Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L'amico ritrovato

Di

4.1
(14579)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 92 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Francese , Catalano , Inglese , Tedesco , Spagnolo , Olandese

Isbn-10: 8807880733 | Isbn-13: 9788807880735 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida , Copertina rinforzata scuole e biblioteche , Tascabile economico

Genere: Fiction & Literature , History , Teens

Ti piace L'amico ritrovato?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Breve ma molto intenso

    Il romanzo di Uhlman racconta la storia della nascita e dell'evolversi dell'amicizia tra due adolescenti che si scontra con i confini sociali dettati durante il periodo del nazionalsocialismo.
    La storia è breve, ma d'impatto. Non è uno di quei libri che descrive la shoah, ma il suo punto di ...continua

    Il romanzo di Uhlman racconta la storia della nascita e dell'evolversi dell'amicizia tra due adolescenti che si scontra con i confini sociali dettati durante il periodo del nazionalsocialismo.
    La storia è breve, ma d'impatto. Non è uno di quei libri che descrive la shoah, ma il suo punto di forza è proprio quello di affrontare perfettamente questo tema senza, di fatto, parlarne in modo diretto.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Letto su richiesta di mio fratello...

    L'amico ritrovato è un piccolo romanzo, quasi una novella. Non parla di un' amicizia ritrovata ma bensì di una riconciliazione spirituale postuma (ebbene si, niente lieto fine per le storie ambientate nei tetri anni del nazismo). Semplice e profonda allo stesso tempo questa storia affronta il tem ...continua

    L'amico ritrovato è un piccolo romanzo, quasi una novella. Non parla di un' amicizia ritrovata ma bensì di una riconciliazione spirituale postuma (ebbene si, niente lieto fine per le storie ambientate nei tetri anni del nazismo). Semplice e profonda allo stesso tempo questa storia affronta il tema dell'amicizia tra un ragazzo ebreo (narratore in prima persona) e uno tedesco senza risultare banale...
    Consigliato!

    «Per me niente aveva importanza oltre al fatto che quello era il mio paese, la mia patria, senza inizio né fine, e che essere ebreo non era in fondo diverso che nascere con i capelli neri piuttosto che rossi. Eravamo prima di tutto svevi, poi tedeschi e infine ebrei»

    Von Hohenfels, Konradin. Implicato nel complotto per uccidere Hitler. Giustiziato.

    ha scritto il 

  • 0

    Struggente, bellissimo, una novella in cui l'autore sa dipingere con le parole, i luoghi i profumi i sapori... e racconta in poche pagine la storia di un'amicizia vera che va al di là di tutto.

    ha scritto il 

  • 5

    Stupendo

    Commovente e delicato, una storia che molti definirebbero scontata, ma che in realtà ti stringe il cuore e ti fa sentire molto più ricco. Un'amicizia che supera la guerra e le convenzioni sociali, e che rimane salda nonostante la distanza e gli anni. Sfido chiunque a non rimanerne colpito! Bellis ...continua

    Commovente e delicato, una storia che molti definirebbero scontata, ma che in realtà ti stringe il cuore e ti fa sentire molto più ricco. Un'amicizia che supera la guerra e le convenzioni sociali, e che rimane salda nonostante la distanza e gli anni. Sfido chiunque a non rimanerne colpito! Bellissimo!

    ha scritto il 

  • 4

    Libro muy cortito, pero muy emotivo sobre todo el final. Uno de los mejores libros sobre la preguerra visto desde los ojos de dos adolescentes, uno judío y el otro un aristócrata alemán. Muy recomendable.

    ha scritto il 

  • 5

    Un racconto struggente sull'amicizia fra due adolescenti, destinata ad essere minacciata dall'arrivo del nazismo.

    Nonostante il tema, l'autore non scade mai nella retorica e nel moralismo, raccontando la vicenda con uno stile semplice e una lucidità rara che non può non commuovere.

    ha scritto il 

Ordina per