Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L'arte di Milo Manara

I Classici del fumetto di Repubblica n. 21

Di

Editore: Gruppo Editoriale L'Espresso

3.7
(171)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 221 | Formato: Tascabile economico

Isbn-10: A000016718 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Artista o Inchiostratore: Milo Manara

Genere: Comics & Graphic Novels , Family, Sex & Relationships , Travel

Ti piace L'arte di Milo Manara?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Un giorno Giuseppe Bergman sì alza e urla "Basta!". Basta con le solite giornate, con le sveglie e con le multe: bisogna partire per l'avventura! Ad accompagnarlo in questo viaggio, un Virgilio d'eccezione: H.P., ovvero Hugo Pratt, il creatore di Corto Maltese. Purtroppo per Bergman, però, l'avventura non sembra fatta per lui: troppi imprevisti, difficoltà, vaporetti che non partono, scene che bisognerebbe tagliare o rifare. Nelle due storie qui raccolte, H.P. e Giuseppe Bergman e Le avventure asiatìche di Giuseppe Bergman, l'autore sfoggia il suo grande talento in una trama sorprendente che si mette continuamente in discussione. In questo universo appassionante e caotico c'è un'unica certezza: la meravigliosa bellezza dei disegni, dei personaggi e delle donne di Milo Manara.
Ordina per
  • 2

    L'ego rovina la narrazione

    Questo volume contiene due opere di Milo Manara.


    HP E GIUSEPPE BERGMAN - Anarcoide fino in fondo, questo racconto in sequenze disegnate tocca una moltitudine di temi senza affrontarne seriamente nessuno. Non prendersi sul serio può essere un pregio, ma si rischia di rimanere sempre in sup ...continua

    Questo volume contiene due opere di Milo Manara.

    HP E GIUSEPPE BERGMAN - Anarcoide fino in fondo, questo racconto in sequenze disegnate tocca una moltitudine di temi senza affrontarne seriamente nessuno. Non prendersi sul serio può essere un pregio, ma si rischia di rimanere sempre in superficie, come accade a Manara, genio della china e finto rivoluzionario.

    LE AVVENTURE ASIATICHE DI GIUSEPPE BERGMAN - Manara confeziona, come in altre occasioni, un'avventura estremamente ben disegnata, con una trama sinuosa e appassionante e un'ambientazione piena di fascino; ma i personaggi non sono altro che marionette nelle mani dell'autore, che resta sempre alla superficie fregandosene altamente delle incoerenze. L'ambientazione è solo un pretesto per i disegni e la storia si perde in un finale che, per quanto preparato fin dalle prime pagine, ha il solo scopo di non spiegare niente e di risolvere una trama che non sa più dove andare a parare. Del resto, la presunzione è sempre stata il peggior difetto dell'autore, e il suo pubblico gli ha dato modo di alimentarla oltre misura spacciando per anarchia l'incapacità di narrare. Peccato, perché il suo segno grafico è magnetico e unico.

    ha scritto il 

  • 3

    Manara è sempre Manara, un disegnatore abilissimo, ricco di talento da gustare, un po' meno abile come narratore. Il problema vero è sempr e il formato di questi albi che non sono adatti a certi autori e a certi tipi di fumettti, qauesto è uno di quei casi.

    ha scritto il 

  • 5

    le prime storie di Manara, dove sfoggia tutta la sua bravura e soprattutto delle storie assurde, con situazioni al limite del nonsense, e dove, per una volta, l'erotismo non è il fulcro della storia. peccato per il formato minuscolo, davvero inadatto ai disegni abbastanza "ristretti" di Manara. ...continua

    le prime storie di Manara, dove sfoggia tutta la sua bravura e soprattutto delle storie assurde, con situazioni al limite del nonsense, e dove, per una volta, l'erotismo non è il fulcro della storia. peccato per il formato minuscolo, davvero inadatto ai disegni abbastanza "ristretti" di Manara.

    ha scritto il