L'enigma di Mansfield Park

o: L'affare Crawford

Di

Editore: Tea

3.6
(217)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 260 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese

Isbn-10: 8850220294 | Isbn-13: 9788850220298 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri

Genere: Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli , Rosa

Ti piace L'enigma di Mansfield Park?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
È appena tornata la quiete nell’amata Pemberley, dove i coniugi Darcy, reduci dall’ultima recente avventura, non vedono l’ora di ritirarsi e godere finalmente della bambina appena nata. Ma, ancora una volta, è un desiderio destinato a restare insoddisfatto. Per salvare la reputazione della famiglia, infatti, Darcy ed Elizabeth dovranno precipitarsi a Mansfield Park, dove la loro presenza è richiesta, o meglio pretesa, dalla zia di Darcy, Lady Catherine de Bourgh. Sua figlia Anne, infatti, è sparita per fuggire alle trame della madre, che la voleva sposata a un uomo ricco e di nobili natali, di cui la giovane non era innamorata. Darcy ed Elizabeth non possono lasciare che la vita della giovane rischi di essere distrutta dalle mire di una madre troppo ambiziosa, né che la reputazione della famiglia stessa sia messa in gioco. Ma non appena incominciano a indagare per ritrovare Anne e riportarla a casa, emergono segreti e inganni, che renderanno la situazione sempre più complicata, fino a farla precipitare, rischiando di trascinare nel fango dell’infamia e della menzogna l’intera famiglia Darcy…
Ordina per
  • 4

    [nota alla rilettura] La prima lettura mi ha lasciata insoddisfatta, tanto che ho rimosso quasi tutto di questo libro dalla mia memoria. Ma nell'anno del Bicentenario di Mansfield Park, mi lascio vole ...continua

    [nota alla rilettura] La prima lettura mi ha lasciata insoddisfatta, tanto che ho rimosso quasi tutto di questo libro dalla mia memoria. Ma nell'anno del Bicentenario di Mansfield Park, mi lascio volentieri coinvolgere dal Gruppo di Lettura del Diario delle Lizzies per dargli un'altra possibilità.
    Per chi avesse la curiosità di leggerlo con noi, qui c'è l'iscrizione:
    http://ildiariodellelizzies.blogspot.it/2014/05/gruppo-di-lettura-lenigma-di-mansfield.html

    qui il segnalibro:
    http://ildiariodellelizzies.blogspot.it/2014/05/gruppo-di-lettura-lenigma-di-mansfield_12.html

    e qui la prima tappa:
    http://ildiariodellelizzies.blogspot.it/2014/05/gruppo-di-lettura-lenigma-di-mansfield_17.html

    ha scritto il 

  • 4

    Death Comes to Mansfield

    Il libro è scorrevole e... credevo che la Bebris avesse un po' copiato P. D. James in Death Comes to Pemberley ed invece è stato scritto prima questo libro!!! Però.
    Accantonato il paranormale questa s ...continua

    Il libro è scorrevole e... credevo che la Bebris avesse un po' copiato P. D. James in Death Comes to Pemberley ed invece è stato scritto prima questo libro!!! Però.
    Accantonato il paranormale questa saga mi piace, mi distrae.
    L'unico appunto è che ho sempre avuto un debole per Mr Crawford (ahimé i mascalzoni sono il mio punto debole) e... be' ha fatto proprio una brutta fine!!!

    ha scritto il 

  • 4

    Reduci dalla loro ultima recente avventura, i coniugi Darcy non vedono l'ora di ritirarsi nella quiete dell'amata Pemberley e godere finalmente della bambina appena nata. Ma, ancora una volta, è un de ...continua

    Reduci dalla loro ultima recente avventura, i coniugi Darcy non vedono l'ora di ritirarsi nella quiete dell'amata Pemberley e godere finalmente della bambina appena nata. Ma, ancora una volta, è un desiderio destinato a restare insoddisfatto. Per salvare la reputazione della famiglia, infatti, Darcy ed Elizabeth dovranno precipitarsi a Mansfield Park, alla ricerca di Anne, figlia di Lady Catherine de Bourgh. Anne è sparita per fuggire alle trame della madre, che la voleva sposata a un uomo ricco e di nobili natali, di cui lei, però, non era innamorata. Darcy ed Elizabeth non intendono lasciare che la vita della giovane rischi di essere distrutta dalle mire di una madre troppo ambiziosa. Ma non appena incominciano a indagare per ritrovare Anne e riportarla a casa, la situazione si complica e ben presto precipita, rischiando di trascinare nel fango dell'infamia e della menzogna l'intera famiglia Darcy.

    ha scritto il 

  • 2

    Dov'è Mansfield Park?

