed è retto da una idea di base forte che gli conferisce netto e una ben riconoscibile identità. I personaggi sono precisamente delineati, quasi naturalisticamente definiti, e da essi prende le mosse una vicenda che si dipana in maniera naturale, quasi venendo fuori dalla stessa caratterizzazione dei personaggi: l'autore racconta con dovizia di dettagli di quegli aspetti della vita del protagonista che più sono connessi alla sua indole e al disegno del libro, abbozzando solo leggermente gli aspetti "secondari" della vita del personaggio, intendendo definire con questo termine quanto non è essenziale al disegno narrativo che sta portando avanti e al racconto del taglio caratteriale che vuole dare all'indole del personaggio. Ciò che ruota intorno all'uomo è dunque una realtà mai realisticamente deifnita ma sempre filtrata dagli schemi mentali e psicologici che il personaggio mette in campo, avvicinando la prospettiva del racconto quasi alla scrittura di un Paul Auster. Altrettanto vicina allo stile che prendo ad esempio dallo scrittore americano è la conclusione, apertissima, del racconto, che spiazza per indefinitezza ma soltanto in apparenza: a ben guardare, l'essenziale è detto, la parabola del personaggio si è conclusa, le domande che restano apete sono quelle relative agli altri personaggi che gli ruotano intorno, ad "altre storie" rispetto a quella raccontata. La giusta prospettiva infatti è quella di essere di fronte a un racconto della vita di una persona, al suo percorso interiore fra l'infanzia e la maturità: non è un giallo, non è una storia d'amore fra due persone. E letto in questosenso, come romanzo, direi che questo dà parecchie soddisfazioni.

    dit a 

  • 1

    Come fumo spazzato via dal vento

    Non mi aspettavo un tale livello di mediocrità da parte del tanto decantato Murakami, che leggo per la prima volta e collocherei sullo stesso piano della sua connazionale Banana Yoshimoto.
    La noia la ...continua

    Non mi aspettavo un tale livello di mediocrità da parte del tanto decantato Murakami, che leggo per la prima volta e collocherei sullo stesso piano della sua connazionale Banana Yoshimoto.
    La noia la fa da padrona fin dalle prime pagine nell'educazione sentimentale di Hajime, dapprima bambino e “figlio unico” (diverse sono le pagine dedicate all'approfondimento di quest'ultimo concetto), poi ragazzo e uomo, tra banalità, ripetizioni e un abuso dilettantesco di virgolettati che rivelano l'incapacità dello scrittore di incidere sulla pagina con la semplice forza delle parole.
    A trent'anni, dopo un periodo di insoddisfazione esistenziale e qualche ardore giovanile fatto di amoretti e un discreto repertorio di tremiti, Hajime trova finalmente un porto di quiete, mette su famiglia e vive un'esistenza da borghese agiato.
    L'incontro con la futura moglie, che darà una svolta alla sua esistenza anche dal punto di vista professionale, viene narrato col solito stile piatto e perle di originalità come questa: “Io e Yukiko ci sentimmo immediatamente attratti l'uno dall'altra”.
    Il nostro eroe non dimentica però la bella Shimamoto, l'amore dei suoi dodici anni che non smetterà di cercare per tutta la vita, misteriosa femme fatale che metterà tutto in discussione mentre col suo “sorriso meraviglioso” sorseggia un cocktail e pronuncia la frase di rito: “Hai da accendere?”.
    Tutto nel corso della narrazione resta bidimensionale, anche le scene erotiche e i momenti di maggiore pathos, col protagonista che in preda ai tormenti si nasconde la testa fra le mani.
    Romanzo a tratti persino insulso e melodrammatico, che non si fa fatica a dimenticare insieme alla sua lunga sfilza di frasi fatte: “...scomparso come fumo spazzato via dal vento”.

    dit a 

  • 3

    闔上書本後,我已經忘了我剛剛看得是什麼了。

    剛開始看得時候,會一直想到多崎作,但始跟作不盡相同。之後,看到始開酒吧那邊,這感覺又像是村上大叔自己的故事了。

    最後,島本消失了,其實她是幽靈吧? 總給我這樣的感覺,因為連那個裝著十萬元的信封都一起消失了!

