Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L'anello di Salomone

Di

Editore: Salani Editore

4.2
(386)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 407 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco , Spagnolo , Francese

Isbn-10: 8862564724 | Isbn-13: 9788862564724 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Riccardo Cravero

Disponibile anche come: Altri , Paperback

Genere: Fiction & Literature , Humor , Science Fiction & Fantasy

Ti piace L'anello di Salomone?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Re Salomone ha tredici maghi e un'infinità di demoni ai loro ordini. Fra questi c'è Bartimeus, incaricato di scovare inestimabili tesori. Nel frattempo la regina di Saba invia a Gerusalemme una giovane guerriera con una doppia missione: uccidere il re e impadronirsi dell'anello magico, l'amuleto più potente di tutti, perchè chi lo possiede può distruggere un intero mondo solo con il pensiero. Ecco allora dispiegarsi biechi intrighi e spettacolari battaglie, mirabolanti trasformazioni, continue sorprese e un'incredibile caccia al tesoro...
Ordina per
  • 5

    Sarò eretica ma a me è piaciuto più della trilogia! xD Certo quella aveva il suo perchè, era una storia più lunga e complessa, Nat e Kitty mi sono rimasti nel cuore...ma ho trovato questo prequel molto più scoppiettante!La storia è accattivante, con l'ambientazione nell'antico Israele governato d ...continua

    Sarò eretica ma a me è piaciuto più della trilogia! xD Certo quella aveva il suo perchè, era una storia più lunga e complessa, Nat e Kitty mi sono rimasti nel cuore...ma ho trovato questo prequel molto più scoppiettante!La storia è accattivante, con l'ambientazione nell'antico Israele governato da Salomone, e il jinn Bartimeus ancora più divertente. Anche la protagonista "umana" mi è piaciuta sebbene non sia sempre simpaticissima!Insomma, forse 5 stelle sono troppe ma nel suo genere direi che è perfetto! :)

    ha scritto il 

  • 4

    Il jinn Bartimeus ritorna in questo apprezzatissimo prequel della famosa trilogia che lo vede protagonista insieme al mago Nathaniel per regalarci un'altra buona dose di risate e buon umore. Ancora una volta ci sono le sue fantastiche note a piè di pagina, irriverenti e cattivelle e che rivelano ...continua

    Il jinn Bartimeus ritorna in questo apprezzatissimo prequel della famosa trilogia che lo vede protagonista insieme al mago Nathaniel per regalarci un'altra buona dose di risate e buon umore. Ancora una volta ci sono le sue fantastiche note a piè di pagina, irriverenti e cattivelle e che rivelano tutta la sua divertentissima spacconeria. In questo episodio Bartimeus viene convocato nella Gerusalemme del re Salomone e dovrà sfoderare tutto il suo incredibile fascino e la sua ineguagliabile astuzia per togliersi dai guai. Un fantasy originale e divertente, pieno di azione e di ambientazioni magiche e affascinanti. Gli amanti del genere non possono perderselo!

    ha scritto il 

  • 5

    Questo delizioso prequel della Trilogia è una coloratissima girandola di avventure e puro divertimento. Sono così follemente innamorata di Bartimeus che vorrei tanto essere una maga per tracciare un pentacolo e convocarlo tutte le volte che ho bisogno di farmi tornare il buonumore.

    ha scritto il 

  • 3

    Estratto di memoria

    Eh sì, come immaginavo, una sorta di spin off.


    Bartimeus è sempre lo stesso arrogante, vanitoso, dissacrante, adorabile jinn, quindi ho amato leggere questo piccolo estratto della sua esperienza al servizio di Salomone.
    D' altra parte, non fa che dire di aver parlato con lui, nella serie i ...continua

    Eh sì, come immaginavo, una sorta di spin off.

    Bartimeus è sempre lo stesso arrogante, vanitoso, dissacrante, adorabile jinn, quindi ho amato leggere questo piccolo estratto della sua esperienza al servizio di Salomone. D' altra parte, non fa che dire di aver parlato con lui, nella serie insieme a Nathaniel, e mi è piaciuto scoprire in che modo... ehehe

    Tuttavia, leggere tre libri che comprendono tutti gli stessi personaggi, e poi immergersi in un libro che mantiene solo il principale (ed irrinunciabile, d' accordo), smonta un po', bisogna ammetterlo.

    La storia in sè è simpatica, e mantiene tutte le caratteristiche della narrazione precedente, quindi forse sarebbe più saggio a questo punto consigliare una lettura preliminare dell' Anello, per poi gettarsi nella trilogia.

    E a proposito di anello, ci siamo mica fatti un po' influenzare dalla saga Tolkieniana?

    ha scritto il 

  • 4

    Molto gradevole, storia semplice ma accattivante. Bartimeus è sempre una bella compagnia quindi mi sento di suggerirlo a chi l'ha già conosciuto nella trilogia dell'Amuleto di Samarcanda. A chi invece non lo conosce ancora suggerisco di leggere prima gli altri libri e tenersi questo come ciliegin ...continua

    Molto gradevole, storia semplice ma accattivante. Bartimeus è sempre una bella compagnia quindi mi sento di suggerirlo a chi l'ha già conosciuto nella trilogia dell'Amuleto di Samarcanda. A chi invece non lo conosce ancora suggerisco di leggere prima gli altri libri e tenersi questo come ciliegina sulla torta per quanto, essendo una storia del tutto separata, potrebbe essere letto anche separatamente.

    ha scritto il 

  • 4

    Gustoso prequel della trilogia di Bartimeo, il simpatico jinn che parla con le note a piè di pagina. Anche qui c'è qualcuno che deve aprire gli occhi, ma - per gentile concessione alla sensibilità del lettore - stavolta lo farà senza doverli richiudere subito e definitivamente...

    ha scritto il 

  • 4

    Bartimeus alla corte di re Salomone

    Dopo aver combinato un pasticcio con un mago a cui era asservito, Bartimeus viene punito a lavorare come schiavo per erigere il famigerato Tempio di Salomone. Ma il jinn non sa starsene buono e combinerà nuovamente un disastro che lo proietterà in un viaggio per salvare il regno dalla distruzione ...continua

    Dopo aver combinato un pasticcio con un mago a cui era asservito, Bartimeus viene punito a lavorare come schiavo per erigere il famigerato Tempio di Salomone. Ma il jinn non sa starsene buono e combinerà nuovamente un disastro che lo proietterà in un viaggio per salvare il regno dalla distruzione innescata dall'Anello e dalla tirannia auspicata dal suo portatore. Bartimeus si conferma avere una marcia in più su tutti gli altri personaggi. La sua ironia cinica vi strapperà più di una risata. Sebbene il suo orgoglio gli imponga di impersonare il ruolo del demone spietato e senza scrupoli, in più di un’occasione rivela un animo altruista.

    Per saperne di più guardate il video in cui ne parlo: http://www.youtube.com/watch?v=E9lYQG7C4jA

    ha scritto il 

  • 5

    Non c'è che dire, Bartimeus rimane uno dei miei personaggi preferiti e ritrovarlo è stato come rivedere un vecchio amico dopo tanto tempo. Rimane anche in questo romanzo lo stesso stile della trilogia e nonostante il finale in questo caso, rispetto alla trilogia, si stato un po' scontato e preved ...continua

    Non c'è che dire, Bartimeus rimane uno dei miei personaggi preferiti e ritrovarlo è stato come rivedere un vecchio amico dopo tanto tempo. Rimane anche in questo romanzo lo stesso stile della trilogia e nonostante il finale in questo caso, rispetto alla trilogia, si stato un po' scontato e prevedibile, rimane comunque il piacere di scoprire come ci si arriva.

    ha scritto il 

Ordina per