Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L'amante di Lady Chatterley

Di

Editore: Newton Comtpon (I Grandi Tascabili Economici)

3.7
(6036)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 303 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Spagnolo , Francese , Catalano , Tedesco , Portoghese , Chi semplificata , Greco , Olandese , Sloveno , Croato , Giapponese , Ceco , Polacco , Svedese

Isbn-10: A000018162 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida , Tascabile economico , Altri , Rilegato in pelle , eBook , Copertina morbida e spillati , CD audio

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Romance

Ti piace L'amante di Lady Chatterley?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    Buon libro

    Non essendo amante del genere, ho voluto sperimentare la lettura di questo libro e devo dire che mi ha coinvolto, si legge molto bene ed è scorrevole, rappresenta molto bene la società dei primi decen ...continua

    Non essendo amante del genere, ho voluto sperimentare la lettura di questo libro e devo dire che mi ha coinvolto, si legge molto bene ed è scorrevole, rappresenta molto bene la società dei primi decenni del 1900 e i rapporti fra le persone.

    ha scritto il 

  • 2

    Che tortura

    Oh mio dio, che tortura. Infinite pagine di descrizione di paesaggi e boschi che poi erano sempre gli stessi paesaggi e gli stessi boschi. Dialoghi estenuanti. Connie e Clifford che parlano in continu ...continua

    Oh mio dio, che tortura. Infinite pagine di descrizione di paesaggi e boschi che poi erano sempre gli stessi paesaggi e gli stessi boschi. Dialoghi estenuanti. Connie e Clifford che parlano in continuazione dei minatori. Connie che chiede continuamente a Mellors di dirle che l'ama. Finale del tutto indecente, dove Mellors che non dice mai una parola scrive una lettera da taglio di vene di cinque pagine. Una tortura mortale.

    ha scritto il 

  • 3

    Per quanto abbia apprezzato lo stile scorrevole e tutta la denuncia e la polemica sul classismo e l'atmosfera post industriale, la storia non mi ha rapito. Premetto che la traduzione (Newton & Compton ...continua

    Per quanto abbia apprezzato lo stile scorrevole e tutta la denuncia e la polemica sul classismo e l'atmosfera post industriale, la storia non mi ha rapito. Premetto che la traduzione (Newton & Compton) l'ho trovata spesso fuori luogo, ma non saprei se sia questione di edizione o se anche altre edizioni abbiano le stesse espressioni e terminologie (per me) poco riscontrabili negli anni '20. Certamente è un libro che ha dato scandalo, perchè ovviamente tratta una dimensione dell'uomo intima e delicata, nonchè ricca di tabú (a maggior ragione negli anni '20), ma ho trovato questa ricerca della fisicitá e del piacere sessuale spesso forzato o estremo, quasi non esistesse via di mezzo tra la passione e l affetto. È un libro che in sostanza non mi ha coinvolto molto, ma ne ho apprezzato il contesto storico-sociale e lo stile. Infine, aggiungo che paradossalmente, nonostante il mio scarso entusiasmo per quasi l intero libro, ho letteralmente amato l'incipit e la lettera finale di Mellors, ho trovato in questi passaggi la vera essenza del classico senza tempo.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    Un amore vero!

    Sono una ragazza all'antica, una di quelle che non tradirebbe mai e poi mai il suo uomo. Il tradimento mi da proprio fastidio. Ma questo romanzo ha una sua fama, ovviamente, come ogni classico che si ...continua

    Sono una ragazza all'antica, una di quelle che non tradirebbe mai e poi mai il suo uomo. Il tradimento mi da proprio fastidio. Ma questo romanzo ha una sua fama, ovviamente, come ogni classico che si rispetti. Devo ammettere che non so bene come mi sono avvicinata alle prime pagine, sicuramente all'inizio cercavo giustificazioni per Connie, e l'autore me ne ha date a bizzeffe direi! Clifford è tipo l'essere umano più irritante sulla terra, forse dopo Beth. Diciamo che all'inizio io giustificato Connie, per la sua passione ardente, per quello che provava, per quello che faceva. Poi ho capito di essere in errore, di essere tra quelle persone che l'autore voleva denunciare: frivola e stupida attaccata a quello che pensa la società. La verità è che ogni situazione è diversa, ogni esperienza è privata, ogni persona sceglie in base a quello che lo fa stare meglio, non secondo quello che è moralmente accettabile. Ma deve essere così! Non si può certo vivere per gli altri! E solo la signora Boldon poteva vivere con Clifford, pagata fior di quattrini a farsi toccare le tette a piacimento senza alcuna relazione sessuale. Mamma mia. La signora Boldon mi è stata antipatica per un bel pezzo, un'arrivista, una banderuola. Quando vuole contro i potenti, quando vuole la governante perfetta (o l'amante?). Poi, nel suo aiutare Connie l'ho enormemente apprezzata. Inoltre credo davvero, come ha detto lei stessa, che è stata manna dal cielo per Clifford. Sono fatti per stare insieme anche loro due, perché è riuscita sicuramente a smuoverlo, a renderlo forte, amando il bambino che è in lui.
    Quindi all'inizio anche se giustificavo Connie, non riuscivo ad astenermi dal giudicarla, in qualche modo. Perché come moglie doveva stare accanto a suo marito invalido. Poi sì, ho capito. L'amore di Connie e Mellors è tutt'altra cosa. Io mi rifiuto di pensare che sia un amore solo carnale, è un amore totale, per me!! Va bene, lui è giusto un tantino rozzo ("stiamo insieme, cuore ventre e cazzo!" mamma mia...), ma le dimostra una vera devozione. Secondo me lei l'ha cambiato. Beh, l'ha cambiato senza dubbio, l'ha come riportato in vita. Secondo me il rapporto di coppia deve essere così: voglia di stare insieme in ogni stanza della casa, voglia di vedersi, di parlarsi, di strapparsi i vestiti di dosso. Voglia di costruire qualcosa e loro ce l'hanno! Lo vogliono disperatamente! Come potete dirmi di no! Come potete dirmi che Mellors la vuole solo perché ha un bel culo? (E sì, nel dirle quanto sia bello il suo culo ha forse esagerato, era forse un po' rozzo, ma se il mio ragazzo me lo dicesse io andrei comunque in visibilio, perché è una parte talmente privata di me, talmente intima e particolare che il fatto che gli piaccia mi farebbe sentire al settimo cielo. Certo, è stata una parte abbastanza rozza anche quella, ma il povero Mellors solo così sa esprimere l'amore, immagino Connie ci sia abituata -anche per come imita il suo dialetto, lei vuole far parte della sua vita a tutti gli effetti). Lo vedo come un rapporto estremamente vero, ed estremamente attuale. Questo dovrebbe voler dire stare insieme! Loro sono veri, i loro problemi e i loro sentimenti escono fuori dal libro ad ogni loro incontro. E quanto mi rivedo in Connie quando dopo il sesso chiede a Mellors "Mi ami? Quanto mi ami? Dimmi che ami!" mamma mia, lo faccio anche io!
    Volevo parlare anche di Michaelis e di Beth, ma lui è quasi totalmente inutile, un divertimento, un nulla. Lei è il demonio e dovrebbe morire, ha ragione Mellors. Spero che non si dia presentata al divorzio solo perché sotto una lapide!
    In tutto questo bordello finale, spero che Flossie stia bene. Veramente un bravo cane, si merita tanto affetto (mi piacciono i cani)
    "Gran parte di noi è unita e non possiamo fare altro che aggrapparci a questo e fare in modo d'incontrarci presto. John Thomas augura la buonanotte a Lady Jane, un po' a testa bassa, ma con il cuore pieno di speranza."
    Ci vedo solo amore, e spero per loro che vada davvero tutto bene. Avrei voluto in epilogo, una sicurezza che la loro nuova vita avrebbe avuto un inizio roseo. Ma anche questa lettera piena d'amore, piena di speranza, che termina con il loro giochetto che solo loro possono capire, mi fa sorridere il cuore...