    dit a 

  • 4

    Ho trovato questo libro bellissimo, è il mio primo libro di Murakami. La scrittura è molto scorrevole, si fa' più lenta in alcuni momenti, quasi di proposito per poi ripartire veloce e leggera. Ho fin ...continua

    Ho trovato questo libro bellissimo, è il mio primo libro di Murakami. La scrittura è molto scorrevole, si fa' più lenta in alcuni momenti, quasi di proposito per poi ripartire veloce e leggera. Ho finito questo libro in 2 giorni nonostante fossi piuttosto occupata. La trama non è così originale ma non credo questo sia il motivo per cui si legga questo libro, al contrario i personaggi e i dettagli sono quelli che lo rendono speciale. Ho apprezzato molto il modo di narrare i pensieri, la confusione, la contraddizione del protagonista del romanzo, mi trasmetta la stessa ansia e trepidazione che aveva lui.
    Ultima cosa, un titolo bellissimo che si addice perfettamente al racconto.

    dit a 

  • 2

    Poetico, vero. Scritto benissimo come sempre, vero. Ma signori miei che noia, che nulla, che vuoto! Letto in poche ore, finito solo grazie alla brevità del romanzo. Fosse stato di altra mole non avrei ...continua

    Poetico, vero. Scritto benissimo come sempre, vero. Ma signori miei che noia, che nulla, che vuoto! Letto in poche ore, finito solo grazie alla brevità del romanzo. Fosse stato di altra mole non avrei sicuramente terminato la lettura.

    dit a 

  • 2

    今年有點提不起興致看書,五月的時候想到,如果是村上春樹的話應該可以喔,而且《國境之南、太陽之西》又這麼薄。但還是不太進入狀況,拖拖拉拉看了一個多月。

    剛剛把最後幾頁看完了。
    果然是我不喜歡的故事。

    村上春樹的小說,我很喜歡《麵包店再襲擊》、《象工場的HAPPY END》這種很現實中帶有超現實的故事,也喜歡《挪威的森林》、《尋羊冒險記》、《海邊的卡夫卡》這一類緬懷/青春期的成長故事。
    可是《國境之南 ...continua

    今年有點提不起興致看書,五月的時候想到,如果是村上春樹的話應該可以喔,而且《國境之南、太陽之西》又這麼薄。但還是不太進入狀況,拖拖拉拉看了一個多月。

    剛剛把最後幾頁看完了。
    果然是我不喜歡的故事。

    村上春樹的小說,我很喜歡《麵包店再襲擊》、《象工場的HAPPY END》這種很現實中帶有超現實的故事,也喜歡《挪威的森林》、《尋羊冒險記》、《海邊的卡夫卡》這一類緬懷/青春期的成長故事。
    可是《國境之南、太陽之西》對我來說就是個……社會化的故事。把少年跟男人最可愛討喜的部份都拿掉了,看完只為男主角(跟他身邊的女人們)感到絕望跟悲哀。
    #為什麼我要在收假前一天看完這種東西 #餘味不佳

    dit a 

  • 4

    Altro punto segnato per Murakami con questo romanzo dal titolo davvero stupendo. Non c'è nessun evento magico in questo libro, niente gatti che parlano o due lune in cielo, ma c'è la sua solita levità ...continua

    Altro punto segnato per Murakami con questo romanzo dal titolo davvero stupendo. Non c'è nessun evento magico in questo libro, niente gatti che parlano o due lune in cielo, ma c'è la sua solita levità, quell'eleganza quasi da quartetto d'archi, con cui racconta le sue storie. Abbiamo il protagonista e gli amori della sua vita, due misteriosi ed enigmatici, e uno abituale, felice ma di routine. Un uomo che fatica a trovare il suo posto nel mondo, nonostante il successo professionale e familiare. Un uomo che sembra rovinare quello che tocca.
    Qualcosa di inspiegabile deve però pur esserci in un romanzo di Murakami, e ovviamente c'è anche qui. Se no non sarebbe Murakami.

    dit a 

  • *** Aquest comentari conté spoilers! ***

    3

    “South of the Border, West of the Sun”, la splendida musica, che il protagonista immagina cantata da Nat King Cole, sta ad indicare che c’è sempre una via lungo un confine che può diventare infinita, ...continua

    “South of the Border, West of the Sun”, la splendida musica, che il protagonista immagina cantata da Nat King Cole, sta ad indicare che c’è sempre una via lungo un confine che può diventare infinita, solo se si riesce a superare i limiti oggettivi della propria esistenza, non per niente egli ci rivela:“...i miei genitori mi hanno chiamato Hajime che significa «inizio»”, un buon auspicio, una speranza di vita che offre infinite possibilità di scelta. Con lui a momenti alterni troviamo Shimamoto la cui figura abbraccia il passato e il presente separati, però, da un lunghissimo intervallo e senza un futuro, tra di loro una forte intesa li tiene uniti, anche l’essere figli unici e gli “interessi in comune: ci piaceva leggere, ascoltare la musica e avevamo una grande passione per i gatti”, ma il loro affacciarsi alla vita è notevolmente diverso.
    “Pretend you are happy when you are blue / it isn't very hard to do.” è l’altra canzone realmente cantata da Nat King Cole che li lega oltre il tempo e che rivela quanto sia facile mostrare di essere felici soltanto fingendo, basta una stretta di mano per non dimenticare, anche se la lontananza crea un vuoto incolmabile e la nostalgia prende il posto del ricordo. Viva, invece, è la presenza di Izumi, una figura che potrebbe aiutare Hajime ad uscire dalla sua condizione di chiusura nei confronti della vita, alla quale, però, egli non riuscirà ad offrire la necessaria serenità, perché rimane ostinatamente stretto tra l’amarezza, la solitudine e il silenzio:“Gli esseri umani, a volte, sono destinati, per il solo fatto di esistere, a fare del male a qualcuno.”.
    E veniamo a Yukiko, la donna che sposerà e che gli darà due figlie, ma soprattutto colei con cui può parlare con franchezza nel periodo più oscuro della sua esistenza, i suoi trent’anni, quando si sente ”lacerato dalla solitudine ed esasperato dal silenzio”. È la svolta, egli sarà per sempre perso nella musica, potrà permettere a tutti coloro che l’amano di usufruirne nel miglior modo nei suoi locali in cui jazz e cocktail presentano una raffinatezza invidiabile, ma il passato si ripresenta con visioni che sembrano allucinazioni a sconvolgere il rituale eterno della vita: “Ci sono cose che svaniscono all'improvviso come se fossero state recise da un colpo secco, mentre altre si dissolvono, lentamente fino a sparire del tutto. Ciò che rimane è solo il deserto.”. Il deserto, però, sa celare in sé una vita segreta come ciascuno porta in sé la colonna sonora della propria esistenza, spesso vive di quella e per quella perché fonte di vita e/o di rimpianto come “ Star-Crossed Lovers! - «amanti nati sotto una cattiva stella».” lo è per Hajime.

    “Era solo una canzone sul Messico e io pensavo che ci fosse chissà che cosa a sud del confine...A nord, l'orizzonte, a est l'orizzonte, a sud l'orizzonte e a ovest ancora l'orizzonte. Non c'è altro...Poi, un giorno, qualcosa dentro di te muore”.

    dit a 

  • 4

    Mi ha commosso per quasi tutta la durata del libro, ma alla fine mi ha lasciata con una punta di delusione. Non me lo aspettavo da lui, mi attendevo altro. Ed è per questo che non posso metterlo sullo ...continua

    Mi ha commosso per quasi tutta la durata del libro, ma alla fine mi ha lasciata con una punta di delusione. Non me lo aspettavo da lui, mi attendevo altro. Ed è per questo che non posso metterlo sullo stesso piano di Norwegian wood, che per me rimane là saldo sul suo piedistallo. Le atmosfere sono a tratti quelle, ma la lirica che esprime è un'altra.

    dit a 

Sorting by