L'erba canta

Voto medio di 329
| 36 contributi totali di cui 33 recensioni , 3 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Doris Lessing è nata nel 1919 in Persia, dove suo padre era impiegato di banca. All’età di cinque anni si trasferì con la famiglia nella Rodesia del Sud, e trascorse l’infanzia in una fattoria del Mashonaland. Compì gli studi principalmente nel Conve ...Continua
emilia (solo ebook)
Ha scritto il 24/05/17
angosciante...
da NON leggere se appena appena si sta giù di morale perchè la spirale in cui ci trascina la Lessing piano piano, attraverso i pochi anni di vita matrimoniale di questi due personaggi, ci travolge. E non è tanto importante qui il rapporto bianchi/ner...Continua
Cristina
Ha scritto il 17/05/17

'Na palla. E che ve devo dì, per me 'na palla.

La verde Monica
Ha scritto il 15/05/17
difficile venga il "mal d'Africa"
Ho sentito il caldo opprimente e condiviso la noia con la protagonista borbottando con quell’ostinato orgoglio che rende complicati tutti i rapporti umani e poi, finalmente, il libro è terminato; altrimenti sarei impazzita anche io! Non ho letto molt...Continua
Lizy 90
Ha scritto il 15/05/16
SPOILER ALERT
Era successo che lo schema bianco-nero, padrone-servo, era stato infranto da un rapporto umano diretto; e quando un bianco, in Africa, guarda per caso negli occhi di un negro e ci vede l'essere l'umano (cosa che più di ogni altra cerca di evitare), i...Continua
Andrea Pennywise
Ha scritto il 01/10/15
Anche i sogni ad occhi aperti devono avere un fondamento di speranza che dia soddisfazione al sognatore.

VideoRecensione: https://www.youtube.com/watch?v=nMbNaDfJPMA Ne parlo al minuto (6:00)


Giannina Alchemilla
Ha scritto il Aug 24, 2013, 13:31
Nessuno capisce davvero quanto possa far male il pettegolezzo tranne coloro che sanno quanto loro stessi ne hanno sofferto.
Pag. 193
Giannina Alchemilla
Ha scritto il Aug 23, 2013, 21:29
Anche i sogni ad occhi aperti devono avere un fondamento di speranza che dia soddisfazione al sognatore.
Pag. 153
Giannina Alchemilla
Ha scritto il Aug 23, 2013, 12:04
"Io non mi sento sola" rispose Mary con sincerità. Solitudine, per lei, significava desiderare intensamente la compagnia degli altri. Ma non sapeva che solitudine può significare anche un impercettibile contrarsi dell'anima per mancanza di amicizia.
Pag. 93

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi