L'arte della gioia

Voto medio di 2120
| 760 contributi totali di cui 502 recensioni , 257 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
Nel romanzo, tutto ruota intorno alla figura di Modesta: una donna vitale e scomoda, potentemente immorale secondo la morale comune. Una donna siciliana, una «carusa tosta» in cui si fondono carnalità e intelletto, che attraversa bufere storiche e te ...Continua
Sally Cinnamon
Ha scritto il 18/08/18
Un capolavoro del '900
Goliarda Sapienza ci accompagna per il Novecento attraverso la vita e il destino della sua Modesta - mai nome fu più inadatto a caratterizzare un personaggio tanto vigoroso. Attraverso il flusso di coscienza, attraverso un linguaggio dialettale e un...Continua
Annalisa
Ha scritto il 01/07/18
Daniela
Ha scritto il 07/06/18
Un altalena
Un inizio attraente. La storia di Modesta attira tutte le tua attenzioni, emozioni. Ti chiedi ad ogni pagina cosa accadrà. Dalla metà del libro pero' la storia perde la sua forza ... diventa lungo, a tratti pesante, a tratti ripetitivo. Non nego che...Continua
ModestaBrandiforti
Ha scritto il 05/06/18

Appasionato. Appassionante. Un'eroina italiana, libera che vive, cresce e decide. Non siamo abituate a protagoniste nostrane di tale calibro e Goliarda ce ne ha lasciata una indimenticabile.

antonella
Ha scritto il 22/05/18
Non mi ha convinta appieno. Alcune pagine sembrano uscite da un Harmony, altre offrono spunti interessanti ma poi lasciati cadere (ad esempio la parte di in cui Modesta racconta sorvolando la passione che prova a fare l'oratrice politica), La figura...Continua

emma
Ha scritto il Apr 06, 2017, 21:56
Ma le promesse di libertà che le onde e il vento andavano ripetendo, si frantumavano lungo i muri dei palazzi fioriti di rose e pampini di lava tagliente. Non c'era libertà in quelle strade, e vicoli, e piazze ambigue, traboccanti di soli uomini con...Continua
Pag. 129
Sarawendy
Ha scritto il Jan 14, 2017, 11:56
Il mare aspettava, lo guardavo con lo sguardo bambino, largo e vagante di Eriprando. Era estate, e dovevo rubare a quel mare avaro un po' della sua libertà. Per farlo dovevo capirlo, toccarlo col corpo così come Beatrice sapeva fare. Era curioso ma B...Continua
Pag. 136
Sarawendy
Ha scritto il Jan 14, 2017, 11:49
Il male sta nelle parole che la tradizione ha voluto assolute, nei significati snaturati che le parole continuano a rivestire. Mentiva la parola amore, esattamente come la parola morte. Mentivano molte parole, mentivano quasi tutte. Ecco che cosa dov...Continua
Pag. 134
Patrizia Luvolini
Ha scritto il Jan 09, 2017, 11:43
molti dei desideri vi vengono inculcati dall'alto per usarvi
Sarawendy
Ha scritto il Dec 18, 2016, 21:26
Ma le promesse di libertà che le onde e il vento andavano ripetendo, si frantumavano lungo i muri dei palazzi fioriti di rose e pampini di lava tagliente. Non c'era libertà in quelle strade, e vicoli, e piazze ambigue, traboccanti di soli uomini con...Continua
Pag. 129

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Rumble_Fish
Ha scritto il Jun 07, 2011, 08:42
ma come si può essere felici sulle spalle degli altri?

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi