L'amante di Lady Chatterley

Di

Editore: De Luigi Editore

3.7
(6351)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 479 | Formato: Copertina morbida e spillati | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Spagnolo , Catalano , Francese , Tedesco , Portoghese , Chi semplificata , Greco , Olandese , Sloveno , Croato , Giapponese , Ceco , Polacco , Svedese

Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida , Tascabile economico , Altri , Rilegato in pelle , eBook , CD audio

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Rosa

Ti piace L'amante di Lady Chatterley?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
E' la storia di Sir Clifford Chatterley, di sua moglie Connie e di un guardacaccia, reduce come Clifford dalla guerra, dove era stato ufficiale. Famoso per la libertà di linguaggio usata dall'autore e anche per l'argomento, l'amore adulterino, che all'epoca costituiva un tabù, il romanzo si è imposto più per questi motivi che per il suo autentico valore letterario; pur non essendo il capolavoro di D.H. Lawrence, tuttavia, l'opera ha una forza, una suggestione di autenticità che non possono passare inosservate. Il motivo che spinge Lady Chatterley all'infedeltà è l'impotenza del marito: questi, menomato da una ferita riportata in guerra, pare rassegnarsi al proprio destino; schivo e aristocratico, non gli è difficile appartarsi da tutti e scrivere "racconti curiosi, molto personali, sugli individui che aveva conosciuto: intelligenti, piuttosto maligni, eppure privi misteriosamente di significato"; stringe attorno a sè e a Connie una piccola corte di intellettuali; tenta di portare la sua unione con lei verso un rapporto spirituale; in realtà involontariamente, trascina la moglie con sè entro un vuoto inquieto che si avvicina alla follia. Connie, che appartiene a una famiglia "di artisti e socialisti colti", educata in modo da essere "esteticamente sciolta da convenzioni", dapprima crede di poter essere fedele al marito, ma quando le capita d'incontrare durante le sue lunghe cavalcate nei boschi il guardacaccia Mellors, gli si avvicina per un'incoercibile attrazione fisica e diviene la sua amante. Soprattutto al tempo della pubblicazione del libro può essere parso di cattivo gusto impostare una storia di amore sulla pelle ferita di un reduce; eppure la vicenda dei due amanti ha nel libro la forza di un evento della natura; il loro cuore ne è implicato; non si tratta di un semplice fatto di desiderio, ma di una storia di amore. Connie infatti sceglierà fra la ricchezza del marito e l'amore del suo uomo, e se ne andrà con lui: "Tutte le sciagure che sono accadute non sono state in grado di far appassire i fiori. Perciò non potranno spegnere il mio desiderio di te nè la piccola luce fra me e te... Credo nella piccola fiamma che arde fra noi".
Ordina per
  • 3

    Considerando lo scandalo che suscitò all’epoca, mi sarei aspettata qualcosa di più scabroso, ma il mio è il punto di vista dell’uomo contemporaneo, avvezzo a scene e discorsi sul sesso. Contestualizza ...continua

    Considerando lo scandalo che suscitò all’epoca, mi sarei aspettata qualcosa di più scabroso, ma il mio è il punto di vista dell’uomo contemporaneo, avvezzo a scene e discorsi sul sesso. Contestualizzando, si può intuire lo scandalo dove fosse annidato: le scene erotiche, i discorsi espliciti sul sesso, l’avanzata del mondo socialista e borghese che sta per soppiantare quello aristocratico.
    Un coacervo di eventi che metteva a nudo una realtà che si preferiva non vedere.
    E in mezzo a tutto questo c’è Connie, una donna che scopre se stessa e ciò che vuole, mutando carattere insieme con il pensiero, imponendo la propria volontà sul parere altrui.
    Il valore di questo libro è tutto nel tempo in cui è stato scritto; per questo e in virtù di questo dev’essere letto e apprezzato.

    ha scritto il 

  • 4

    Perché mi è piaciuto questo libro?
    Prima cosa è audace e scritto molto bene, parlare di sesso in modo così esplicito senza diventare 50 sfumature di grigio e trash simili non è affatto facile. Anche l ...continua

    Perché mi è piaciuto questo libro?
    Prima cosa è audace e scritto molto bene, parlare di sesso in modo così esplicito senza diventare 50 sfumature di grigio e trash simili non è affatto facile. Anche le scene erotiche non erano semplicemente la descrizione di un film porno ma avevano quel qualcosa in più.
    Il punto centrale che credo l'autore volesse trasmettere è la divisione di classe, quanto fosse parte importante della vita di chiunque a quel tempo. Ognuno doveva comportarsi in base a quello e ognuno doveva stare al suo posto.
    L'altro punto è la lotta operaia che Mellors cerca in qualche modo di suggerire ai lavoratori delle miniere, senza riuscirci. C'è il chiaro messaggio che i "padroni" sono responsabili della salute dei propri operai, per esempio la badante di Clifford non riesce a dimenticarsi di come il marito abbia perso la vita per qualcosa che nemmeno gli appartiene.

    ha scritto il 

  • 1

    Mi aspettavo davvero molto da questo libro, mi ha subito intrigato come era impostata la trama e dalla quarta di copertina sembrava davvero avvincente.
    Andandolo poi a leggere mi sono trovata invece d ...continua

    Mi aspettavo davvero molto da questo libro, mi ha subito intrigato come era impostata la trama e dalla quarta di copertina sembrava davvero avvincente.
    Andandolo poi a leggere mi sono trovata invece davanti ad un libro davvero molto lento, la lettura non era scorrevole sin dalle prime pagine e per la prima volta mi son trovata a faticare nell'andare avanti con la lettura.
    Le emozioni trasmesse sono state pari a zero e personalmente non consiglierei mai a nessuno questo libro.
    Una storia d'amore che, a mio avviso, amore non trasmette.

    ha scritto il 

  • 3

    Realmente il suo destino era di continuare ad accordare se stessa alla vita di lui, per il resto della propria? Nient'altro? Era tutto lì?

