Baltic Man
Ha scritto il 12/11/14
"Una contro-storia dell'Unità d'Italia", verrebbe da dire, se non si trattasse in realtà della storia vera e propria, ricordata e dimenticata, sepolta dalla retorica, dai campanilismi e dal nazional menefreghismo che da sempre è il vero pilastro dell...Continua
  • 1 mi piace
plob
Ha scritto il 17/10/14

Abbasso i Savoia!!!! Vabbè, è passato un secolo e mezzo...abbasso gli Agnelli!!!!

  • 2 mi piace
Angelo
Ha scritto il 11/07/14
C'è un altro modo...
... A quanto sembra, di raccontare certe cose, senza urlare, senza piangersi addosso, senza lanciare strali in un unica direzione. E questo è quello che Carlo Alianello fa nel suo libro, raccontando con lucida disamina quello che accadde all'indomani...Continua
  • 7 mi piace
  • 3 commenti
Ashre
Ha scritto il 19/03/11
SPOILER ALERT
Il prototipo dell'italiano, illuso sempre e fottuto sempre.
Pensava a quel che ha detto or ora il colonnello: i fiorentini non hanno l'obbligo di capire il piemontese, perché quelli han la medesima statura dei vincitori, alleati, fratelli; ma per quelli di Basilicata l'obbligo c'è. Qui si comanda in dialetto...Continua
  • 6 mi piace
  • 1 commento
Rox
Ha scritto il 27/02/11
150esimo dall'unità d'Italia
Forse è inutile rivangare vecchie acrimonie, è bene essere felici di come il corso della storia si è snodato per noi italiani, per noi meridionali. Eppure Carlo Alianello, esponente del revisionismo risorgimentale, ci fa riflettere con il suo romanzo...Continua
  • 5 mi piace
  • 3 commenti

Angelo
Ha scritto il Jul 18, 2014, 21:01
"Andate a Monte Reale! Potrete vedere quei corpi giovani abbattuti dalle fucilate, straziati dai colpi di baionetta, se per strada recalcitravano. Vi potrete saziare, voi e il vostro sentimentalismo patriottico, di cadaveri. Potete prendervela comoda...Continua
Pag. 388
Angelo
Ha scritto il Jul 18, 2014, 20:51
"Si bello," confermò Isabellina. S'alzò e andò alla finestra; subito Andrea le fu al fianco. "Però," sospirò lei, "non sono le grandi montagne, alte, solenni, sovrumane... Non sono le Alpi che ho conosciuto in Svizzera, e che ho amato bianche, immaco...Continua
Pag. 281
Ashre
Ha scritto il Mar 19, 2011, 07:35
"La mattina dopo, sulla piazza Sedile (che Crocco chiama di San Gerardo, per l'edicola appunto del Santo) sopra una carretta stavano esposti quattro cadaveri, trapassati a colpi di baionetta e coperti di neve, come se fosse un funerario lenzuolo.
Pag. 576
Ashre
Ha scritto il Mar 19, 2011, 07:32
E' la sua gente, la plebe del Re, i suoi sudditi... Può essere contro di loro? E' la parte sua, la parte della fame che reclama con l'arme in pugno dai galantuomini quel po' di pane che prima li sostentava e ora gli è stato portato via. E' la rivoluz...Continua
Pag. 565
Ashre
Ha scritto il Mar 18, 2011, 14:50
"E tu chi sei?" gli gridò Isabellina. "Non tradisci anche tu l'Italia?" "L'Italia!" rise il padre. "E che è st'Italia? Che vuoi tradì questa fottuta Italia, quando già la stanno tradendo in cinquecentomila? [...]"
Pag. 532

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi