L'empatia

Voto medio di 7
| 6 contributi totali di cui 0 recensioni , 6 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una recensione!

Artemisia
Ha scritto il Oct 31, 2013, 21:11
Il mondo che guardo fantasticando, a causa del suo conflitto con il suo orientamento originario, è un mondo non-esistente (senza che io, vivendo nella fantasia, abbia bisogno di portare questa non-esistenza alla datità); il mondo che guardo empatizza...Continua
Pag. 134
Artemisia
Ha scritto il Oct 31, 2013, 21:00
Ciò che ha sviato Lipps nella sua descrizione, è stato il confondere la dimenticanza di sé (Selbstvergessenheit) con cui posso abbandonarmi a ogni oggetto, con un dissolvimento dell'Io nell'oggetto. Empatia non è dunque unipatia se si considera quest...Continua
Pag. 71
Artemisia
Ha scritto il Oct 31, 2013, 20:58
Lipps parla del fatto che ogni esperienza vissuta che conosco - quella ricordata e quella attesa così come quella empatizzata - 'tende' a diventare un vissuto pieno, e lo diventa se niente vi si oppone in me. In questo modo l'Io che firnora era ogget...Continua
Pag. 65
Artemisia
Ha scritto il Oct 31, 2013, 20:54
Nell'empatia abbiamo dunque un tipo di atto di esperienza sui generis (eine Art erfahrender Akte). [...]l'empatia, che abbiamo esaminato e cercato di descrivere, è soprattutto esperienza di una coscienza altra da noi (fremd) indipendentemente dal tip...Continua
Pag. 64
Artemisia
Ha scritto il Oct 31, 2013, 20:50
Alla base di ogni indicazione sull'empatia sta questo tacito presupposto: ci sono dati soggettivi altri da noi e il loro vissuto.
Pag. 53

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi