Jed Parry è un fanatico religioso, o forse semplicemente un malato di mente,che si convince di dover amare un perfetto estraneo e dove esserne riamato.Joe Rose è un divulgatore scientifico, ma è anche un uomo fragile e deluso,che sta perdendo la ... Continua
Ha scritto il 10/05/17
All'inizio ho fatto fatica a superare lo stile di McEwan, mi sembrava inutilmente pomposo e articolato, troppo concentrato sulla gestione complessa dell'intreccio, tra decine di piccoli flashback e anticipazioni, per lasciarmi godere la storia in ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 29/04/17
"L'inizio è facile da individuare. Eravamo al sole, vicino a un cerro che ci proteggeva in parte da forti raffiche di vento. Io stavo inginocchiato sull'erba con un cavatappi in mano, e Clarissa mi porgeva la bottiglia - un Dumas Gassac del 1987. ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 08/10/16
confronto molto personale
una storia ben raccontata e ben inventata... per me un esercizo di inglese visto che l'ho lettoin lingua originale...ritengo che la medesima storia uscita dalla penna di Sthephen King avrebbe avuto molti più spunti di riflessione rispetto a questo ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 07/09/16
End - during ...love
“ Che idiozia, lanciarmi dentro questa storia e i suoi labirinti, allontanandomi di volata dalla nostra felicità, tra l’erba tenera di primavera accanto al cerro. “L’amore è sempre fatale quando accade. E come scriveva Shakespeare,” ..." Continua...
  • 29 mi piace
  • 7 commenti
  • Rispondi
Ha scritto il 02/04/16
Joe, Joe, perchè sei tu Joe?
Parry, con le sue lettere d'amore, mi ha ricordato un pò Romeo e Giulietta. Ma scherzi a parte tre stellette a McEwan. Primo libro suo che leggo, sono curiosa degli altri che mi procurerò magari non subito. Dicevamo tre stellette perchè non mi ha ..." Continua...
  • 1 mi piace
  • 2 commenti
  • Rispondi

Ha scritto il Jul 04, 2016, 15:57
"Per questa ragione non facciamo altro che litigare e farci a pezzi, perché la nostra insuperabile intelligenza è in fondo sempre al servizio della causa del singolo e della provvidenziale miopia nei confronti della pochezza delle nostre vite"
Pag. 120
  • Rispondi
Ha scritto il Apr 14, 2016, 18:00
"La gente spesso si stupisce della velocità con la quale le cose straordinarie diventano fatti acquisiti. A me viene in mente tutte le volte che mi trovo in autostrada di notte, oppure a bordo di un aereo che sale oltre la linea delle nuvole per ... Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il Apr 14, 2016, 18:00
"L'egoismo ce lo portiamo scritto nel cuore. È questo il conflitto di noi mammiferi: quanto dare agli altri, e quanto tenere per noi. All’atto di calpestare la linea di tale confine, il controllo che esercitiamo sull’altro e quello che ... Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il Mar 04, 2016, 10:42
"Non si poteva concordare su niente, e con nessuno. Viviamo avvolti dentro una nebbia percettiva in parte condivisa, ma inaffidabile, e i nostri dati sensoriali ci arrivano distorti dal prisma di desideri e convinzioni che alterano persino i ... Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il Mar 04, 2016, 10:35
"Quei minuti preziosi che precedono l'amore trovano nel termine semi-scientifico di 'preliminari' una definizione impropria. In quei momenti il mondo si fa piccolo e intenso, le voci affondano nel tepore dei corpi, la conversazione diventa intima e ... Continua...
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Jun 23, 2017, 13:35
823.914 MCE
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi