Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L'educazione del gentiluomo

Lettere al figlio

Di

Editore: Mondadori

3.7
(9)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 229 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8804350571 | Isbn-13: 9788804350576 | Data di pubblicazione: 

Curatore: Rossella Bernascone ; Contributi: Piero Ottone

Genere: Education & Teaching , Family, Sex & Relationships , History

Ti piace L'educazione del gentiluomo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Un volume la cui lettura non è da non sottovalutare perché, se affrontata senza pregiudizi e con reale desiderio di apprenderne la profondità degli intenti, mostra come il culto della forma non debba avvenire a discapito dei valori interiori, bensì sia il solo modo per valorizzarli ed coltivarli. ...continua

    Un volume la cui lettura non è da non sottovalutare perché, se affrontata senza pregiudizi e con reale desiderio di apprenderne la profondità degli intenti, mostra come il culto della forma non debba avvenire a discapito dei valori interiori, bensì sia il solo modo per valorizzarli ed coltivarli. Lord Chesterfield, a distanza di secoli, mantiene la sua capacità di insegnare con acume e chiarezza le regole della buona educazione, del vivere civile e della piena realizzazione personale. Aspirare quotidianamente alla perfezione, come fece lui, fino all'ultimo palpito della vita, è l'unico vero modo per non sprecarla e goderla appieno.

    ha scritto il 

  • 0

    Lord Chesterfield consiglia al figlio - tra l'altro - le letture al gabinetto, per amministrare bene il proprio tempo, citando l'esempio di un gentiluomo che strappava un paio di pagine della sua edizione di Orazio, le leggeva, poi ne faceva l'uso che l'orco Shrek riserva al libro delle favole (M ...continua

    Lord Chesterfield consiglia al figlio - tra l'altro - le letture al gabinetto, per amministrare bene il proprio tempo, citando l'esempio di un gentiluomo che strappava un paio di pagine della sua edizione di Orazio, le leggeva, poi ne faceva l'uso che l'orco Shrek riserva al libro delle favole (M. Mancuso, I figli della penna, “Il Foglio”, 5 giugno 2010 )

    ha scritto il