    No non è vero cazzo voglio la garanzia dell'happy ending! Cavolo!!!!!

    Volevo parlare anche della pesante critica alla società di Lawrence ma penso di essere un poco ignorante in materia, quindi tutte le mie considerazioni sarebbero state inutili. Certo è che i tempi non sono poi così cambiati! Sembriamo più aperti a romanzi del genere, romanzi che chiamano le cose col loro nome, ma solo finché sono finzione. Se non altro tutta questa distinzione in classi sociali, forse, non la possiamo capire appieno, se non altro ora non è più così.

    ha scritto il 

  • 5

    sottovalutato

    davvero un libro meraviglioso. audace, ben scritto. altro che Cinquanta Sfumature di Grigio, altro che Madame Bovary. letto alle superiori: andrebbe consigliato a scuola.

    ha scritto il 

  • 0

    Incipit

    La nostra è un'epoca essenzialmente tragica, perciò ci rifiutiamo di viverla tragicamente.....

    http://www.incipitmania.com/incipit-per-titolo/a/lamante-di-lady-chatterley-dh-lawrence/

    ha scritto il 

  • 5

    Non solo un romanzo che parla di amore e passione, L' amante di Lady Chatterly è molto più di questo.
    Attraverso queste pagine, Lawrence, manda una feroce critica al classismo e al degrado dell'uomo n ...continua

    Non solo un romanzo che parla di amore e passione, L' amante di Lady Chatterly è molto più di questo.
    Attraverso queste pagine, Lawrence, manda una feroce critica al classismo e al degrado dell'uomo nell'era industriale.
    Un grande capolavoro che resta molto attuale.

    ha scritto il 

  • 4

    La trama è nota: Constance, Lady Chatterley, una donna appassionata e viva, si dedica alle cure del marito Clifford, un aristocratico colto e conservatore, paralizzato dalla vita in giù a causa di una ...continua

    La trama è nota: Constance, Lady Chatterley, una donna appassionata e viva, si dedica alle cure del marito Clifford, un aristocratico colto e conservatore, paralizzato dalla vita in giù a causa di una ferita di guerra. La coppia vive nella tenuta di lui, a Wragby, un luogo triste, grigio e desolato, in cui Connie si sente come in gabbia, intrappolata da un marito che la usa come infermiera e dama di compagnia, ma a cui non riserva mai nemmeno un gesto d'amore, trattandola come un meschino oggetto da esibire. Constance ha bisogno di calore e passione, emozioni che trova proprio a due passi da casa, da Oliver Mellors, il guardacaccia di Clifford. Tra i due scoppia una passione carnale che sfocia ben presto in un grande e puro amore.
    L'uscita del romanzo, a cavallo tra le due guerre mondiali, suscitò molto scandalo, al punto che un'edizione senza censure fu possibile solo negli anni '60. L'autore ha sfidato senza vergogna le convenzioni della sua epoca, scrivendo un romanzo ad alto tasso di erotismo: ma la sessualità è sempre presentata in modo molto raffinato, con un linguaggio estremamente colto ed elegante, e anche le scene più esplicite sono descritte senza mai cadere nelle oscenità. Gli argomenti trattati sono davvero vastissimi, degni di riflessione e davvero importanti: dal conformismo di una società troppo legata a vecchi preconcetti, al progresso tecnologico che porta alla perdita dell'umanità nell'uomo, alle differenze di classe, alla presa di coscienza della classe operaia. Il romanzo è un vero e proprio inno alla libertà personale e sessuale. L'importante è non approcciarsi a questo libro aspettandosi solamente la narrazione di una storia romantica, altrimenti ci si sentirà profondamente delusi.

    ha scritto il 

Ordina per