In un'aula dell'università di Ginevra echeggiano i versi d'amore di Petrarca:davanti ai suoi studenti, un italianista legge e commenta, interpreta, ementre la poesia risuona tra le pareti, nella memoria del professore a poco apoco riaffiora una ... Continua
Ha scritto il 24/05/15
Quando Petrarca smette di essere oggetto di studio e diventa soggetto dell'essere
Fabio, ordinario della cattedra di lettere moderne alla Sapienza di Roma, è invitato a tenere un ciclo di letture di Petrarca a Ginevra; in una mattina nevosa e grigia, in un'aula affollata e sonnacchiosa, legge e commenta 'La vita fugge, e non ..." Continua...
  • 2 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 21/08/12
Libro diviso in due: la parte contemporanea molto raffinata, che sviluppa una lezione interessante, ed i flashback, nati da un pretesto deboluccio, che risultano invece piuttosto stiracchiati.
  • Rispondi
Ha scritto il 19/07/12
Narrazione rievocatrice di un amore adolescenziale che sa di gia detto, già raccontato, già analizzato. Il romanzo si salva parzialmente grazie al commento a Petrarca che il protagonista, un professore, espone ai suoi studenti durante un ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 08/06/11
Orribile. Non ha senso
  • Rispondi
Ha scritto il 03/11/10
Rimandato!
L'idea del lapsus che, durante una lezione sul Petrarca, riporta l'attempato professore ai tremiti del primo amore adolescenziale, è senz'altro buona. Da quel momento, il romanzo si sdoppia sui due piani (la storia di Fabio e Bubi nel 1963, e la ..." Continua...
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una citazione!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi