Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L'amore fatale

Di

Editore: Einaudi (Tascabili. Letteratura, 622)

3.8
(2032)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 283 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese

Isbn-10: 8806152076 | Isbn-13: 9788806152079 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Susanna Basso

Disponibile anche come: Tascabile economico , Copertina rigida , Altri

Genere: Fiction & Literature , Gay & Lesbian , Science Fiction & Fantasy

Ti piace L'amore fatale?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Jed Parry è un fanatico religioso, o forse semplicemente un malato di mente,che si convince di dover amare un perfetto estraneo e dove esserne riamato.Joe Rose è un divulgatore scientifico, ma è anche un uomo fragile e deluso,che sta perdendo la propria fede nella scienza. L'occasione che li fa incontrare è una disgrazia, un incidente tanto banale quanto tragico, che sconvolge la mente di Jed Parry e lo trasforma nel persecutore di Joe Rose. McEwan descrive questa patologia erotica, coinvolgendo il lettore nel groviglio delle nevrosi contemporanee e interrogandosi sulla vera natura dell'amore estremo.
Ordina per
  • 4

    "Ti ho odiato, è vero, ma non ho mai dimenticato che ti amavo lo stesso".

    Una storia talmente assurda e inverosimile che pensi che mai potrebbe accadere nella realtà. E invece questa è proprio una storia vera: un'ossessione d'amore ai confini della follia, dell'assurdo e ...continua

    Una storia talmente assurda e inverosimile che pensi che mai potrebbe accadere nella realtà. E invece questa è proprio una storia vera: un'ossessione d'amore ai confini della follia, dell'assurdo e del ridicolo. Un'ossessione d'amore che è la storia reale di una patologia psicopatologica. McEwan ci racconta questa vicenda anomala con la sua perfetta e impeccabile scrittura. Bellissimo.

    ha scritto il 

  • 3

    L’AMORE FATALE

    Quattro le fasi della mia lettura. 1) Godimento iniziale. McEwan scrive da Dio! 2) Delusione. Il piacere della lettura vanificato dall’assurdità della vicenda. 3) Stupore. Scoprire, in appendice, ...continua

    Quattro le fasi della mia lettura. 1) Godimento iniziale. McEwan scrive da Dio! 2) Delusione. Il piacere della lettura vanificato dall’assurdità della vicenda. 3) Stupore. Scoprire, in appendice, che si tratta di una storia realmente accaduta. 4) Dubbio. Se lo avessi saputo prima, e avessi affrontato il romanzo con occhio meno critico, sarebbe cambiato qualcosa? Conclusione. Con un approccio più informato quest’opera forse mi sarebbe piaciuta, ma questo non lo saprò mai.

    ha scritto il 

  • 4

    Credo che se rileggessi i libri già letti, cambierei opinione e giudizio su molti. Ne sono sempre più convinta essendomi chiesta come mai "Espiazione" all'epoca non mi fosse piaciuto. Mi parlavano ...continua

    Credo che se rileggessi i libri già letti, cambierei opinione e giudizio su molti. Ne sono sempre più convinta essendomi chiesta come mai "Espiazione" all'epoca non mi fosse piaciuto. Mi parlavano tutti bene di questo autore, ora capisco il perché. Bello!

    ha scritto il 

  • 3

    Bello bello bello, é il primo libro di McEwan che leggo e sicuramente recupererò anche gli altri! Questo libro ti assorbe, hai il bisogno di arrivare alla fine per capire dove l'autore andrà a ...continua

    Bello bello bello, é il primo libro di McEwan che leggo e sicuramente recupererò anche gli altri! Questo libro ti assorbe, hai il bisogno di arrivare alla fine per capire dove l'autore andrà a parare. Assolutamente consigliato!

    ha scritto il 

  • 3

    Immaginate la scena: una bella campagna inglese, una coppia che fa un elegante pic-nic all'aria aperta. In un attimo tutto esplode e l'idillio bucolico è drammaticamente dilaniato dalla comparsa in ...continua

    Immaginate la scena: una bella campagna inglese, una coppia che fa un elegante pic-nic all'aria aperta. In un attimo tutto esplode e l'idillio bucolico è drammaticamente dilaniato dalla comparsa in cielo di un pallone aerostatico fuori controllo, dentro il pilota e un ragazzino impaurito. Alcuni uomini si attaccano alle funi della mongolfiera per provare a tenerla giù, ma il vento è troppo forte e la vince sui soccorritori. Tutti mollano la presa eccetto uno che, da solo, rimane attaccato ad una delle funi e viene trasportato in alto, fino a quando, impossibilitato a resistere aggrappato si lascia cadere nel vuoto, verso la morte. E già questo è un bell'inizio, di quelli che ti lasciano il segno. Ma aspettate, c'è dell'altro. Uno dei soccorritori, Joe – il protagonista del romanzo – si ritroverà poche ore dopo vittima delle attenzioni di uno stalker assai particolare: Jed Parry, un fanatico cristiano che si innamora di lui e non solo crede che Joe lo ricambi, ma che crede anche di leggere nei gesti dell'amato segni di comunicazione non- verbale e, naturalmente, crede che sia Dio stesso a “sostenere” la loro relazione che deve nascere a breve. Beh, un fuori di testa semimistico, omosessuale che perseguita a suon di lettere ricolme di amore insano e di appostamenti un altro uomo mi sembrava un bel soggetto per un libro, così mi aspettavo molto da questa opera di McEwan. Invece – e mi tocca dire invece – , lo svolgimento della storia non è proprio esaltante, tutto si dipana in maniera frenetica, un poco confusa qua e là, con passi indietro e alcuni avanti. McEwan sembra cercare un centro, ma non lo trova, schizzando da una parte all'altra. Certo, le sue qualità di scrittore mi paiono fuori discussione: un paio di capitoli sono proprio esempi perfetti di come si possa scrivere bene, con eleganza, puntualità, classe, ma §L'amore fatale§ mi è sembrato, nel complesso, un'opera minore, mal riuscita o forse non perfettamente riuscita.

    ha scritto il 

  • 5

    Ian mcEwan é un genio nel saper descrivere e intrecciare stati d'animo a situazioni fuori dal normale, ma anche nella vita di tutti i giorni.. Lo amo, é angosciante e ossessivo!

    ha scritto il 

Ordina per