Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

L'esilio di Sharra

Di

Editore: TEA

4.0
(271)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 375 | Formato: Altri

Isbn-10: 8850202695 | Isbn-13: 9788850202690 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: R. Rambelli

Disponibile anche come: Copertina rigida , Copertina morbida e spillati , Paperback

Genere: Fiction & Literature , Gay & Lesbian , Science Fiction & Fantasy

Ti piace L'esilio di Sharra?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Sharra, rappresentata nell'immagine di una donna incatenata e avvolta dallefiamme, è l'ultima arma rimasta dell'Era del Caos, un'era che aveva distruttoquasi totalmente la civiltà sul Pianeta del Sole Rosso. Sharra è stataesiliata insieme a Lew Alton in terre lontane, ma quando questo dovrà tornarea Darkover per l'elezione del nuovo erede porterà Sharra con sé.
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Il libro inizia bene, continua male e finisce ancora peggio... Ma andiamo con ordine. Il racconto inizia parlando di Lew, un Darkovano in esilio dopo aver contribuito alla ribellione contro i ...continua

    Il libro inizia bene, continua male e finisce ancora peggio... Ma andiamo con ordine. Il racconto inizia parlando di Lew, un Darkovano in esilio dopo aver contribuito alla ribellione contro i terresti usando la terribile matrice Sharra. La prima parte del racconto descrive la tristezza di Lew, il suo rapporto conflittuale con il padre, le sue ferite profonde nel corpo e nello spirito e l'amore per Dia. La seconda parte racconta del ritorno di Lew su Darkover, dopo la morte del padre e del figlio avuto con Dia. Tutta questa parte si basa su due concetti: com'è pericolosa Sharra e intrighi su intrighi tra i Comyn. L'ultima parte narra del tentativo di riportare Sharra all'antica gloria per scacciare i terresti e la lotta di Lew e altri per impedirlo. Problema del libro: mentre la prima parte scorre leggera, le altre due sono tremendamente lente e l'ultima, la fine, è descritta in modo davvero sommario... La Marion ha scritto decisamente di meglio...

    ha scritto il 

  • 5

    Il primissimo libro di Darkpver letto, avevo (credo) tredici anni e lo presi per caso in biblioteca. Lo lessi tutto d'un fiato e me ne innamorai alla follia, nonostante fosse la diretta continuazione ...continua

    Il primissimo libro di Darkpver letto, avevo (credo) tredici anni e lo presi per caso in biblioteca. Lo lessi tutto d'un fiato e me ne innamorai alla follia, nonostante fosse la diretta continuazione dell'erede di Hastur, che non avevo letto ma che ordinai subito dopo. Dopo tanti anni e tanti libri su Darkover questo rimane assolutamente il mio preferito e Lew Alton il mio primo vero amore letterario! Alla fine dopo tante riletture me lo sono comprato nella stessa edizione di quello della biblioteca!

    ha scritto il 

  • 2

    impressioni reading in progress Veramente, veramente leennntttooo. Puf, pant, arriveremo ad avere un pò d'azione? Mi sono decisamente abituata male con questa saga, con tutte le sue meravigliose ...continua

    impressioni reading in progress Veramente, veramente leennntttooo. Puf, pant, arriveremo ad avere un pò d'azione? Mi sono decisamente abituata male con questa saga, con tutte le sue meravigliose avventure, e capisco che ci sia bisogno di un libro per riordinare le idee, ma così.....

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    0

    Sharra, la spaventosa matrice capace d'incendiare città e di uccidere chi tenta di piegarla alla sua volontà, è tornata su Darkover. L'esilio di Lew è finito. Costretto da un giuramento fatto al ...continua

    Sharra, la spaventosa matrice capace d'incendiare città e di uccidere chi tenta di piegarla alla sua volontà, è tornata su Darkover. L'esilio di Lew è finito. Costretto da un giuramento fatto al capezzale del padre morente, ha indossato nuovamente gli abiti degli Alton per reclamare i terrori che gli appartengono e lottare per i diritti di suo fratello Marius. Ma Kadarin, il traditore che in passato l'ha torturato e l'ha costretto a servirsi della potentissima matrice per soddisfare i suoi loschi piani, ha seguito le sue mosse e la sua ombra incombe su Lew e su Sharra come una cupa, terribile minaccia...

