Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L'arma di Caino

Di

Editore: Garzanti Libri (Elefanti bestseller)

3.0
(58)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 381 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8811679559 | Isbn-13: 9788811679554 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Alberto Cristofori

Disponibile anche come: Copertina rigida , Altri

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace L'arma di Caino?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Quarto capitolo della Genesi: Caino uccide Abele. Non solo il primo omicidio della storia, ma un enigma irresolubile: quale arma usò Caino per trucidare il fratello? Cleveland, 1932: Mitchell Siegel viene ucciso con tre colpi di un'arma da fuoco mai ritrovata. Suo figlio Jerry, sconvolto, inizia a fantasticare di un uomo immune ai proiettili, creando così il primo supereroe: Superman. Florida, oggi: Cal Harper si trova faccia a faccia con suo padre tornato, dopo anni di latitanza, per portare in salvo un misterioso documento chiamato Libro delle Bugie. Tutti lo vogliono morto, compreso il killer tatuato con il marchio di Caino, e a Cal toccherà scoprire il perché.
Ordina per
  • 2

    Pessimo libro e pessima l'idea di fondo di combinare l'arma di Caino con Superman.

    Libro pieno di insensatezze che lo rendono di una notevole pesantezza.

    Sconsigliato.

    ha scritto il 

  • 2

    Intorno al primo fumetto di Superman

    Thriller giallo che ruota sul ritrovamento di un “libro” che dovrebbe costituire l'arma con cui Caino uccise Abele.
    In Italia gli hanno messo un titolo che funge da specchietto per le allodole. In realta' di misteri biblici si parla poco, e la questione arma di Caino e fumetto (perche' di questo ...continua

    Thriller giallo che ruota sul ritrovamento di un “libro” che dovrebbe costituire l'arma con cui Caino uccise Abele. In Italia gli hanno messo un titolo che funge da specchietto per le allodole. In realta' di misteri biblici si parla poco, e la questione arma di Caino e fumetto (perche' di questo si tratta) dell'inventore di Superman (con collegamento anche col Superuomo nazista) e' decisamente un po' pasticciata. La trama c'e', in ogni caso, e il romanzo e' scritto bene. Mi fa rabbia il voler vender roba facendoci entrare cio' che non c'e' o comunque non ci sta bene. Chiamatelo thriller e via.

    ha scritto il 

  • 3

    Un libro interessante anche se scritto non egregiamente. Trama non banale (ma con alcune libertà logiche), si rivaluta soprattutto a livello filosofico-religioso, raccontando sotto un angolatura nuova il delitto più vecchio del mondo. Se poi siete appassionati di fumetti quasi imperdibile.

    ha scritto il 

  • 4

    L'arma di Caino Meltzer Brad, 2009, Garzanti Libri, libro si: potrebbe sembrare la solita americanata alla Indiana Jones ma leggendolo saltano fuori stralci di storia (vera) e leggenda (vera) riflessioni sul bene, sul male, sulla religione, sulla Storia, la propria storia.

    ha scritto il 

  • 2

    recensito per Mangialibri

    Calvin Harper detto Cal ha passato un'infanzia difficile. La madre in preda all'alcol e la disperazione conseguente del padre sembrano non lasciare scampo alle sue spensierate fantasie fanciullesche. Eppure ciò che sarà costretto a vedere quella notte segnerà se possibile ancor di più e per sempr ...continua

    Calvin Harper detto Cal ha passato un'infanzia difficile. La madre in preda all'alcol e la disperazione conseguente del padre sembrano non lasciare scampo alle sue spensierate fantasie fanciullesche. Eppure ciò che sarà costretto a vedere quella notte segnerà se possibile ancor di più e per sempre la sua vita. Durante l'ennesimo litigio tra i suoi genitori, Cal vede il padre spintonare la madre che come al rallentatore perde l'equilibrio finendo con la nuca sullo spigolo del cassettone di legno. Diciannove anni dopo, il fermo-immagine degli occhi di sua madre fissi nei suoi pochi secondi prima della morte sono ancora un tormento impossibile da dimenticare. Suo padre s'e beccato otto anni di galera ma da quando è uscito non si è fatto mai sentire né trovare. E così Cal ha cercato di riprendersi la sua vita. Con l'ex pastore Roosevelt va in giro con un furgone a “ripulire” i locali pubblici dai senzatetto col gomito troppo alto. Finché una sera si trova a intervenire in un parco per soccorrere un uomo che sembra ferito gravemente. Roosevelt si precipita sull'uomo, lui rimane nel furgone per chiamare il pronto intervento. Il collega gli dà il codice di sicurezza sociale del ferito per identificarlo e sullo schermo di Cal appare: Lloyd Randall Harper... suo padre. Dopo diciannove anni come un fantasma il destino gli para davanti proprio lui. Ma siamo sicuri che è solo colpa del destino? Lloyd infatti fa il camionista e ha avuto ordine di consegnare un carico di pesce che in realtà nasconde ben altro. Un misterioso Libro delle Bugie che sta facendo perdere il sonno anche a Ellis Belasco, un killer a sangue freddo pronto a tutto pur di mettere le mani su quel carico e perciò da quel momento uomo ombra di Lloyd e Cal che nel frattempo accantonati i rancori familiari,provano a capire chi e perché stanno dando la caccia a Lloyd...<br />continua su http://www.mangialibri.com/node/5015

    ha scritto il 

  • 3

    Non si tratta di un thriller particolarmente avvincente, anche se nel finale recupera qualche punto. Buona l'idea dell'autore di partire, per la costruzione del suo romanzo, da un episodio realmente accaduto quale l'omicidio nel 1932 del padre di Jerry Siegel, autore di Superman.

    ha scritto il 

  • 3

    Non sapevo che cosa aspettarmi...

    Ci sono libri che ti lasciano un sapore strano, non ben identificato. L'arma di Caino è uno di questi. E' scivolato via rapido, ma non ha lasciato il 'segno'. La storia non si può certo definire banale, tuttavia non l'ho trovato molto intrigante: personaggi banali, esiti spesso scontati.

    ha scritto il