    Questo libro avrebbe potuto intitolarsi anche l'enigma di XY Park, perchè dell'ambientazione originale non è rimasto un bel niente. A differenza che in Inganno e Persuasione, dove gli Elliott specialm ...continua

    Questo libro avrebbe potuto intitolarsi anche l'enigma di XY Park, perchè dell'ambientazione originale non è rimasto un bel niente. A differenza che in Inganno e Persuasione, dove gli Elliott specialmente erano abbastanza ben ritratti, qui dei Bertram non c'è traccia.
    Edmund poteva essere un'ecclesiastico qualunque, Fanny viene solo citata, Sir Thomas è un aristocratico qualsiasi e Mrs. Norris non è degna della sua cattiveria. Solo mr. Crawford è, sebbene in modo stereotipato, fedele al suo romanzo originario.
    Persino i Darcy sembrano fuori posto. Alla fine l'impressione è che volesse essere un romanzo su come Anne de Bourgh e il Colonnello Fitzwilliam convolino a nozze, niente di più.

    ha scritto il 

  • 3

    sognavo di tuffarmi nel roseo futuro della magica coppia di Elisabeth Bennet e Mr D'Arcy, non è stato proprio così... carina l'aggiunta della nota di giallo.

    ha scritto il 

  • 4

    Una piacevolissima lettura

    A parte il fatto che C. Bebris fa venir voglia di riscoprire Jane Austine (un merito che da solo vale 4 stelle), il racconto è piacevole, intrigante, spassoso e drammatico allo stesso tempo.
    Non ho le ...continua

    A parte il fatto che C. Bebris fa venir voglia di riscoprire Jane Austine (un merito che da solo vale 4 stelle), il racconto è piacevole, intrigante, spassoso e drammatico allo stesso tempo.
    Non ho letto le precedenti indagini dei coniugi Darcy, ma spero che siano a questo lvello, perchè intendo leggerne altri!

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    Non ce n'è uno su cento di entrambi i sessi che non ci caschi quando si sposa... di tutte le transazioni,il matrimonio è quella in cui la gente si aspetta di più,e tuttavia,si dimostra meno onesta. [Mansfield Park]

    Devo dire che il miglioramento che mi aspettavo c'è stato.
    L'Enigma di Mansfield Park o l'affare Crawford oltre ad essere migliore rispetto ai precedenti è anche un libro spassossimo!
    Quasi quasi lo ...continua

    Devo dire che il miglioramento che mi aspettavo c'è stato.
    L'Enigma di Mansfield Park o l'affare Crawford oltre ad essere migliore rispetto ai precedenti è anche un libro spassossimo!
    Quasi quasi lo scambiavo per un libro comico,altro che uno spin off Austeniano!
    Comunque detto questo, mi è piaciuto anche l'affare romantico intrinseco. Sebbene non abbia capito che c'azzecca Mr Henry Crawford con Anne de Bourgh,lo strano accoppiamento mi ha piacevolmente sorpresa. Anche perché da libertino che si rispetti,Mr Crawford non dura molto.
    E qui entra in scena un personaggio austeniano a me particolarmente caro: il Colonnello Fitzwilliam.
    Quando feci la sua conoscenza in Orgoglio e Pregiudizio, fui contaggiata dalla Woodhousonite e mi misi a pensare se il caro Colonnello stesse meglio con Anne de Bourgh o con Georgiana Darcy. Devo ammettere che sono sempre stata più propensa a metterlo in coppia con la figlia di Lady Catherine e la Bebris sembra proprio del mio stesso parere.
    Comunque basta divagare.
    Complimenti alla Bebris ma,come al solito un piccolo appunto: signora Bebris, non aveva forse detto che nei suoi libri i coniugi Darcy avrebbero incontrato i protagonisti degli altri romanzi Austeniani? Perché allora in questo libro Edmund Bertram fa una misera comparsa e Fanny viene a stento citata una volta come era accaduto per i Tilney?
    Ripeto il mio appello: lasciamo più spazio ai coniugi protagosti delle storie Austeniane nelle dovute situazioni e mandiamo Ldy Catherine a casa,non se ne può più di lei!

    Detto questo,consiglio questo libro a chi vuole passare piacevolmente un pò di tempo insieme a Elizabeth, Darcy e quelli che insieme a loro popolano il mondo Austeniano.

    ha scritto il 

  • 4

    Tornano le indagini dei coniugi Darcy. Ho apprezzato anche questo, come i libri precedenti. Credo che alla fine l'Autrice abbia fatto quanto meglio possibile per ricreare personaggi e ambientazioni di ...continua

    Tornano le indagini dei coniugi Darcy. Ho apprezzato anche questo, come i libri precedenti. Credo che alla fine l'Autrice abbia fatto quanto meglio possibile per ricreare personaggi e ambientazioni di due secoli fa.
    Questo libro in particolare mi è piaciuto forse un pò meno dei precedenti, ma solo perchè Mansfield Park non è il mio libro Austiniano preferito, aspetto con ansia di leggere quello con Emma!

    ha scritto il 

Ordina per