L'estate del cane nero

Voto medio di 581
| 110 contributi totali di cui 105 recensioni , 5 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Claire
Ha scritto il 05/06/18
Certamente Carofiglio si legge sempre con piacere, ma in questo libro ho trovato ben poche emozioni: sembra sempre che debba succedere qualcosa, ma non succede mai se non quasi sul finire, e comunque anche con questa "svolta" viene a mancare un perch...Continua
Massimo Semprini
Ha scritto il 04/01/18

L'estate di un gruppo di ragazzi, amori, disavventure.
Poi, una volta cresciuti, i ricordi del narratore, che torna nei luoghi d'infanzia.

Ben narrato, moderatamente avvincente.

Aluccia
Ha scritto il 04/07/17
bene ma non benissimo
Questo romanzo, che ho amato per il profumo di sud di ogni pagina, non mi ha però completamente convinta. Buona introspezione psicologica, buon tratteggio dei modi di sentire di un ragazzino, sapientissimo uso del linguaggio (nonostante devo ammetter...Continua
Fi_L0
Ha scritto il 20/02/16
L'estate, l'adolescenza, l'innamoramento, hanno lo stesso stesso sapore, ritrovato in questo bel libro di F. Carofiglio. Composto, nel senso più ampio della parola, come un album di fotografie, di quelli che ognuno di noi conserva in qualche posto de...Continua
Caterina G
Ha scritto il 27/11/14
Fantastico, un altro Carofiglio!

E anche questo scrive benissimo! Meno "regale", più diretto del fratello, comunque davvero un libro da leggere! C'è forse qualche allusione che rimane da chiarire, ma il testo scorre veloce e graffiante come l'età che descrive.


ChelseaGirl
Ha scritto il Mar 05, 2012, 09:33
Penso a com'ero a quando avevo tredici anni, ai sorrisi improvvisi, allo sguardo tormentato ma aperto sul mondo, al coraggio inconsapevole, alla paura. Penso a come sono, adesso, e ai tratti riflessi somigliano al ritratto di allora, mutati da un tem...Continua
Pag. 54
ChelseaGirl
Ha scritto il Mar 05, 2012, 09:28
Sono cresciuto tante volte e altrettante sono rimasto fermo a guardare, avanti e indietro, e a non trovare che uno straccio lacero di ricordi e desideri declinati su un passato meraviglioso, dipinto da un'immaginazione fervida e compassionevole. Oppu...Continua
Pag. 11
Standbyme
Ha scritto il Feb 05, 2012, 15:13
Scerro
Ha scritto il Apr 13, 2010, 18:13
La guardai per un po', gli occhi le brillavano di una felicità composta. Silenziosa. Credo che gli occhi di mia madre fossero proprio lì, su quel crinale che divide i sentimenti opposti come una corda sottile. E lei la percorreva sicura e malinconica...Continua
Pag. 111
Gigiozzz
Ha scritto il Sep 04, 2008, 18:58
Gina diceva che una o due bottiglie dovevano esplodere per forza, che portava bene e teneva lontano l'asineddoche, una strana creatura che viveva nel buio delle selve e di notte scorazzava nelle radure in cerca di prede. Tutti ridevano e mio padre te...Continua
Pag. 81

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi