L'ambiguo malanno

La donna nell'antichità greca e romana

Voto medio di 252
| 31 contributi totali di cui 30 recensioni , 0 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
Pan
Ha scritto il 06/01/18
Avendo già letto altri saggi della Cantarella, ammetto che in questo caso sono rimasto un po' deluso. Il tema è effettivamente complesso, soprattutto a livello giuridico, e l'idea dell'Autrice è quella di dare una visione generale del problema, ma il...Continua
Les75
Ha scritto il 30/12/17

Illuminante studio sulla condizione della donna nell'antichità greca e romana. Una lettura molto soddisfacente.

Bucaniere
Ha scritto il 18/03/17
Resoconto della condizione femminile dalla Grecia antica a Bisanzio. Basandosi su un'analisi delle fonti storiche il quadro della donna che ne emerge è ristretto : o solo moglie, o moglie e madre. Quella parvenza di libertà soffiata durante il Princi...Continua
Simona dalle...
Ha scritto il 04/01/17

Be' dai, qualcosina è migliorato da allora...

Cynthia Collu...
Ha scritto il 11/05/16
Zeus, perché hai dunque messo tra gli uomini un ambiguo malanno, portando le donne alla luce del sole
Euripide, V° secolo avanti Cristo. Relegate entro le mura domestiche, con l'unico principale scopo di dare figli allo stato, le donne greche non avevano voce capitolo in nessun campo, tantomeno in quello familiare. ... " con la donna non esser mai do...Continua

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una citazione!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Bucaniere
Ha scritto il Mar 16, 2017, 13:48
Virilia officia: i compiti che solo gli uomini, per definizione, erano in grado di svolgere.

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi