Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L'amore ritrovato

Di

Editore: Leggereditore

3.9
(78)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 576 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8865080205 | Isbn-13: 9788865080207 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: eBook

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Romance

Ti piace L'amore ritrovato?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Lil si è innamorata di Cooper la prima volta che lo ha visto, quando lui era solo un bizzarro adolescente che trascorreva le vacanze estive nel ranch dei nonni, nel Sud Dakota, mentre i suoi genitori erano alle prese con il divorzio. Da allora i due ragazzi avevano trascorso insieme ogni estate, passeggiando per le Black Hills, seguendo le tracce dei puma e innamorandosi poco a poco. Poi Cooper era stato costretto a tornare all'improvviso a New York, spezzando il cuore di Lil. Dieci anni dopo, però, ritorna; ha abbandonato il lavoro di poliziotto dopo che il nonno si è gravemente ferito in un incidente, ed è deciso a portare avanti il suo ranch. Lil è rimasta fedele all'amore per i puma e per la natura selvaggia delle Black Hills, e ora gestisce un rifugio per animali selvatici. Ma qualcuno è infastidito dal suo lavoro, e dopo una serie di minacce e avvertimenti, la vita di Lil è in serio pericolo. Episodi inquietanti si susseguono, come l'omicidio di alcuni escursionisti e la mutilazione di animali: e Lil sa di non avere altra scelta per salvarsi se non chiedere aiuto a Cooper e insieme scoprire la verità...
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Tre stelle e mezzo

    È il secondo libro della Roberts che leggo e, pur essendo una piacevole lettura, questo non mi ha entusiasmato più di tanto. L’ho trovato dispersivo, lento, ripetitivo, con un finale piuttosto affrettato (mancavano poche pagine alla fine e mi chiedevo, se per caso, alla mia copia mancassero delle ...continua

    È il secondo libro della Roberts che leggo e, pur essendo una piacevole lettura, questo non mi ha entusiasmato più di tanto. L’ho trovato dispersivo, lento, ripetitivo, con un finale piuttosto affrettato (mancavano poche pagine alla fine e mi chiedevo, se per caso, alla mia copia mancassero delle parti :().
    I protagonisti non aiutano. Lil, onestamente, è un po’ odiosa: troppo perfettina, troppo sicura di sé, troppo “programmata” fin da piccolina.
    Coop è troppo distante, distaccato, i suoi sentimenti sono poco approfonditi e le spiegazioni di alcuni suoi comportamenti solo abbozzate; molto meglio il Coop bambino. In definitiva sono una coppia poco emozionante, in questo senso, molto meglio Tansy e Farley.
    La parte thriller è molto simile a quella di “Un’Ombra dal Passato” che, di per sé, non è un problema, però qui manca la struttura solida di personaggi ben costruiti.
    Il migliore è Baby, tenero cucciolotto ^^
    Il grosso limite di questo libro è che ci sono parti solo abbozzate che hanno lasciato un senso d’incompletezza e altre, troppo allungate, che hanno reso, a tratti, la lettura un po’ pesante.
    Troppi refusi >_<

    ha scritto il 

  • 5

    Molto bello mi è piaciuto l'alternarsi di passato e presente e la parte investigativa. La relazione tra i due personaggi si sviluppa in modo realistico e convincente belle anche le descrizioni dei paesaggi e del lavoro di una naturalista stacanovista come la protagonista...

    ha scritto il 

  • 3

    Un libro piacevole, di veloce lettura. Non male le descrizioni dei paesaggi e degli animali...soprattutto di Baby. Carina la storia e la suspence creata...ma preferisco di più il genere pienamente romantico della Roberts, anche se il libro è leggibile.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Romance + Natura: connubio perfetto!

    Coop ha 11 anni quando viene “parcheggiato” dai facoltosi genitori nella fattoria dei nonni materni nel Sud Dakota. Per un ragazzino abituato al caos di New York vivere in una fattoria è peggio dell’inferno; troppi animali, troppi odori disgustosi e nessun amico con cui giocare per decine di kilo ...continua

    Coop ha 11 anni quando viene “parcheggiato” dai facoltosi genitori nella fattoria dei nonni materni nel Sud Dakota. Per un ragazzino abituato al caos di New York vivere in una fattoria è peggio dell’inferno; troppi animali, troppi odori disgustosi e nessun amico con cui giocare per decine di kilometri, l’unica compagnia è quella di Lil una “stupida femmina” di appena un anno più piccola di lui, una abituata alla vita in campagna che ama parlare solo di animali.
    In questo nuovo mondo Coop avrà l’occasione di sperimentare la gioia di sentirsi amato, voluto, accettato, scoprirà la sua passione per i cavalli e otterrà il rispetto degli amati nonni, Lil gli farà conoscere le bellezze della natura e le offrirà la sua amicizia e , con il passare degli anni, il suo amore.
    Ma mentre Lil ha fin da bambina le idee chiare sul suo futuro, Coop invece non sa cosa aspettarsi da esso e la sua insicurezza metterà fine al rapporto tra i due ragazzi.
    Dieci anni dopo Coop tornerà a casa, nella fattoria, convinto di aver trovato la sua strada e deciso a riconquistare la fiducia e il cuore di Lil, e dovrà proteggerla da un misterioso serial killer…
    Primo libro che leggo della Roberts.
    Ottima lettura, ho amato la parte dedicata all’infanzia dei due protagonisti e il fatto che la storia ruoti tra rifugi per animali, fattorie, cavalli e ambiente in generale.
    La trama è ben strutturata e mi ha tenuta incollata alle pagine, c’è tutto: mistero, azione, romanticismo, ironia e bellezze naturali.
    Bel libro!

    ha scritto il 

  • 4

    Alla seconda rilettura è sembrato quasi meglio della prima, che già mi era piaciuta moltissimo.
    Non credevo che si potesse rileggere un thriller o un rosa-crime, come in questo caso, perchè la parte dell'intrigo risultava priva di tutto il mistero e la suspense, tuttavia in questo secondo a ...continua

    Alla seconda rilettura è sembrato quasi meglio della prima, che già mi era piaciuta moltissimo.
    Non credevo che si potesse rileggere un thriller o un rosa-crime, come in questo caso, perchè la parte dell'intrigo risultava priva di tutto il mistero e la suspense, tuttavia in questo secondo approccio ho potuto apprezzare maggiormente l'introspezione dei personaggi e le loro storie, il loro passato e il loro modo di ragionare perchè uno dei più grandi pregi di quest'autrice è di saper creare figure a tutto tondo, con una vicenda personale completa, ricca, interessante, che avvince il lettore e lo tiene incollato alle pagine.
    Ottimo voto per la Roberts che si riconferma una vera maestra del genere rosa-crime e che spero venga presto pubblicata in maniera completa in Italia.

    ha scritto il 

  • 4

    Dopo un paio di libri non all’altezza della sua bravura (Un dono prezioso e soprattutto La croce di Morrigan, veramente orribile) ecco L’amore ritrovato, grazie al quale la Roberts ritorna sui suoi livelli. Un romantic suspence davvero piacevole, l’unico difetto è che le 576 pagine sono davvero t ...continua

    Dopo un paio di libri non all’altezza della sua bravura (Un dono prezioso e soprattutto La croce di Morrigan, veramente orribile) ecco L’amore ritrovato, grazie al quale la Roberts ritorna sui suoi livelli. Un romantic suspence davvero piacevole, l’unico difetto è che le 576 pagine sono davvero troppe e 200 pagine in meno non avrebbero fatto male. VOTO 7-

    ha scritto il 

  • 3

    Nora si conferma una grandissima scrittrice ma questo non è il suo romanzo migliore.

    Devo dire che questa volta la Roberts mi ha nuovamente convinto ma non con lo stesso entusiasmo di "un'ombra dal passato".
    "L'amore ritrovato" è un buonissimo rosa crime ma con troppi difetti .
    Prima di tutto è davvero troppo lungo!Quasi 600 pagine in cui gli stessi personaggi si muo ...continua

