L'aquila e il pollo fritto

Perché amiamo e odiamo l'America

Voto medio di 332
| 85 contributi totali di cui 66 recensioni , 19 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
"Ho cominciato a litigare con l'America dal giorno in cui l'ho sposata. Un matrimonio perfetto. Ricordo esattamente il mio arrivo nella "terra dei liberi", nella "casa dei coraggiosi" e nell'albergo scalcagnato sulla Lexington Avenue di Manhattan ...Continua
Ha scritto il 06/03/14
poco coinvolgente, niente di nuovo. Forse risente del tempo passato dalla pubblicazione al 2014. Ovviamente è impostato come un classico libro di un giornalista rivolto a persone poco informate.
Ha scritto il 27/01/14
Zucconi mi piace ma non questo libro, farcito di troppi luoghi comuni e pochissime chicche.
Ha scritto il 26/12/12
Aneddotico, molto aneddotico, troppo aneddotico.
  • 1 mi piace
  • 2 commenti
Ha scritto il 20/10/12
In cerca di futuro (passando dal medioivo?)
Perché ho letto questo libro?Fondamentalmente per due ragioni: 1) Vittorio Zucconi mi è simpatico e 2) mancano ormai pochi giorni all’election day, quando milioni di americani si recheranno ai seggi per eleggere il presidente degli Stati Uniti, ...Continua
  • 17 mi piace
  • 14 commenti
Ha scritto il 27/09/12
Ero quasi riuscita faticosamente a finirlo...dopo tutta l'accozzaglia confusionaria di dati storico-politici (come se volesse parlare di troppe cose senza riuscire ad approfondirne nessuna), dopo tutte le "frasi ad effetto" con cui crede di ...Continua
  • 1 mi piace

Ha scritto il Jan 25, 2012, 14:11
Strano come il tempo, nel senso del <> sia divenuto materia per il consumo di massa proprio ora che tanta parte dell'umanità vive come mai prima in bolle artificiali, riscaldate, condizionate, appunto <> e il ...Continua
Pag. 171
  • 1 commento
Ha scritto il Jan 25, 2012, 14:10
Megalomani, generosi, volgari, materialisti, spacconi, magnifici, scintillanti, i grattacieli americani sono la rappresentazione della virilità di un popolo. Se la maggior parte degli Stati Uniti è femmina, nella curvatura materna del suo interno ...Continua
Pag. 161
  • 1 commento
Ha scritto il Jan 25, 2012, 14:00
Il termometro nel cruscotto scandisce il viaggio verso il confine, come la discesa dentro un vulcano.Parto da Phoenix che segna 32 gradi centigradi. Appena la città si arrende al nulla dell'Arizona, sbriciolandosi in un vuoto che mi accompagnerà ...Continua
Pag. 94
  • 1 commento
Ha scritto il Jan 25, 2012, 13:53
Il treno, che per la prima volta raggiunse l'America dall'Inghilterra nel 1820, quando un eccentrico milionario del New Jersey, John Stevens, si fece costruire una rotaia ovale nel proprio immenso giardino per la gioia dei bambini, è stato la ...Continua
Pag. 84
  • 1 commento
Ha scritto il Jan 25, 2012, 13:51
Eppure una potenza imperialista che fa volare insieme le aquile e i polli non riesce a farmi paura. Ha qualche cosa di tenero, magari di un po' unto e indigesto, ma inoffensivo, nonostante la faccia truce dei suoi soldati e la potenza mostruosa ...Continua
Pag. 66
  • 1 commento

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi