L'apprendistato di Duddy Kravitz

Voto medio di 667
| 101 contributi totali di cui 99 recensioni , 2 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
All'inizio di questo romanzo Duddy Kravitz ha 15 anni, ma si rade due volte al giorno nella speranza di farsi crescere il più in fretta possibile la barba. La sua vita non è facile, nel ghetto ebraico di Montreal, e la profezia del nonno ("un uomo ... Continua
Ha scritto il 18/01/17
Un uomo senza terra non è nessuno
St. Urbain Street, zona ebraica di Montreal, 1947. Figlio del tassista Max e orfano di madre, Duddy Kravitz è un teppistello quindicenne dal prorompente carisma, particolarmente insofferente a quelle che, spesso a sproposito, ritiene offese ..." Continua...
  • 3 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 24/07/16
Richler, oramai l'abbiamo capito, scrive sempre lo stesso libro. E per fortuna, aggiungerei io.Non ho idea di cosa renda tanto riconoscibile la sua voce, ma ogni volta che mi trovo a leggere un suo nuovo libro fin dalla prima pagina mi fermo e mi ..." Continua...
  • 3 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 21/06/16
Duddy Portnoy, Holden Kravitz
Praticamente a metà dell'intervallo temporale che separa due capisaldi del bildungsroman nordamericano, Il giovane Holden (1951) e Lamento di Portnoy (1969), L'apprendistato di Duddy Kravitz è un eccellente "traghettatore" dal primo verso il ..." Continua...
  • 3 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 09/05/16
Richler / Dickens
Che accadra`? Il lettore smaliziato suppone che, alla fine, il Boy Wonder si cibera` del fallimento personale di Duddy, al quale manca sempre un centesimo per fare una lira, come si diceva ai bei tempi, e gli comprera` la terra per quattro ..." Continua...
  • 2 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 26/02/16
Richler: un fuoriclasse
Non ringrazierò mai abbastanza la mia ex collega SIlvia B. per avermi fatto conoscere Mordechai Richler, un autore davvero notevolissimo, un vero e proprio fuoriclasse, capace di raccontarti le storie ebraiche di Montreal - rendendole di fatto ..." Continua...
  • 1 mi piace
  • Rispondi

Ha scritto il Jul 18, 2016, 12:03
Vieni qui un minuto ,disse prendendole la mano e guidandola. "Che asta ,eh? Una vera Rocca di Gibilterra". Yvette voleva aspettare ,ma Duddy insistette,e fecero l'amore sul tappeto. "Proprio non li capisco" disse Duddy. "Pensa quei tizi che si ... Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il May 16, 2012, 15:55
- Rido perchè mi sento bene.
Pag. 200
  • 1 mi piace
  • 1 commento
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi