Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L'anti-Edipo

Di ,

Editore: Einaudi

4.4
(85)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese , Tedesco , Spagnolo

Isbn-10: 8806429949 | Isbn-13: 9788806429942 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: History , Philosophy , Social Science

Ti piace L'anti-Edipo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 0

    Tranqui!

    Mica è una recensione vera! E' solo per verificare se il Metodo LITTLEWING funziona sempre. Amici! Vicini! Compagni! Lavoratori!

    Se questa rece vi compare in Home, lasciate un segno per favore: comincio a sentirmi troppo sola.

    ha scritto il 

  • 0

    lui e la bambina di 9 anni erano a mangiarsi un dolcetto
    insieme in un locale proprio bello


    vicino c'è un posticino anche bello, lì danno in
    noleggio dei libri ma non li paghi allora hanno


    preso il dolcetto e hanno pagato poi sono andati dal noleggio
    dei libri e hanno guardato guard ...continua

    lui e la bambina di 9 anni erano a mangiarsi un dolcetto insieme in un locale proprio bello

    vicino c'è un posticino anche bello, lì danno in noleggio dei libri ma non li paghi allora hanno

    preso il dolcetto e hanno pagato poi sono andati dal noleggio dei libri e hanno guardato guardato guardato e ne hanno

    presi due uno per la bambina e uno per lui poi sono tornati alla macchina che era abbastanza in là

    e sono tornati saltellando come due scimpanzè o come due canguri

    e pensa - ha detto lui - tra qualche anno non lo potremo più fare. è vero ha detto lei e poi ha aggiunto

    allora muoviamoci a farlo adesso questa bambina, ha pensato lui, è troppo sveglia

    per me

    ha scritto il 

  • 0

    ‘Il corpo pieno senz’organi è l’improduttivo, lo sterile, l’ingenerato, l’inconsumabile. Antonin Artaud lo ha scoperto, là dov’era, senza forma e senza figura. Istinto di morte, tale è il suo nome, e la morte non è senza modello. Il desiderio infatti desidera anche questo, la morte, poiché il cor ...continua

    ‘Il corpo pieno senz’organi è l’improduttivo, lo sterile, l’ingenerato, l’inconsumabile. Antonin Artaud lo ha scoperto, là dov’era, senza forma e senza figura. Istinto di morte, tale è il suo nome, e la morte non è senza modello. Il desiderio infatti desidera anche questo, la morte, poiché il corpo pieno della morte è il suo motore immobile, mentre desidera la vita, poiché gli organi della vita sono la working machine’.

    ‘Le corps plein sans organes est l’improductif, le stérile, l’inengendré, l’inconsommable. Antonin Artaud l’a découvert, là où il était, sans forme et sans figure. Instinct de mort, tel est son nom, et la mort n’est pas sans modèle. Car le désir désire aussi cela, la mort, parce que le corps plein de la mort est son moteur immobile, comme il désire la vie, parce les organes de la vie sont la working machine’.

    ha scritto il 

  • 0

    Superzio

    Un mio caro amico una volta mi ha tenuto al telefono per un lasso di tempo significativo, leggendomi tutto il blocco iniziale di sto libro. Molti di quelli che conosco imitano consapevolmente nanni moretti, quando sono al telefono.

    ha scritto il 

  • 5

    L'Anti-Edipo, ovvero il primo volume dedicato da Deleuze e Guattari a Capitalismo e schizofrenia, produzione sociale e produzione desiderante, significante e schisi ... un riuscitissimo tentativo di sintetizzare quanto prodotto nei cinquant'anni precedenti dal sapere occidentale (e non solo, in c ...continua

    L'Anti-Edipo, ovvero il primo volume dedicato da Deleuze e Guattari a Capitalismo e schizofrenia, produzione sociale e produzione desiderante, significante e schisi ... un riuscitissimo tentativo di sintetizzare quanto prodotto nei cinquant'anni precedenti dal sapere occidentale (e non solo, in controluce ... ): strutturalismo, antropologia, psicanalisi lacaniana, surrealismo, sociologia, filosofia .... non siamo ancora al rizoma e al divenire, ciononostante questo testo andrebbe ripreso oggi, epoca in cui pare che il desiderio ci guardi senza riguardarci, non ostante tutto ci indichi che le eterotopie siano l'unico modo per liberarci dal ripiegamento e dalla triangolazione delle identità rigide.

    ha scritto il 

  • 0

    L'anti-Edipo

    Macchinari in fuzionamento. E così il desiderio, porzioni desideranti, al di là di ogni significazione, oltre il significante trascendente: il luogo da cui ogni cosa viene disposta, nominata, incasellata. Da qui il patologico, lo schizofrenico.
    A questo posizionamento si può far corrispondere il ...continua

    Macchinari in fuzionamento. E così il desiderio, porzioni desideranti, al di là di ogni significazione, oltre il significante trascendente: il luogo da cui ogni cosa viene disposta, nominata, incasellata. Da qui il patologico, lo schizofrenico. A questo posizionamento si può far corrispondere il sabotaggio della schizoanalisi, il taglio del tessuto psicanalitico attraverso i flussi, le intensità, le connessioni e le disgiunzioni. Formicolare di una fabbrica che è al di là di ogni forzatura di rappresentazione. Non si rappresenta il desiderio ("entra e fatti edipizzare") non desidera l'incesto perchè non sa cosa sia. Il baffo del padre, la mano della madre si perdono tra i macchinari, e non c'è resto per la messa in scena della rappresentazione: tutto è resto.

    ha scritto il 

  • 3

    Non sono riuscito a finirlo: per carità, le idee ci sono, e sono pesanti, anche se magari, ovviamente, da porre in discussione; ma non ho voglia di compiere improbi sforzi per estrarle da questa montagna di magma invetriato. Dato che non faccio il filosofo, mi leggo un saggio su Deleuze e Guattar ...continua

    Non sono riuscito a finirlo: per carità, le idee ci sono, e sono pesanti, anche se magari, ovviamente, da porre in discussione; ma non ho voglia di compiere improbi sforzi per estrarle da questa montagna di magma invetriato. Dato che non faccio il filosofo, mi leggo un saggio su Deleuze e Guattari e apprendo le stesse cose in un quarto del tempo - sempre che l'autore del saggio sia a sua volta riuscito a capire Deleuze e Guattari.

    ha scritto il