Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L'arte di tacere

Di

Editore: Sellerio editore Palermo

3.3
(37)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 102 | Formato: Paperback

Isbn-10: A000123670 | Data di pubblicazione:  | Edizione 2

Genere: Philosophy

Ti piace L'arte di tacere?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Quando Padre Lamy dell'Oratorio offrì in dono al cardinale Camus la sua opera dal titolo L'arte di parlare, quest'ultimo disse: "Senza dubbio questa è un'arte eccellente, ma chi ci insegnerà l'arte di tacere?". Sarebbe un grande servizio reso all'uomo fornirgli i principi di quest'arte e convincerlo che il saperli mettere in pratica è nel suo interesse. Quanti uomini si sono condannati con la lingua o con la penna! Ignoriamo, forse, quanti sono stati esiliati e proscritti per avere pronunciato una parola imprudente, o scritto cose empie e profane, e che molti tra loro non hanno saputo trarre insegnamento dalla loro sventura?

L'"Art de se taire" fu pubblicato a Parigi nel 1771.
Ordina per
  • 5

    Ho amato questo libello tantissimo. Pur essendo stato scritto secoli fa , contiene massime ed insegnamenti che possono benissimo essere usati anche nel 2012.
    Scritto con un stile asciutto e diretto , lo consiglio !

    ha scritto il 

  • 2

    Mi fu regalato, ironicamente, dai miei amici di un tempo, affinché apprezzassi anche i momenti del non detto e del non dire (non sono una donna di poche parole, io!); mi è sembrato, in realtà, un libretto scritto da un conservatore che invitava alla rinuncia e all'accettazione del potere, anche q ...continua

    Mi fu regalato, ironicamente, dai miei amici di un tempo, affinché apprezzassi anche i momenti del non detto e del non dire (non sono una donna di poche parole, io!); mi è sembrato, in realtà, un libretto scritto da un conservatore che invitava alla rinuncia e all'accettazione del potere, anche quando questo mortifica l'uomo. Ma potrei non averlo letto con la dovuta attenzione: chi vuol mettermi a tacere, casca male con me!

    ha scritto il 

  • 2

    Convinta, da sempre, che chi tace è uno che non ha niente da dire, trovo forse meglio espresso il concetto a pag. 47 di questo inutile librino tardo settecentesco pieno di consigli di prudenza:


    Il silenzio può talvolta far le veci della saggezza per il povero di spirito, e della sapienza p ...continua

    Convinta, da sempre, che chi tace è uno che non ha niente da dire, trovo forse meglio espresso il concetto a pag. 47 di questo inutile librino tardo settecentesco pieno di consigli di prudenza:

    Il silenzio può talvolta far le veci della saggezza per il povero di spirito, e della sapienza per l’ignorante

    ha scritto il