Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L'assassino ha letto Joyce?

Di

Editore: Sylvestre Bonnard

3.2
(93)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese

Isbn-10: 8886842635 | Isbn-13: 9788886842631 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1ª ed.

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Crime , Mystery & Thrillers

Ti piace L'assassino ha letto Joyce??
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Sullo sfondo della Dublino di Joyce, un giallo ricco di riferimenti letterari che attrae il lettore con ironia e inventiva. Kevin Coyle, brillante accademico del Trinity College di Dublino ed esperto studioso dello scrittore irlandese, viene trovato morto nei pressi di un cimitero, pugnalato al cuore con un colpo solo. L'indagine viene affidata all'ispettore McGarr, funzionario capo della squadra omicidi, che si trova presto invischiato in un caso che intreccia uomini e passioni amorose: e un libro. La soluzione di questo complicato delitto dovrà passare attraverso un'accurata analisi dei personaggi dell'Ulisse.
Ordina per
  • 1

    mezza delusione

    stile caotico e poco scorrevole, al quale contribuisce non poco la scelta di nome con la stessa assonanza che non rende chiaro di chi si sta parlando al primo colpo. Non leggerò altro di questo autore

    ha scritto il 

  • 4

    Ho letto l'Ulisse, ho letto Gente di Dublino...e forse mai null'altro, a mia memoria, ambientato in Irlanda. Il primo aspetto di grande interesse per me, dunque, è qualche sguardo su una terra che ho visitato, ma non conosco poi tanto. E direi che questo c'è, anche se ormai potrebbe essere supera ...continua

    Ho letto l'Ulisse, ho letto Gente di Dublino...e forse mai null'altro, a mia memoria, ambientato in Irlanda. Il primo aspetto di grande interesse per me, dunque, è qualche sguardo su una terra che ho visitato, ma non conosco poi tanto. E direi che questo c'è, anche se ormai potrebbe essere superato: era epoca pre-boom (e successiva crisi), ormai quasi 30 anni fa. I personaggi e l'ambientazione sono più interessanti della storia, non scadente ma nemmeno memorabile nella storia del poliziesco.

    ha scritto il 

  • 0

    Come dice la critica ti fa venire la voglia di leggere Joyce. A me, che ho letto tanto tempo fa Gente di Dublino, la voglia dell'Ulisse un pochetto me l'ha messa. Ma in tanti mi hanno fermato.
    Il gialletto si fa leggere.

    ha scritto il 

  • 3

    Io l'ho affogato

    Lo scrittore sembra voler dividere il mondo tra chi ha letto l'Ulisse e chi no. Ma credo si dimentichi la categoria più numerosa: chi ha cominciato a leggere il capolavoro di Joyce ed ha abbandonato la lettura. Di solito in modo violento. O spiaccicando il libro contro un muro, o scaraventandolo ...continua

    Lo scrittore sembra voler dividere il mondo tra chi ha letto l'Ulisse e chi no. Ma credo si dimentichi la categoria più numerosa: chi ha cominciato a leggere il capolavoro di Joyce ed ha abbandonato la lettura. Di solito in modo violento. O spiaccicando il libro contro un muro, o scaraventandolo dalla finestra, o affogandolo nel più vicino corso d'acqua, o lanciandolo sulle braci ardenti alla maniera di Pepe Carvalho.
    Io, come mi capita abbastanza frequentemente, l'ho affogato nella vasca da bagno. Cosa di cui mi pento, perché questo libro mi ha convinto a provare a rileggerlo. Spero che i miei neuroni, nonostante si siano ridotti in maniera preoccupante di numero, siano diventati più saggi e meno irruenti.

    ha scritto il 

Ordina per