    All'inizio un po' noiosetto. La storia procede a fatica, ci sono tantissime digressioni storico/sociali che non mi hanno entusiasmata granchè, e mi chiedevo dove fosse lo scandalo, quello di cui ho se ...continua

    All'inizio un po' noiosetto. La storia procede a fatica, ci sono tantissime digressioni storico/sociali che non mi hanno entusiasmata granchè, e mi chiedevo dove fosse lo scandalo, quello di cui ho sempre sentito parlare. E poi è arrivato.
    Di Lawrence avevo letto "Donne innamorate", che era molto introspettivo, a differenza di questo, che, seppure non abbia una 'tramona', ti lascia comunque un po' col fiato in sospeso. La domanda che ci si pone, più che altro, è: come andrà a finire?
    Lascio a voi la scoperta!
    3.5 stelline

    ha scritto il 

  • 3

    Libro che tutti prendono per primo nel genere erotico ma, leggendo bene è sopratutto un racconto sul rapporto denuncia tra le classi sociali dell'epoca con molti spunti ti di socialismo operaio. Ma ...continua

    Libro che tutti prendono per primo nel genere erotico ma, leggendo bene è sopratutto un racconto sul rapporto denuncia tra le classi sociali dell'epoca con molti spunti ti di socialismo operaio. Ma tutto viene "nascosto" dalle pagine sugli incontri tra il guarda caccia e lady chatterley.

    ha scritto il 

  • 4

    Libro non banale, abbastanza scorrevole, scrittura delicata e simbolico soprattutto nel descrivere gli incontri amorosi dei protagonisti. Tema di estrema attualità nonostante sia stato scritto nei pri ...continua

    Libro non banale, abbastanza scorrevole, scrittura delicata e simbolico soprattutto nel descrivere gli incontri amorosi dei protagonisti. Tema di estrema attualità nonostante sia stato scritto nei primi del novecento, non è paragonabile a "50 sfumatore di blabla", offre interessanti spunti di riflessione interessanti e a parer mio essenziali alla crescita.

    ha scritto il 

  • 3

    Mi sono convinta a leggere questa libro, dopo aver visto la recente versione della bbc (non del tutto fedele al romanzo)! Sicuramente alquanto scandaloso per l’Inghilterra del tempo, ma altrettanto si ...continua

    Mi sono convinta a leggere questa libro, dopo aver visto la recente versione della bbc (non del tutto fedele al romanzo)! Sicuramente alquanto scandaloso per l’Inghilterra del tempo, ma altrettanto sicuramente delicato per tutto ciò a cui siamo abituati oggi.
    Ho amato molto le descrizioni attente dei sentimenti e comportamenti dei tre protagonisti. Ho cercato di provare a comprendere la difficoltà a cui doveva far fronte Clifford, soprattutto mettere da parte l’orgoglio e imparare a chiedere aiuto, ma nemmeno questo mi ha permesso di apprezzare il personaggio fino in fondo. Per Connie è stato un po' amore e odio: amore per la sua intraprendenza e coraggio; odio, se così si può dire, per i rimorsi o le incertezze che spesso ha avuto. Per Oliver, ho provato tenerezza e compassione per molte delle scene in cui è presente.
    Ho trovato interessante lo spaccato sulle condizioni dei minatori, dei pregiudizi di una classe sull’altra. E forse proprio questo ha tanto dato fastidio all’epoca, nascondendosi dietro a motivazioni moraliste.
    Lo consiglio. Come consiglio anche altro di quest’autore!

    ha scritto il 

  • 4

    Iil vero 0 sfumature

    é L’amante di Lady Chatterley ad essere il vero e proprio 50 sfumature: vero, onesto, appassionato e drammatico, scritto da Lawrence come se fosse stata una donna, perché capace di entrare nella ment ...continua

    é L’amante di Lady Chatterley ad essere il vero e proprio 50 sfumature: vero, onesto, appassionato e drammatico, scritto da Lawrence come se fosse stata una donna, perché capace di entrare nella mente e nell’anima di Connie, così come nei suoi desideri e nelle sue paure. E riesce a dire una cosa che forse ci vergogniamo a dire e ad ammettere anche oggi, nel 2016: il sesso in un rapporto d’amore é importante, anzi, importantissimo.

    Ne parlo anche qui: https://perseinunbuonlibro.wordpress.com/2016/06/02/ilclassicodelmese/

    ha scritto il 

  • 0

    L'ho abbandonato dopo i primi capitoli. Troppo retorico, troppo stereotipato. È il "50 sfumature di grigio" del primo Novecento, e no, non è assolutamente un complimento. Forse lo concluderò un giorno ...continua

    L'ho abbandonato dopo i primi capitoli. Troppo retorico, troppo stereotipato. È il "50 sfumature di grigio" del primo Novecento, e no, non è assolutamente un complimento. Forse lo concluderò un giorno, ma ora ho sicuramente di meglio da leggere.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per