    Un buon libro, un po' esasperato in certi nodi della vicenda, ma entusiasmante, coinvolgente. L'avvio sfiora l'eccellenza, il pathos che si respira sotto la luna terrestre, nel dialogo fra Lew e il padre è d'una intensità - oserei quasi dire “liricità” - che penetra nella pelle, scuote la commozione. Dopodiché la vicenda prosegue in un tono più basso, pur mantenendosi sempre su alti livelli, tornando nuovamente a toccare i vertici del prologo in altre, drammatiche - in senso positivo! - scene.

    ha scritto il 

  • 5

    Se i libri vengono letti in ordine cronologico darkovano, questo va in sostituzione de "La spada di Aldones". Avevo iniziato a leggere quest'ultima, ma avendo letto prima "L'erede di Hastur" stavo ...continua

    Se i libri vengono letti in ordine cronologico darkovano, questo va in sostituzione de "La spada di Aldones". Avevo iniziato a leggere quest'ultima, ma avendo letto prima "L'erede di Hastur" stavo perdendo la testa sulle incongruenze :D Per tale motivo ho abbandonato l'altro libro e mi sono fiondata diritta su questo.

    ha scritto il 

  • 5

    Non è che ci ho pianto, su queste pagine... le ho proprio inzuppate e, dal mio punto di vista, questo è il massimo onore che posso tributare a un libro. Sharra... la matrice Sharra e la sua furia ...continua

    Non è che ci ho pianto, su queste pagine... le ho proprio inzuppate e, dal mio punto di vista, questo è il massimo onore che posso tributare a un libro. Sharra... la matrice Sharra e la sua furia terribile, distruttrice, talmente tanto potente da distruggere la mano di Lew Alton e da annientare il suo spirito, così incontenibile da costringere Lew ad abbandonare Darkover per evitare che la pazzia e l'ira di Sharra distruggano il mondo... Ho vissuto questa storia con l'intensità profonda e appassionata con cui vivo la mia stessa vita, bevendo le pagine come assaporo ogni giorno, e ancora oggi Sharra vive nel mio cuore, nella mia anima e nella mia mente. E lo si capisce dal nick con cui vivo in queste pagine elettroniche!

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Sei anni sono passati dalla Ribellione di Sharra. Sei anni di esilio e di incubi per Lew Alton, rimasto menomato nel fisico e nell'animo dalla devastante Sharra, la matrice della terribile Dea del ...continua

    Sei anni sono passati dalla Ribellione di Sharra. Sei anni di esilio e di incubi per Lew Alton, rimasto menomato nel fisico e nell'animo dalla devastante Sharra, la matrice della terribile Dea del popolo delle forge che ha portato con sé lontano dal pianeta natio. Persa ancora una volta l'amore della donna che ama, Diotima Ridenow e la guida del suo anziano padre, il giovane decide di tornare nella sua patria per garantire la successione legittima del suo Regno in favore del fratello minore, così come suo padre gli ha richiesto come ultima volontà. Ma non può certo aspettarsi che la matrice di Sharra stia aspettando proprio il ritorno a Darkover per ricostituire il cerchio e compiere la sua opera di devast uno dei libri più belli del ciclo. A renderlo tale sono personaggi di prim'ordine quali Lew e Regis, i più amati dell'intera saga e non a caso! Lew che fino alla fine non riuscirà a trovare un equilibrio nella sua vita, Regis invece che ormai deve rassegnarsi ad essere in Reggente Hastur e quindi sobbarcarsi l'intera amministrazione del pianeta nonché il difficile dialogo con i terrestri. E se non bastassero loro due abbiamo tanto di comprimari come Kennard e Dyan, l'anziano Danvan Hastur e non meno importanti Dia e Danilo. Effettivamente è un romanzo basato sui due protagonisti ma con un senso di coralità, dove ognuno partecipa in qualche maniera come se ci trovassimo di fronte ad un grande palco. Sharra compie il suo destino insieme ai protagonisti nelle ultime intense pagine di questo romanzo, che dipinge ormai Darkover sulla via dell'integrazione con l'Impero Terrestre. Ci sarebbe sicuramente molto da dire su questo libro, ma qualsiasi ulteriore commento necessariamente comporterebbe illustrare la trama in dettaglio, rovinando cos^ la lettura a chi non ha ancora affrontato Darkover

    ...e Regis è il migliore!!!

    ha scritto il