    Devo dire che questa volta la Roberts mi ha nuovamente convinto ma non con lo stesso entusiasmo di "un'ombra dal passato".
    "L'amore ritrovato" è un buonissimo rosa crime ma con troppi difetti .
    Prima di tutto è davvero troppo lungo!Quasi 600 pagine in cui gli stessi personaggi si muovono incessantemente in un balletto , a volte stantio, di sentimenti respinti e confusioni varie .
    Questa volta una maggiore sfoltita alla storia non avrebbe che fatto bene, rendendo il tutto più snello e semplice per il lettore ( e si anche meno noioso).
    Altresì i personaggi non mi sono piaciuti granchè:non ho provato gran simpatia per Lil e Coop, ne per i loro genitori ed amici; gli unici che un pochino mi hanno spinto ad andare avanti nel libro con un goccio di "frenesia", sono stati Tansy e Farley. Peccato che l'autrice li releghi a delle apparizioni troppo brevi.
    Oltrettutto trovo la visione della donna della Roberts troppo lontana dalla mia : una donna è felice solo se innamorata , sposata con il proprio uomo e con tanti marmocchi al seguito. Eh?
    Nora luce dei miei occhi, una donna può essere felice anche in altri modi , cerca di capirlo!
    In definitiva ho trovato il romanzo nel suo complesso interessante, come sempre l'autrice scrive in un modo semplicemente meraviglioso , le sue parole ti avvolgono e ti portano lì, nelle Black hills fra cavalli e puma .
    Ma stavolta il sentimento non mi ha toccato dentro, e la vicenda è davvero troppo allungata , diventando noiosa/pesante in più punti.
    Il finale poi è troppo veloce, sembra quasi manchi qualcosa.
    Peccato!

    Aspetto con ansia il prossimo romanzo di questa autrice!

    3 stelline piene, sù un scala da 1- 10 prenderebbe 6,5

    ha scritto il 

  • 2

    Delusionee

    Uff...mi sono proprio pentita di aver speso 15 euro per questo libro, della Roberts ho letto lavori mooolto migliori, mi è piaciuta la parte iniziale dove troviamo i due protagonisti da adolescenti...poi a poco a poco...la trama iniziava a farsi un po' pesante, mi sembrava continuasse a ripetersi ...continua

    Uff...mi sono proprio pentita di aver speso 15 euro per questo libro, della Roberts ho letto lavori mooolto migliori, mi è piaciuta la parte iniziale dove troviamo i due protagonisti da adolescenti...poi a poco a poco...la trama iniziava a farsi un po' pesante, mi sembrava continuasse a ripetersi nella parte + centrale del romanzo rendendomelo noioso e lungo da seguire, i personaggi mi sembravano fatti con lo stampo...era da tanto che non leggevo la Roberts..non sono riuscita a finirlo, l'ho abbandonato a circa 3/4, avevo ormai capito da un pezzo chi era il "cattivo". Lo consiglio solo a chi non ha letto nulla o molto poco di Nora Roberts.

    ha scritto il 

  • 3

    Meglio degli ultimi romanzi che ho letto della Roberts, ma sembra sempre ricadere nelle dinamiche sentimentali e nelle caratterizzazioni in fotocopia, difetto maggiore che ho riscontrato nei suoi ultimi romantic suspence.
    Troviamo come sempre un lui/lei che torna al paese, un lui/lei che è ...continua

    Meglio degli ultimi romanzi che ho letto della Roberts, ma sembra sempre ricadere nelle dinamiche sentimentali e nelle caratterizzazioni in fotocopia, difetto maggiore che ho riscontrato nei suoi ultimi romantic suspence.
    Troviamo come sempre un lui/lei che torna al paese, un lui/lei che è bloccata sentimentalmente e vorrebbe solo un'avventura e un lui/lei che invece sa subito che è amore.
    La storia comunque si legge ed appassiona, anche se forse il romanzo è veramente troppo lungo, oltre che ripetitivo nella parte centrale.
    E' molto bello come la Roberts presenta il rifugio e tutte le tematiche naturali, mettendo in primo piano l'amore per gli animali e la natura. La storia secondaria, poi, è molto tenera e dolce.
    E' un gran peccato che la traduzione sia piena di errori di ogni genere, non solo ortografici, ma anche di tempi verbali e frasi in cui femminile/maschile e plurale/singolare sono invertiti.
    In generale, un gradino più in alto rispetto ad altri suoi romanzi del genere, ma la Roberts continua a peccare nell'originalità.

    ha scritto il