L'amic retrobat

Per

Editor: Columna Edicions

4.1
(14990)

Language: Català | Number of Pàgines: 96 | Format: Softcover and Stapled | En altres llengües: (altres llengües) French , Italian , English , German , Spanish , Dutch

Isbn-10: 8478091106 | Isbn-13: 9788478091102 | Data publicació: 

També disponible com: Paperback , Others , Mass Market Paperback

Category: Fiction & Literature , History , Teens

Do you like L'amic retrobat ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Registra't gratis
Descripció del llibre
Sorting by
  • *** Aquest comentari conté spoilers! ***

    4

    http://www.scaffalivirtuali.altervista.org

    Questo è uno di quei rari casi in cui le parole che si potrebbero spendere per parlare di un libro sono più di quelle effettivamente contenute dallo stesso. ...continua

    http://www.scaffalivirtuali.altervista.org

    Questo è uno di quei rari casi in cui le parole che si potrebbero spendere per parlare di un libro sono più di quelle effettivamente contenute dallo stesso. Ambientata nella Stoccarda degli anni trenta, è la storia di due ragazzini fra cui si instaura una bellissima amicizia. Uno dei due è Hans Schwarz, di famiglia che si ritiene prima di tutto sveva, poi tedesca, infine ebrea. L'altro è Konradin van Hohenfels, di nobile famiglia tedesca. Hans invita spesso a casa Konradin, e i genitori sono onorati della sua presenza. L'inverso, però, succede di rado, furtivamente, e solo quando la casa degli Hohenfels è vuota: la madre di Konradin nutre un forte odio nei confronti degli ebrei. La loro amicizia, pertanto, da un certo punto di vista è considerabile clandestina, nascosta. Ciò si manifesta soprattutto quando Hans incontra a teatro e Konradin in compagnia della sua altolocata famiglia, ma questo finge di non aver neanche visto l'amico. Quel momento segna una svolta profonda nel loro rapporto, acuita da tutto ciò che segue l'elezione di Hitler a cancelliere e l'intrusione dell'ideologia nazionalsocialista nella società. Hans viene spedito in America, dove vivrà tutta la vita, mentre Konradin resta in Germania. Molti anni dopo Hans riceve per lettera la notizia della creazione di un monumento ai caduti della sua vecchia scuola di Stoccarda e qui, dopo una feroce lotta interiore, scopre di ritrovare il suo vecchio amico. Un libro breve ma intenso, capace di emozionare dalla prima all'ultima pagina.

    dit a 

  • 0

    Libro dalle intense emozioni. Il forte sentimento di amicizia , che lega i due ragazzi su uno sfondo storico di una Germania nazista, commuove il lettore fino alla fine. Bella e intensa anche la trasp ...continua

    Libro dalle intense emozioni. Il forte sentimento di amicizia , che lega i due ragazzi su uno sfondo storico di una Germania nazista, commuove il lettore fino alla fine. Bella e intensa anche la trasposizione cinematografica.

    dit a 

  • 5

    Il piccolo Hans frequenta un prestigioso liceo della sua città. Della sua classe fanno parte una quarantina di ragazzi tra i quali si distinguono alcuni di origine più nobile, rispetto ad altri che ap ...continua

    Il piccolo Hans frequenta un prestigioso liceo della sua città. Della sua classe fanno parte una quarantina di ragazzi tra i quali si distinguono alcuni di origine più nobile, rispetto ad altri che appartengono, invece, all’alta borghesia tedesca. Alcuni di essi sono ebrei, altri no.

    Un giorno, accompagnato dal direttore, fa il suo ingresso in classe Konradin von Hohenfels, figlio di un ambasciatore. La professione del padre ha dato modo a Konradin di girare per il mondo, di conoscere nuovi luoghi e civiltà e di iniziare una collezione di monete antiche. Passione, questa, che lo avvicinerà ad Hans.

    I due all’inizio si studiano reciprocamente, ma entrambi capiscono che diventeranno amici. E così è.

    Nonostante le differenze religiose e le ostilità della famiglia di Konradin verso le origini ebree di Hans, i due ragazzini entrano in perfetta sintonia e passano insieme quasi ogni momento della giornata. Ma improvvisamente le cose cambiano.

    Un giorno Konradin si proclama affascinato da Hitler e dalle sue idee di onnipotenza e Hans viene allontanato dal Paese. I genitori hanno capito, infatti, che non può esistere per lui un futuro nell’attuale Germania.

    La separazione e le idee politiche di Konradin spezzeranno improvvisamente questo fortissimo legame.

    Solo 30 anni dopo ci sarà una svolta inaspettata…

    Breve e intensa storia d’amicizia che ci catapulta nella Germania oppressa dall’ancora nascente ideologia nazista.

    Si tratta, senza alcun dubbio, di un piccolo, grande capolavoro della letteratura europea del ‘900. E’ un libro che tutti nella vita dovremmo leggere per imparare, non solo un po’ di storia, ma anche l’importanza di valori come l’amicizia, la lealtà, la libertà e il coraggio, quando serve, di cambiare idea.

    dit a 

  • 4

    Breve, ma intenso

    Novella, questa di Fred Uhlman, toccante come poche, capace di arrivare a sfiorare le corde più sensibili del cuore.
    Si riesce ad immedesimarsi in questa storia che narra, in modo tenero, della nascit ...continua

    Novella, questa di Fred Uhlman, toccante come poche, capace di arrivare a sfiorare le corde più sensibili del cuore.
    Si riesce ad immedesimarsi in questa storia che narra, in modo tenero, della nascita di un'amicizia tra due ragazzini apparentemente molto diversi, ma che poi si riveleranno essere più simili del previsto, collocata nel tragico periodo storico caratterizzato dalla nascita e dalla diffusione delle idee nazionalsocialiste. Sarà poi la crudeltà della storia ad allontanarli, costringendoli ad intraprendere strade dalla direzione opposta.
    Tratta dalla storia personale dell'autore, questo romanzo breve è potente e lo si legge tutto d'un fiato, spingendoci a porci molte domande, a riflettere sulla purezza di un sentimento arricchente come quello dell'amicizia, depauperato dalla brutalità del contesto storico, ma che, grazie alla sua forza intrinseca, riesce ad andare oltre di esso e a vincere il tempo.

    dit a 

  • 4

    L'ho letto per la prima volta nel 2003, il mio primo libro impegnativo visto che frequentavo ancora le scuole elementari. Un libro molto bello

    dit a 

Sorting by
Sorting by