L'amiga genial

Infantesa, adolescència

Per

Editor: La Campana

4.0
(4618)

Language: Català | Number of Pàgines: 510 | Format: Paperback | En altres llengües: (altres llengües) Italian , English , Spanish , Portuguese , French

Isbn-10: 8416457182 | Isbn-13: 9788416457182 | Data publicació: 

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , History

Do you like L'amiga genial ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Registra't gratis
Descripció del llibre
Sorting by
  • 3

    Ho letto il libro (o meglio l'ho ascoltato in versione audio) con una certa aspettativa, visto il gran parlare che se ne è fatto. Mi è piaciuto, e sto ascoltando il secondo. E' scritto con uno stile m ...continua

    Ho letto il libro (o meglio l'ho ascoltato in versione audio) con una certa aspettativa, visto il gran parlare che se ne è fatto. Mi è piaciuto, e sto ascoltando il secondo. E' scritto con uno stile molto preciso ed efficace, e le analisi psicologiche dei personaggi sono molto dettagliate e profonde. Nel complesso il successo è meritato, anche se come sempre non si capisce perché questi libri abbiano venduto a rotta di collo a altri, altrettanto validi se non di più, no. Misteri dell'editoria.

    dit a 

  • 3

    Che fatica...

    Ho iniziato questo libro piana di aspettative, incoraggiata dalle recensioni lette online e dopo poco mi ero già pentita. Testarda, ho deciso di continuare nella lettura, lasciandomi coinvolgere dalle ...continua

    Ho iniziato questo libro piana di aspettative, incoraggiata dalle recensioni lette online e dopo poco mi ero già pentita. Testarda, ho deciso di continuare nella lettura, lasciandomi coinvolgere dalle vicende, dall'incastro dei personaggi, dal continuo, incessante, riflettere di Elena sull'amica Lila. Sono arrivata all'ultima pagina pensando "finalmente é finita", ma mi sono ritrovata intrappolata dall'ultima riga, che mi ha fatto iniziare direttamente il secondo.

    dit a 

  • 2

    MA COME,NON L'HAI ANCORA LETTO??? TE LO PRESTO!!! TI PIACERA'!!!

    Così mi sono ritrovata il libro tra le mani ed ad affrontare un silenzioso fine settimana.
    La Ferrante chiunque essa sia,sa scrivere e oggi non è cosa da poco.
    In fondo in fondo,in fondissimo,ma poi n ...continua

    Così mi sono ritrovata il libro tra le mani ed ad affrontare un silenzioso fine settimana.
    La Ferrante chiunque essa sia,sa scrivere e oggi non è cosa da poco.
    In fondo in fondo,in fondissimo,ma poi non così tanto resta il sospetto di un'ottima operazione commerciale.
    A cominciare da tutto il parlare attorno al mistero della sua identità,se non è stata quella una genialata una pubblicitè a costo zero.
    Volume uno di quattro,racconta i primi sedici anni di vita di due ragazzine e la loro amicizia,in modo garbato perchè la Ferrante sa usare bene la penna,si perde un po' in ripetere situazioni simili(gli scontri dei ragazzi,la scuola....il ricordare tutte le volte che nomina la madre di Lena il suo occhio strabico e la gamba sifulina)insomma un elastico molto tirato..
    Piacevole si legge tutto d'un fiato,chiuso il libro sorge spontanea una domanda;"Ma questa Lila così intelligente,impare latino e greco da sola,così spavalda,determinata,tiene testa a tutti compreso piccoli camorristi,non riesce a trovare una via di fuga dal soffocante,opprimente,squallido rione????Cosa che invece farà Lena che sembrerebbe brillare solo di luce riflessa mah!!!!! (forse Lila e Lena sono la stessa persona naa!!!)
    Forse bisogna leggere gli altri tre" Ma io non lo farò!!
    Forse sono solo di malumore,mi sembra di aver sprecato il mio silenzioao fine settimana,
    D'emblée**** ma io sono cattiva!!!!!!!!!
    Sono una voce fuori dal coro,lo so!!!
    Si accettano solo improperi garbati!!!!!!

    http://youtu.be/0QGN62xiRU8

    dit a 

  • 3

    Non riesco mai a capire se la formula dell'audiolibro renda onestamente la qualità dell'opera letta.
    In questo caso mi sembra molto migliorata dalla lettura straordinaria di A.B.
    detto questo, detto ...continua

    Non riesco mai a capire se la formula dell'audiolibro renda onestamente la qualità dell'opera letta.
    In questo caso mi sembra molto migliorata dalla lettura straordinaria di A.B.
    detto questo, detto che ho avuto piacere ad ascoltare, non so se acquisterei mai il libro in carta stampata. Ma probabilmente acquisterei il secondo della saga se letto dalla stessa attrice.

    dit a 

  • 4

    Molto interessante

    Non amo molto questo tipo di lettura, ma sentito il tono entusiasta di un amico che l'aveva letto, sono corso a comprarlo.Effettivamente un bel libro, una storia che ti coinvolge e incuriosisce. Scri ...continua

    Non amo molto questo tipo di lettura, ma sentito il tono entusiasta di un amico che l'aveva letto, sono corso a comprarlo.Effettivamente un bel libro, una storia che ti coinvolge e incuriosisce. Scritto bene, con personaggi tratteggiati alla perfezione e uno spaccato di Napoli molto interessante. Credo che leggerò anche il seguito

    dit a 

  • 4

    Neorealismo italiano

    Un bell’esempio di neorealismo italiano, una storia ambientata nel dopoguerra della periferia degradata di Napoli, tra destini ineluttabili e aspirazioni all’elevazione, tramite l’iniziativa imprendit ...continua

    Un bell’esempio di neorealismo italiano, una storia ambientata nel dopoguerra della periferia degradata di Napoli, tra destini ineluttabili e aspirazioni all’elevazione, tramite l’iniziativa imprenditoriale o l’accesso allo studio.
    La storia non è memorabile, non ci sono eventi straordinari, ma solo meravigliosa quotidianità, le vicende dei vicini di casa alle quali ci si può appassionare e che si possono seguire con la consapevolezza critica di un’ottima scrittrice, la misteriosa Elena Ferrante, che ha saputo creare intorno a sé un alone di dubbio come raramente può accadere nell’era dell’informazione digitale.
    In definitiva un tuffo nel passato, rassicurante, a suo modo eroico, di un periodo in cui tutto sembrava ancora possibile, la crescita, l’elevazione sociale, un futuro migliore.

    dit a 

  • 4

    Se avessi avuto a portata di mano il secondo volume, "Storia del nuovo cognome", avrei immediatamente proseguito con la lettura visto il coinvolgimento. E' stato un crescendo di emozioni.

    dit a 

  • 3

    "E' bello?" ha chiesto il mio compagno quando gli ho annunciato che stavo quasi per finirlo. "Più che altro è fatto bene" gli ho risposto.
    Perché L'amica geniale è veramente un saggio di scrittura cre ...continua

    "E' bello?" ha chiesto il mio compagno quando gli ho annunciato che stavo quasi per finirlo. "Più che altro è fatto bene" gli ho risposto.
    Perché L'amica geniale è veramente un saggio di scrittura creativa. E' una macchina narrativa che rasenta la perfezione. Ogni dettaglio ha la sua funzione e per questo è curato nei minimi particolari.
    Li avevo snobbati quando sono usciti i volumi di questa quadrilogia, uno dopo l'altro. Poi tempo fa, dopo quello squallido e inutile inseguimento alla vera identità della scrittrice, ho letto la notizia che se ne sarebbe fatta una serie tv e allora mi sono decisa a leggerli. Io adoro le serie tv e da qualche anno a questa parte anche gli italiani hanno imparato a farle bene. Ho pensato di dover arrivare preparata al traguardo.
    In questo primo libro la sapiente scrittura della Ferrante è ammaliante. Continuo a pensare che è fuorviante oltre che esagerato gridare al capolavoro letterario, in più la storia raccontata mi interessa anche poco (riscatto sociale tramite la cultura: già letto, già visto, già fatto), ma la lezione di scrittura che viene fuori da ogni capitoletto di questo primo volume rende più che piacevole la lettura.
    E vuoi saperne sempre di più ma non di Elena o di Lila (che poi sono la stessa persona solo divisa in due per creare contrasto narrativo), ma di come la Ferrante riesca a dosare tutti gli ingredienti per raccontare... un fatto. Mia mamma quando ero bambina mi diceva "vieni, siediti qui, che ti racconto un fatto" E non era mai completamente aderente alla realtà (ne sono sempre stata certa) ma proprio per questo più affascinante e divertente. Ecco, la Ferrante ha messo su carta questa pratica del "raccontare un fatto". E io sono tornata alla mia serenità di bambina. Almeno per il tempo che c'ho messo a finire il libro.
    E' per questo che ho deciso di continuare anche con gli altri tre volumi. O almeno da quello successivo, visto che 'ho già comprato! ;))

    dit a 

  • 4

    Tema semplice...l amicizia tra bambine e stranamente diverse tra loro. Ben scritto, lettura scorrevole, ambientazione e personaggi molto ben dettagliati

    dit a 

  • 4

    Piacevole lettura

    Lo stile dell'autrice è accattivante, ricco di particolari senza pagare in scorrevolezza e linearità, la storia è un intreccio che si sviluppa con il tempo e le pagine, che ti prende progressivamente ...continua

    Lo stile dell'autrice è accattivante, ricco di particolari senza pagare in scorrevolezza e linearità, la storia è un intreccio che si sviluppa con il tempo e le pagine, che ti prende progressivamente fino a lasciarti con il fiato sospeso quando si arriva (purtroppo) all'ultima frase.
    Interessante vedere come in alcuni punti anticipi episodi che solo successivamente si incastrano temporalmente nella storia, denota una penna esperta.

    dit a 

Sorting by
Sorting by