L'apocalisse rimandata, ovvero Benvenuta catastrofe!

Di

Editore: Guanda (Le fenici tascabili)

3.5
(192)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 201 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8860882389 | Isbn-13: 9788860882387 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Curatore: Franca Rame , Gessica Di Giacomo

Disponibile anche come: eBook

Genere: Umorismo , Non-narrativa , Politica

Ti piace L'apocalisse rimandata, ovvero Benvenuta catastrofe!?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    < < Ho assistito qualche giorno fa a un documentario terrificante sulla cosiddetta "carica finale degli gnu", quei mammiferi dal testone sproporzionato che a un certo punto della loro esistenza, tu ...continua

    < < Ho assistito qualche giorno fa a un documentario terrificante sulla cosiddetta "carica finale degli gnu", quei mammiferi dal testone sproporzionato che a un certo punto della loro esistenza, tutti insieme, spinti da una strana follia, si gettano come disperati correndo per la prateria. Corrono a perdifiato in centinaia di migliaia, senza mai rallentare finchè giungono al punto fatidico: un'immensa voragine che si spalanca sotto le loro zampe impazzite. Ebbene nessuno del branco frena o scantona o s'arresta, così assistiamo a una sequenza infinita di salti nel vuoto e a un precipitare sconsiderato di massa nell'abisso: scompaiono inghiottiti nell'orrido, incontro a un massacro davvero bestiale. Alla fine dell'ecatombe ho esclamato: "Ma questi siamo noi! E' la macabra allegoria di ciò a cui andiamo incontro se continuiamo a ignorare la logica e la ragione!"
    Questa è la nostra stessa prospettiva, anche noi ci muoviamo come ciechi impazziti, incuranti delle avvisate di cui gli scienziati onesti e coscienti da tempo ci vanno inutilmente avvertendo. Anzi, i nostri simili reagiscono quasi seccati e, alle nostre previsioni, si toccano velocissimi i corbezzoli, strizzandoseli, pensando che questo rito scongiuri la tragedia imminente; invece riusciranno solo, al massimo, a procurarsi una vistosa orchite traumatica!
    Eppure quei sordi mentali s'informano, o fingono d'informarsi, leggono, ascoltano notizie seppur scarse alla televisione ma fanno spallucce e cambiano canale per godersi l'Isola dei Famosi o partite di football con risse tremende fra i tifosi.
    I politici poi hanno altro a cui pensare... >>

    ha scritto il 

  • 3

    diciamo subito che non è il meglio di Dario Fo,è un libro un po' ripetitivo,ha un approccio da testo teatrale e non essendo testo teatrale annoia e non incide molto in chi lo legge
    occupandomi da tan ...continua

    diciamo subito che non è il meglio di Dario Fo,è un libro un po' ripetitivo,ha un approccio da testo teatrale e non essendo testo teatrale annoia e non incide molto in chi lo legge
    occupandomi da tanti anni di ecologia gli riconosco comunque il pregio ( e non è poco) di ricordarci che il tempo dei bagordi e dell'indifferenza ai problemi ecologici è finito, tra poco alcune materie prime si esauriranno, abbiamo cumuli di monnezza da smaltire, rifiuti radioattivi,case abusive, dissesti idrogeologici eccecc
    e Fo da grande sognatore qual è disegna un possibile mondo migliore ...non chiedetegli di trovare soluzioni, non spetta a lui

    ha scritto il 

  • 2

    Letto da: Elisabetta

    Argomento nobilissimo. Fo parte grintoso, documentato e quasi con stile giornalistico. Poi si perde, dilungandosi boriosamente con reiterazioni un po' troppo semplicistiche che sa ...continua

    Letto da: Elisabetta

    Argomento nobilissimo. Fo parte grintoso, documentato e quasi con stile giornalistico. Poi si perde, dilungandosi boriosamente con reiterazioni un po' troppo semplicistiche che saltano agli occhi come le voci dei suoi personaggi che, troppo spesso, si levano prevedibili, senza guizzo. Se lo riformulasse nella forma a lui più congeniale - il teatro - se ne riparlerebbe, probabilmente con superlativi.

    ha scritto il 

  • 3

    Al contenuto, alle idee e alla genialità intrinseca dell'autore andrebbero 5 stelle, ma in merito il testo non mi ha saputa conquistare alle pur giustissime posizioni esposte, alle riflessioni di Fo. ...continua

    Al contenuto, alle idee e alla genialità intrinseca dell'autore andrebbero 5 stelle, ma in merito il testo non mi ha saputa conquistare alle pur giustissime posizioni esposte, alle riflessioni di Fo. Il teatro dell'apocalisse suona, a mio parere, un po' stucchevole, come se si facesse una morale poco parlante. Certo non è facile non fare la morale, quando l'uomo ha comportamenti inqualificabili e imperterrito distrugge l'ambiente che è il suo primo bene...Eppure, credo resti mille volte più efficace la carica dissacrante del Dario Fo da teatro, che fa teatro, che impersona le situazioni: qua, sembra fare il burattinaio, con un copione troppo scoperto per coinvolgere.

    ha scritto il 

  • 4

    Divertente, intelligente, una visione della nostra società senza petrolio, che scandisce la rinascita di una nuova società più equa e libera.

    Dario Fo è spettacolare e bravissimo

    ha scritto il 

Ordina per