Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L'arte lunga. Storia della medicina dall'antichità a oggi

Di

3.5
(48)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 464 | Formato: Altri

Isbn-10: 884209546X | Isbn-13: 9788842095460 | Data di pubblicazione: 

Genere: History , Medicine , Non-fiction

Ti piace L'arte lunga. Storia della medicina dall'antichità a oggi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Interessante excursus del ruolo del medico e della medicina nel corso delle epoche storiche, dalla preistoria ad oggi l'arte lunga deve rapportarsi con sistemi sociali e culture che ne condizionano la funzione e le aspettative; il testo mostra appunto quanto varie e suscettibili di interpretazion ...continua

    Interessante excursus del ruolo del medico e della medicina nel corso delle epoche storiche, dalla preistoria ad oggi l'arte lunga deve rapportarsi con sistemi sociali e culture che ne condizionano la funzione e le aspettative; il testo mostra appunto quanto varie e suscettibili di interpretazioni possano essere le prerogative della medicina in seno alla società, tra diatribe di sistema, etiche, filosofiche e la ricerca del bene del singolo che non sempre pare essere sinergico a quello della specie e della natura in generale.

    ha scritto il 

  • 0

    Dopo aver letto "La morte di Ivan Ilic", mi interessava leggere una storia della medicina nel senso di una storia delle cure alle malattie. Questo libro è invece principalmente una storia dei medici nella società. L'impressione che se ne ricava alla fine è che la medicina ha iniziato davvero a gu ...continua

    Dopo aver letto "La morte di Ivan Ilic", mi interessava leggere una storia della medicina nel senso di una storia delle cure alle malattie. Questo libro è invece principalmente una storia dei medici nella società. L'impressione che se ne ricava alla fine è che la medicina ha iniziato davvero a guarire gli ammalati con la scoperta del microscopio e con i grandi progressi della chimica, alla fine dell'Ottocento. Prima, sembra di capire, esistevano sì i medici ma si arrabattavano con cure improbabili. Tuttavia, almeno la chirurgia e l'ortopedia devono avere una lunga storia di efficacia, di cui purtroppo in questo libro non si parla molto.
    Un particolare estremamente eloquente: non c'è un indice analitico delle malattie, ma solo dei medici.

    ha scritto il 

  • 4

    Ben fatto

    Un manuale di storia della medicina completo, dall'Egitto faraonico al DNA ricombinante, e di scorrevole lettura. Forse sarebbe stato il caso di sorvolare su alcune figure e di apprfondirne di più altre, in modo da avere meno ritratti, ma più ricchi. Si ha talora la sensazione di essere di fronte ...continua

    Un manuale di storia della medicina completo, dall'Egitto faraonico al DNA ricombinante, e di scorrevole lettura. Forse sarebbe stato il caso di sorvolare su alcune figure e di apprfondirne di più altre, in modo da avere meno ritratti, ma più ricchi. Si ha talora la sensazione di essere di fronte al cosiddetto 'album di francobolli'. In ogni caso fa egregiamente il suo lavoro. Fa ringraziare di essere nati nel XX secolo. Essere malati anche solo all'inizio dell'Ottocento era un incubo e noi altri ce ne dimentichiamo molto spesso. Se si è cittadini del Terzo Mondo, cioè di un dio minore, essere malati è ancora oggi un incubo. Anche di questo ci dimentichiamo costantemente.

    ha scritto il 

  • 4

    Molto interessante e molto ben scritto.
    Lettura gustosa e... corposa. Rovinata però da difetti di stampa molto fastidiosi, circa una pagina su dieci si vede "ombreggiata". Nonostante abbia comprato edizione aggiornata 2011!

    ha scritto il 

  • 3

    Sono estremamente affascinato dall'argomento, ma alcuni passaggi vanno ad analizzare molto, troppo nel particolare e finiscono per far perdere lo sguardo d'insieme.

    ha scritto il 

  • 2

    non ci siamo

    Ho comprato questo libro da studente di medicina affascinato dal peso storico che questa disciplina si porta dietro. Ho chiuso il libro assolutamente insoddisfatto di quello che ha saputo offrirmi. L'autore, evidentemente colto e appassionato del genere, si limita a stilare una carrellata sommari ...continua

    Ho comprato questo libro da studente di medicina affascinato dal peso storico che questa disciplina si porta dietro. Ho chiuso il libro assolutamente insoddisfatto di quello che ha saputo offrirmi. L'autore, evidentemente colto e appassionato del genere, si limita a stilare una carrellata sommaria che, pur se in certi versi necessaria in un libro che vuole abbracciare tutta la storia dell'arte, rimane scialba e infarcita di continue citazioni e rimandi ad altre opere. Più che un saggio mi è sembrato uno sfoggio della cultura dell'autore, che anche nello stile risulta insoddisfacente. Momenti di scrittura aulica (pergiunta ingiustificata) seguiti da lunghi elenchi di opere di medici antichi. La storia della medicina è affascinante, ricca e vivace. Ma questo tomo sembra un collage di pagine di wikipedia!
    Non è tutto da buttare; ci sono spunti interessanti e qualche aneddoto accattivante. Ma mi aspettavo un libro in cui non rivivessero soltanto i nomi e le rispettive opere dei medici antichi e moderni e le loro idee. In un libro di storia della medicina mi aspetto che rivivano le idee della medicina, e che vengano analizzati in senso critico i suoi periodi come non mi risulta sia stato fatto da Cosmacini. Non ci siamo.

    ha scritto il