Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L'arte di non dire la verità

Di

Editore: Feltrinelli

3.1
(39)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 208 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8807490943 | Isbn-13: 9788807490941 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Stefano Zangrando

Disponibile anche come: Altri

Genere: Fiction & Literature , Health, Mind & Body , Social Science

Ti piace L'arte di non dire la verità?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
L'imperativo dei nostri tempi, nella vita pubblica come sul lavoro o nella quotidianità più ordinaria, sembra essere quello dell'autenticità. Eppure, come ci mostra Adam Soboczynski in questo saggio brillante e provocatorio,in realtà la nostra vita è governata dalla dissimulazione: che si tratti di una donna innamorata da respingere con delicatezza, di un colloquio di lavoro in cui si è interpellati sulle proprie debolezze o di un rapporto non proprio immacolato tra un professore e una sua studentessa, a farla da padrona è sempre la finzione, il mascheramento delle nostre vere passioni e intenzioni. È un'arte che richiede arguzia,senz'altro difficile da padroneggiare ma non impossibile da apprendere: Soboczynski ce ne offre dovizia d'esempi.
Ordina per
  • 4

    Bell'esercizio di stile del XXI secolo, con storie e mentalità da cittadino europeo. Auguro a tutti di non dover mai essere costretti a seguire i (giusti) consigli dell'autore.

    ha scritto il 

  • 3

    Paginette intrecciate, ma senza nulla che attiri

    Nonostante le ottime recensioni, non è che questo libro mi abbia detto chissaché.
    Non è sicuramente da leggere a spizzichi e bocconi, visto che i vari personaggi sono tutti interallacciati tra loro, un po' come nel perecchiano La vita - istruzioni per l'uso; ma ho trovato il contrast ...continua

    Nonostante le ottime recensioni, non è che questo libro mi abbia detto chissaché.
    Non è sicuramente da leggere a spizzichi e bocconi, visto che i vari personaggi sono tutti interallacciati tra loro, un po' come nel perecchiano La vita - istruzioni per l'uso; ma ho trovato il contrasto tra le azioni contemporanee e lo stile di scrittura (ben reso nella traduzione) di centocinquant'anni fa piuttosto stridente. L'arte di dissimulare - e non "di non dire la verità": ma si sa che il titolo di un libro non è colpa del traduttore - viene mostrata per esempi didascalici, riusciti e no, ma è più che altro il canovaccio sul quale Soboczynski racconta le piccole miserie della vita quotidiana, dalla madre che cerca di far venire sensi di colpa al figlio all'agente immobiliare che è stato fregato dal collega e si trova a dover vendere case in un quartiere lontanissimo dal centrocittà a tutte le storie di amori e flirt più o meno interessati. Non sarà certo un'opera che ricorderò negli anni a venire.

    ha scritto il 

  • 4

    Questo scorrevole libretto, dal titolo malizioso, fornisce preziosi consigli sul come districarsi "con stile" da situazioni critiche (relazioni interpersonali arruffate, colleghi serpenti e varie). Si legge tutto d'uno fiato, grazie anche agli intrecci tra i personaggi usati per tratteggiare le d ...continua

    Questo scorrevole libretto, dal titolo malizioso, fornisce preziosi consigli sul come districarsi "con stile" da situazioni critiche (relazioni interpersonali arruffate, colleghi serpenti e varie). Si legge tutto d'uno fiato, grazie anche agli intrecci tra i personaggi usati per tratteggiare le diverse tipologie caratteriali del "dissimulatore di professione". L'autore non tralascia di individuare le cause del ritorno in auge della figura del "cortigiano", soprattutto in tempi incerti come i nostri, caratterizzati dalla flessibilità e dalla aspra competizione in tutti i settori della vita.

    ha scritto il 

  • 4

    Non un invito a mentire come potrebbe sembrare dal titolo, bensì un manualetto che insegna a comportarsi in modo elegante e diplomatico, omettendo alcune informazioni, o semplicemente ritardandole al momento più opportuno. Mi è piaciuto anche perché, pur non essendo un romanzo, si intrecciano gli ...continua

    Non un invito a mentire come potrebbe sembrare dal titolo, bensì un manualetto che insegna a comportarsi in modo elegante e diplomatico, omettendo alcune informazioni, o semplicemente ritardandole al momento più opportuno. Mi è piaciuto anche perché, pur non essendo un romanzo, si intrecciano gli stessi personaggi usati come esempi, intessendo piccole storie.

    ha scritto il 

  • 4

    Il vero titolo di questo libro è L'ARTE DELLA DISSIMULAZIONE. E' raffinato, acuto, tagliente. E' adatto a me. In molte di queste figure mi ritrovo, perché sono stato autore di quasi tutte queste situazioni, o le ho subite, a fasi alterne. Soprattutto, il dissimulatore sono io, una persona per cui ...continua

    Il vero titolo di questo libro è L'ARTE DELLA DISSIMULAZIONE. E' raffinato, acuto, tagliente. E' adatto a me. In molte di queste figure mi ritrovo, perché sono stato autore di quasi tutte queste situazioni, o le ho subite, a fasi alterne. Soprattutto, il dissimulatore sono io, una persona per cui mostrare sempre i propri sentimenti equivarrebbe ad andare in giro nudo e perdere ogni ascendente sugli altri. The Great Pretender, come dicevano i Platters (per i più giovani, anche Freddie Mercury ne ha fatto una cover). La traduzione contiene un errore clamoroso a pagina 180, si assegna ad un personaggio la battuta di un altro col risultato che l'intero capitolo diventa incomprensibile.

    ha scritto il