L'assassinio di Roger Ackroid

Voto medio di 3006
| 396 contributi totali di cui 381 recensioni , 13 citazioni , 1 immagine , 1 nota , 0 video
Ha scritto il 31/07/17
SPOILER ALERT
Adoro la Christie quando gioca sporco...
Ho dato 4 perché per un giallo classico non voglio dare di più, anche se si tratta di un genere che adoro. Uno dei migliori della Christie e sicuramente quello con il finale che lascia maggiormente a bocca aperta spiazzando il lettore che alla ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 27/07/17
Non convicente come altri romanzi della Christie...
Ho un rapporto conflittuale con questo particolare giallo della Christie: per quanto grande fan dell'autrice devo confessare che questo caso di Hercule Poirot non mi ha entusiasmato. La formula vincente di Agatha, il suo alternare momenti di ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 14/07/17
Dalla regina del giallo un libro perfetto nel suo genere
Scrittura asciutta, un giusto equilibrio fra intreccio e ambientazione, alcuni personaggi secondari godibilissimi (Caroline Sheppard su tutti), una gradevole vena umoristica che diverte e non distoglie la curiosità del lettore per la soluzione ..." Continua...
  • 1 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 01/07/17
Ho commesso l'errore fatale di leggere per sbaglio la prima frase della postfazione nella quale, ovviamente, veniva rivelato l'assassino. Geniale! Nonostante tutto un bel giallo!
  • Rispondi
Ha scritto il 06/06/17
Eccezionale! Contento d'esser stato ingannato dolcemente da un'autrice colta a barare (in modo sublime) ma solo all'ultima pagina. Grazie Agatha
  • Rispondi

Ha scritto il Apr 16, 2015, 16:52
La lettera era stata consegnata alle nove meno venti. Erano esattamente le nove meno dieci quando lo lasciai senza che lui l'avesse letta. Esitai con la mano sulla maniglia della porta, e mi voltai domandandomi se avevo fatto tutto.
  • Rispondi
Ha scritto il Mar 21, 2010, 20:53
Il denaro, o la mancanza di esso, sono l'origine di tutti i mali del mondo.
  • Rispondi
Ha scritto il Mar 21, 2010, 20:51
Siamo schiavi delle abitudini. Lavoriamo per raggiungere uno scopo, e una volta che l'abbiamo raggiunto ci accorgiamo di sentire la mancanza delle vecchie occupazioni.
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Jan 25, 2016, 13:05
Collocazione: MIST 3
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi